Assicurazione auto online: come riconoscere le truffe

Assicurazione auto online: come riconoscere le truffe
5 (100%) 3 votes
di | 08-06-2018 | Assicurazioni, Auto

Grazie al mercato online delle assicurazioni auto, i consumatori hanno potuto giovare di polizze RCA dai premi molto più bassi e, contemporaneamente, avere una maggiore scelta di confronto dei preventivi. La stipula di assicurazioni online, però, nasconde anche le sue insidie. Per questo è sempre bene rivolgersi a realtà affermate, con tutte le carte in regola. Come sapere se è possibile affidarsi a un intermediario assicurativo online? Come difendersi dalle truffe sulle assicurazioni auto in Internet?

Con la guida offerta da ComparaSemplice.it, non avrete più dubbi.

Sommario

I veri siti web delle finte compagnie di assicurazioni

Da un certo punto di vista, il web può esporre a truffe in ambito assicurativo. Ma le false polizze assicurative sono sempre esistite e i malintenzionati hanno proliferato anche nell’era dell’offline. Grazie alla segnalazione dei consumatori e all’attività di vigilanza, l’Ivass ha smascherato molti di questi raggiri.

L’ultimo, è il caso del sito www.assicurazioniquixa.it, oscurato dall’Istituto di vigilanza pochi giorni fa. I pirati assicurativi, hanno iniziato il raggiro dell’ignaro consumatore fin dal nome del sito, facendo riferimento alla nota Compagnia (assolutamente legale e abilitata) del Gruppo Axa: Quixa. La Compagnia ha dichiarato la sua completa estraneità all’attività del sito e, oltretutto, al tipo di prodotto offerto dai truffatori: un’RC auto temporanea, che non rientra nel catalogo assicurativo di Quixa.

Secondo quanto riportato da La Repubblica.it, attraverso la chat, gli operatori di www.assicurazioniquixa.it richiedevano con insistenza carta di circolazione, documento d’identità e codice fiscale, targa e data di nascita. I documenti dovevano essere spediti attraverso email o whatsapp.

La prima regola per difendersi dalle truffe online in campo assicurativo è la valutazione del sito internet. Come nel caso di www.assicurazioniquixa.it, spesso non si tratta di esperti del web, di hacker, ma di truffatori che tirano su siti artigianali per arraffare quanto possono, prima di scomparire nel nulla. Nessun sistema di caricamento di documenti online, nessun modello per l’invio dei dati, nessun preventivo, nessuna piattaforma di pagamento certificato via web.

Nel 2018, secondo le statistiche dell’Ivass, è stato scoperto un sito abusivo di assicurazioni online ogni tre giorni. Un numero impressionante, ma che non ci deve fare paura, perché i vantaggi economici delle polizze online sono reali: ci deve solo rendere più consapevoli.

Come riconoscere le società e gli intermediari autorizzati

Fortunatamente, riconoscere le truffe più diffuse in ambito assicurativo è piuttosto semplice. Prima di sottoscrivere una polizza (che sia online od offline) è bene sincerarsi che ci stiamo rivolgendo alle persone giuste. Per farlo, basta effettuare una ricerca online del nome dell’intermediario per trovare eventuali avvisi dell’Ivass o lamentele dei consumatori sulla validità delle polizze auto stipulate. La verifica definitiva, comunque, è l’elenco delle imprese RC auto autorizzate dall’ivass.

Chi opera nel mercato delle assicurazioni, inoltre, deve riportare chiaramente gli estremi di registrazione al RUI (Registro Unico Intermediari), come potete notare nel fondo pagina di ComparaSemplice.it. Prendete nota soprattutto del numero e della data di registrazione.

I pagamenti dicono la verità

Le truffe nell’ambito assicurativo si coronano così: con un pagamento su una carta prepagata o su conti esteri, non intestati all’intermediario. Spesso, il pagamento è la cartina tornasole della validità e della trasparenza della Compagnia assicurativa o dell’intermediario al quale ci si sta rivolgendo. È importante accertarsi che il conto corrente al quale si inviano i soldi del premio sia effettivamente a nome del nostro intermediario.

Se qualcosa non torna, c’è il numero verde dell’Ivass

Qualcosa non torna o non è stato possibile effettuare qualche controllo? Niente paura, prima di sottoscrivere una potenziale assicurazione-truffa online è possibile rivolgersi direttamente all’Ivass per chiarire i dubbi. Per questo è a disposizione del consumatore il numero verde dell’Autorità. I suoi esperti rispondono allo 800 486661.

0321.085995