Limite cilindrata per neopatentati: come calcolarla, sanzioni e assicurazione per autisti in erba

Limite cilindrata per neopatentati: come calcolarla, sanzioni e assicurazione per autisti in erba
4.3 (86.67%) 6 votes
di | 18-04-2017 | Assicurazioni, Leggi Norme Regole, RC Auto

cilindrata neopatentatiLe regole del codice della strada si applicano ai conducenti e agli automobilisti di tutte le età, ma ci sono alcune restrizioni aggiuntive e alcuni costi extra a cui tutti i neopatentati non possono sottrarsi.

Per quanto riguarda le restrizioni aggiuntive, ne ricordiamo una che ha scatenato tantissime polemiche. Stiamo parlando dei limiti alla cilindrata della vettura che un neopatentato può guidare, imposti dalla Legge n° 120 del 29 luglio 2010 sulla Sicurezza Stradale.

In merito ai costi extra, ci riferiamo invece all’assicurazione auto che per un neopatentato è caratterizzata da un notevole aumento del premio assicurativo da pagare rispetto a una polizza RC Auto di un automobilista con più anni di esperienza.

Secondo il Rapporto annuale sugli incidenti stradali che ogni anno viene diffuso dall’ISTAT in collaborazione con l’ACI (Automobile Club d’Italia), i giovani neopatentati che appartengono alla fascia d’età compresa tra i 18 e i 24 anni sono le principali vittime di incidenti stradali. I neopatentati, inoltre, non sono un rischio soltanto per sé stessi ma anche per gli altri: per ogni neopatentato morto in un incidente stradale, altre 5 persone perdono la vita o rimangono ferite. Tra le principali cause di incidente stradale troviamo: la guida distratta, il mancato rispetto delle regole di sicurezza e l’eccesso di velocità.

In base a queste valutazioni, i neopatentati, in particolare quelli che hanno un’età inferiore ai 26 anni, pagano dei premi assicurativi maggiori rispetto ai conducenti che hanno più anni di esperienza. Ed è per promuovere una guida responsabile tra i neopatentati che la legge è intervenuta con una serie di restrizioni aggiuntive quale, appunto, il limite alla cilindrata neopatentati delle vetture che si possono guidare.

Cilindrata massima neopatentati: cosa dice la legge

Nonostante la legge che limita la cilindrata neopatentati delle automobili che si possono guidare sia in vigore ormai da qualche anno – precisamente dal 9 febbraio 2011 – sono ancora molti quelli che al momento della scelta dell’automobile da acquistare si sentono disorientati. Cerchiamo allora di fare un po’ di chiarezza.

Prima di tutto i neopatentati sono tutti coloro che hanno conseguito la patente A2, A, B1 e B da meno di 3 anni a prescindere dall’età. Chiunque consegua invece una patente C, non è più considerato un neopatentato.

La Legge n° 120 del 29 luglio del 2010 che ha modificato l’art. 117 del Nuovo Codice della Strada n° 285 del 30 aprile 1992, recita: “Ai titolari di patente di guida di categoria B, il primo anno dal rilascio non è consentita la guida di autoveicoli aventi una potenza specifica, riferita alla tara, superiore a 55 kW/t. Nel caso di veicoli di categoria M1, ai fini di cui al precedente periodo si applica un ulteriore limite di potenza massima pari a 70 kW. Le limitazioni di cui al presente comma non si applicano ai veicoli adibiti al servizio di persone invalide, autorizzate ai sensi dell’articolo 188, purché la persona invalida sia presente sul veicolo”.

Riassumendo, per tutti in neopatentati che hanno conseguito la patente B, vige il divieto, per il primo anno di conseguimento della licenza, di guidare una vettura:

  • la cui potenza specifica, riferita alla tara, sia superiore a 55 kW/t (75 cavalli);
  • la cui potenza massima, in merito ai veicoli di categoria M1, sia pari a 70 kW (=95 cavalli).

Il limite alla cilindrata non si applica invece nei seguenti casi:

  • quando si trasporta una persona invalida, purché la persona invalida sia sul veicolo;
  • la norma non vale per coloro che hanno conseguito la patente prima dell’entrata in vigore della legge, cioè prima del 9 febbraio 2011.

Cilindrata neopatentati. Le sanzioni

I neopatentati che violano la disposizione sul limite di cilindrata, sono soggetti al pagamento di una multa che può variare dai 161€ ai 647€ e possono incorrere anche in una sanzione amministrativa aggiuntiva: la sospensione della patente da 2 a 8 mesi.

Cilindrata massima neopatentati: come calcolarla

La cilindrata non è altro che il rapporto tra la potenza e il peso della vettura. Si tratta tuttavia di un valore piuttosto complesso da calcolare. Se hai dei dubbi sulla potenza specifica di un’automobile puoi verificarla sulla carta di circolazione della vettura, oppure inserendo la targa della macchina sul sito ilportaledellautomobilista.it alla voce Servizi Online -> Neopatentati. Se invece vuoi divertirti a calcolarla, allora avrai bisogno dei seguenti dati:

  • la massa a vuoto dell’auto;
  • il peso dell’autista che per assunto è pari a 75 Kg;
  • la potenza del motore del veicolo.

Ecco la formula in una pratica tabella:

FormulaValoreOperatoreValoreRisultato
Massa a vuoto + Peso autista1500 Kg

+

75 Kg

= 1575 Kg

Conversione in Tonnellate

1575 Kg

/

1000

= 1,6 Tonn

Potenza del motore / Massa ottenuta in Tonnellate85 kW/1,6 Tonn= 53 kW/Tonn

L’auto è idonea alla guida del neopatentato.

Assicurazione neopatentati. 3 consigli per risparmiare

Un’assicurazione RC Auto per un neopatentato può raggiungere dei costi molto elevati. Le cause di questi costi elevati sono il rischio più alto per un neopatentato di fare un incidente stradale e la classe di merito di partenza che, per una persona che sottoscrive una polizza auto per la prima volta, è la Classe Universale, ossia la classe meno vantaggiosa di tutte. Ci sono tuttavia alcune soluzioni per risparmiare sull’assicurazione per i neopatentati. Eccone tre:

La Legge Bersani, che permette di ereditare la classe di appartenenza di uno dei due genitori o di qualsiasi altra persona presente all’interno dello Stato di Famiglia. Il Decreto Bersani permette di stipulare la prima polizza RC Auto partendo da una classe di merito economicamente più vantaggiosa, e non dalla Classe Universale.

Usufruire della polizza auto di un familiare aggiungendo l’opzione della formula guida libera che estende la copertura assicurativa anche ad altri conducenti, tra cui appunto il neopatentato. Questa opzione consente al proprietario della vettura di far guidare l’auto a qualsiasi altro soggetto.

Scegliere una polizza RC Auto dedicata che prevede uno sconto se si rispettano determinati comportamenti di guida responsabile. Un esempio è la Polizza Patto per i Giovani di Allianz dedicata ai giovani tra i 18 e i 26 anni che prevede però alcune limitazioni del diritto di rivalsa e, in alcuni casi, anche la rinuncia nei casi in cui il conducente non rispetti alcune regole come la guida in stato di ebbrezza o nel caso in cui il conducente non è abilitato alla guida in base alle disposizioni in vigore (come, per i neopatentati, il limite alla cilindrata).

Stai valutando un’assicurazione RC Auto? Usa il comparatore di ComparaSemplice che trovi cliccando sul pulsante qui in basso, inserisci i tuoi dati e scegli la polizza che più si adatta alle tue esigenze.

Articoli Correlati

Chi siamo

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTV