Affitto breve: contratti, tipologie e regole

Affitto breve: contratti, tipologie e regole
Il post ti è stato utile?
di | 29-07-2019 | Assicurazioni

L’affitto breve è una tipologia di locazione regolata da un contratto temporaneo che stabilisce un rapporto tra proprietario e inquilino non superiore ai 18 mesi. Se siete studenti fuori sede o lavoratori appena trasferiti in una città con un contratto a tempo determinato, questa soluzione abitativa è davvero l’ideale per voi. Scopriamo perché.

Sommario

Affitto transitorio e affitto turistico

Come prima cosa vi segnaliamo che le tipologie di affitto breve presenti sul mercato sono due.

  • Affitto turistico: si ha natura turistica a fronte di un periodo di locazione di un massimo di 30 giorni. Questa formula non prevede la registrazione all’Agenzia delle Entrate ed è sancita da scrittura privata o contratto. A disciplinare la materia è il D.L. 50/2017, norma che applica la cedolare secca, della quale possono usufruire proprietari, sublocatori e comodatari, anche quando la locazione prevede fornitura di biancheria e pulizia dei locali. Vi è inoltro l’obbligo di comunicare i dati relativi ai contratti da parte di chi esercita attività di intermediazione immobiliare o attraverso la gestione di portali online e l’obbligo di operare una ritenuta del 21% sull’ammontare dei canoni e dei corrispettivi all’atto dell’accredito. Per chi effettua locazioni brevi turistiche in forma privata e per la certificazione del reddito ricevuto è sufficiente conservare la documentazione per la dichiarazione dei redditi.
  • Affitto transitorio: definizione per una locazione che va dai 30 giorni ai 18 mesi. Il contratto di locazione transitorio va registrato e certificato con marca da bollo

Tipologie di contratto

Per un affitto breve ad uso turistico è sufficiente una scrittura privata tra le parti. Il nostro consiglio, al fine di evitare controversie alla scadenza del soggiorno, è quello di redigere un regolare contratto. Le informazioni che dovrà contenere sono le seguenti.

  • Indirizzo, descrizione e metratura dell’appartamento
  • Periodo dell’affitto
  • Orario di arrivo e di partenza
  • Numero di persone
  • Modalità di consegna chiavi
  • Importo
  • Dati anagrafici di entrambe le parti in causa
  • Modalità di pagamento
  • Modalità di disdetta
  • Restituzione della cauzione
  • Costi accessori: pulizie, spese e tasse di soggiorno

Se il soggiorno supera i 30 giorni, il contratto va depositato entro 48 ore al Comune e alle autorità di Pubblica Sicurezza. Il proprietario è tenuto ad emettere ricevuta di pagamento e a richiedere la tassa di soggiorno.

Per un contratto di affitto breve per uso abitativo, invece, si concorda e definisce un canone. Affinché il contratto sia valido sono necessarie una conferma inviata tramite raccomandata e un deposito cauzionale di almeno due mensilità. La legge attualmente in vigore permette di stipulare contratti di affitto brevi anche quando vi sia la necessità di vendere, in tempi brevi, il proprio immobile.

L’affitto breve è una modalità che permette ai proprietari di rendere la propria abitazione una fonte di reddito affrancandosi dagli obblighi burocratici dell’affitto tradizionale e agli inquilini di contenere le spese. Che tu sia proprietario o inquilino, è bene considerare l’acquisto di una polizza casa per tutelarti dai normali imprevisti della vita quotidiana.

Chi siamo

Più letti

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTVMutui e Prestiti
02 20011111

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.