Detrazione assicurazione casa: un vantaggio a tutela del bene

Detrazione assicurazione casa: un vantaggio a tutela del bene
Il post ti è stato utile?
di | 18-09-2019 | Assicurazione Casa

Possedere una casa di proprietà rappresenta un’ambizione di molti, disposti anche a stipulare mutui ultra trentennali pur di raggiungere l’obiettivo. Un bene di questo tipo merita però di essere tutelato al massimo ed è per questo che sono in tanti a decidere di stipulare una polizza per la propria abitazione. Questa scelta non deve essere vissuta come un onere che appesantisce il bilancio familiare, ma con l’intento di avere una garanzia su cui contare qualora dovessero verificarsi danni di vario genere che potrebbero richiedere la necessità di sostenere una spesa ingente per far tornare la situazione alla normalità. Pur non essendo obbligatoria a norma di legge, si tratta di una soluzione che sta ormai diventando sempre più diffusa, oltre che obbligatoria in alcuni casi. Chi decide di muoversi in questa direzione può poi godere anche di un altro importante vantaggio: usufruire della detrazione per l’assicurazione casa, prevista a partire dal 2019.

Sommario

Detrazione assicurazione casa – Un bene da preservare

Non appena si ha la possibilità di acquistare una casa, anche in presenza di un mutuo, è consigliabile fare il possibile per tutelare l’immobile e fare in modo che questo possa essere conservato in buono stato. Il primo passo da compiere in questa direzione consiste nella stipula di un’assicurazione casa, un accordo che non è ancora obbligatorio a norma di legge ma che è fortemente consigliabile sottoscrivere con cadenza annuale. Anche i costi sono ormai diventati sostenibili quasi per tutti. Come per tutte le polizze, l’intestatario ha la possibilità di scegliere la compagnia da cui essere seguito avendo cura di valutare tutti gli aspetti inseriti nella convenzione.

Chi decide di aderire deve quindi considerare questa scelta come una mossa che possa proteggerlo  qualora si dovesse ricevere la visita sgradita da parte dei ladri o dovessero verificarsi danni che richiedono investimenti pesanti per rimediare.

In alcuni casi, però, la sottoscrizione può rivelarsi obbligatoria. È il caso, ad esempio di palazzi che hanno inserito questa misura all’interno del regolamento condominiale pensando in questo modo di curare gli interessi di tutti i residenti. La polizza diventa poi necessaria anche in presenza di un mutuo: gli istituti di credito, infatti, la richiedono come vincolante per la concessione del finanziamento, indipendentemente da durata e importo. Il Decreto Liberalizzazioni impone ora agli isittuti di credito di presentare al cliente due diversi preventivi in modo tale da consentirgli di scegliere quello che ritiene più vantaggioso e adatto a soddisfare le sue esigenze.

Ma quale sarebbe il momento migliore per pensare a un’assicurazione casa? Non c’è una risposta univoca, ma se si desidera non avere grandi preoccupazioni per tutto il periodo che si trascorrerà all’interno delle mura domestiche è bene muoversi il prima possibile.

Assicurazione casa è detraibile dal 730 2019 – Come muoversi per ottenere l’agevolazione

Arrivano finalmente buone notizie per tutte le persone che hanno già sottoscritto, o stanno pensando di farlo, un’assicurazione per la casa. La Legge di Stabilità 2018 (L. 205/2017) ha infatti stabilito come sia possibile detrarre, sempre al 19%, la spesa sostenuta per le assicurazioni sulla casa contro le calamità di qualunque specie.

La norma prevede che ad avere diritto all’agevolazione siano i premi relativi alle polizze stipulate a partire dal 1° gennaio 2018. In questo ambito rientrano ad esempio i terremoti o altri eventi catastrofici. È quindi più che raccomandabile muoversi, per chi non lo avesse ancora fatto, per stipulare una polizza se si vive in una zona giudicata a rischio (e in Italia ce ne sono diverse). In fase di scelta non tutti prendono in considerazione questo aspetto, ma può essere davvero determinante se ci si vuole muovere in via preventiva.

L’importo della detrazione fiscale viene calcolato sulla base del premio assicurativo e sarà corrisposto direttamente al proprietario dell’immobile (attenzione, quindi se ci si trova in affitto), sulla base del tipo di garanzia che è stata sottoscritta.

Una protezione contro gli eventi naturali

Periodicamente le pagine di cronaca che coinvolgono il nostro Paese parlano di danni, anche piuttosto ingenti, derivati da episodi quali alluvioni, terremoti o altri eventi difficilmente prevedibili. Poter contare su una polizza che sia in grado di garantire un indennizzo all’assicurato qualora si verifichino situazioni del genere è quindi quanto mai fondamentale. Il rischio concreto è di ritrovarsi per un periodo anche piuttosto lungo senza un tetto in attesa che lo Stato possa intervenire in aiuto di chi è stato danneggiato, ma i tempi si fanno spesso davvero lunghi.

La compagnia assicurativa in questi casi finisce per analizzare anche la zona in cui il cliente vive. Se questa viene giudicata “a rischio” il costo del premio potrebbe inevitabilmente salire. Ma se si vuole stare davvero tranquilli può valere la pena puntare su una soluzione “Multirischi” (clicca qui di seguito per sapere cosa copre), certamente più cara sul piano economico, ma una garanzia a 360° per l’assicurato e chi vive con lui.

Un vantaggio anche sul premio da pagare

Gli aspetti positivi non sono però finiti qui, ma anzi sono diventati più vantaggiosi proprio recentemente. Fino al 31 dicembre 2018 chi decideva di stipulare una polizza per la casa era tenuto anche a versare un’imposta pari al 22,5% del premio assicurativo totale. Molto spesso, però, l’importo veniva pagato quasi senza rendersene conto. Ora l’obbligo, salvo cambiamenti che potrebbero essere decisi dal nuovo governo, è caduto in via definitiva.

Il vantaggio per il cliente è quindi davvero tangibile: già in fase di adesione ci si potrebbe rendere conto di come il costo da sostenere per la polizza sia diventato più favorevole. Sono state poi eliminate anche tutte le tasse che finivano per essere legate al premio assicurativo. Massima attenzione comunque al conteggio dell’importo da pagare, che spesso comprende anche la parte assicurata che finirà nelle tasche dell’utente non appena siano stati quantificati dei danni più o meno gravi (clicca qui per sapere quale sia l’iter da seguire per ottenere il risarcimento danni).

 

Chi siamo

Più letti

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTVMutui e Prestiti

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.