Assicurazioni: colpo di frusta? Serve la radiografia

Assicurazioni: colpo di frusta? Serve la radiografia
5 (100%) 4 votes
di | 23-08-2018 | Assicurazioni, Auto, RC Auto

Un pedone vi attraversa all’ultimo secondo. Una frenata di emergenza. Riuscite ad evitare la collisione. Nemmeno il tempo di far “calare” l’adrenalina ed in una frazione di secondo, il botto. L’auto dietro, vuoi perché non rispettava la distanza di sicurezza, vuoi per distrazione del guidatore (magari il cellulare?!?), vuoi per le gomme liscie, vi tampona. Sentite subito il dolore al collo. Siete nella ragione, l’assicurazione vi pagherà i danni subiti alla vostra auto, ma come la mettiamo con il dolore alla cervicale? Si chiama colpo di frusta. Cerchiamo di capire come comportarsi e cosa fare.

Sommario

Colpo di frusta

Il colpo di frusta può essere definito come un evento traumatico che interessa il rachide cervicale, dovuto quasi sempre ad un brusco movimento del capo. La testa “supera” i limiti fisiologici di escursione dell’articolazione e subisce un trauma. Il tamponamento, ricade proprio in un evento tipico di questa lesione. Il corpo subisce una forte accelerazione che porta ad andare verso l’anteriore mentre la testa va così a toccare il poggiatesta, subendo un danno da iperestensione. Un istante dopo, va verso l’anteriore con una velocità più alta rispetto al corpo, subendo un danno, questa volta, da iperflessione. Se l’auto è priva di poggiatesta o questo è regolato male, il danno da iperestensione sarà superiore.

Le conseguenze

Subendo una forte accelerazione, tutta la struttura del collo subisce un trauma. Difficilmente possono rompersi le fibre muscolari, ma queste, subendo un forte strappo, si sfilacciano fino ad una lacerazione, conosciuta come strappo muscolare. Con un banale tamponamento, dunque, si verifica un semplice stiramento, muscolare e dei legamenti cervico-nucali. Il nostro corpo sarà in grado di ripristinare il tutto, ma non riuscirà mai a raggiungere il livello di efficienza iniziale. Chiaramente, nonostante ogni individo sia “composto” vasi e nervi “coperti” e messi in sicurezza da ossa, muscoli e quant’altro, il trauma porta conseguenze più o meno gravi, a seconda dell’impatto subito.

I traumi

In base alla “potenza” del colpo, il danno sarà più o meno grave. Si va da una più blanda lesione muscolare e ligamentosa, con un marginale coinvolgimento delle strutture articolari (vertebre), ovvero “contrattura muscolare da riflesso protettivo”, fino ad arrivare ad una lesione del disco intervertebrale. Per il primo, i sintomi sono il classico dolore cervicale, ronzii alle orecchie, mal di testa e rigidità del collo. Per il secondo, formicolii (parestesie), brachialgie e sciatalgie. In quest’ultimo caso, con impatti fortissimi, si possono verificare erniazioni discali, fratture vertebrali e peggio, rottura del midollo spianale con paralisi degli arti. Con la rottura di C1 e C2, si può arrivare addirittura alla morte.

Cosa fare in caso di colpo di frusta?

Non siamo certo dei medici, quindi non entriamo nelle cure, cosa che lasciamo agli specialisti. Sicuramente la prima cosa da fare, anche in caso di lieve trauma, è recarsi in ospedale per degli accertamenti. Questo è fondamentale, non solo per la vostra salute, ma anche per ottenere un risarcimento da parte della compagnia assicurativa di chi vi ha tamponato, come vedremo a breve.

La legge

Il riferimento in tema di disciplina del danno non patrimoniale da incidente stradale, è regolamentato dagli articoli 138 e 139 del Codice delle assicurazioni. Con l’ultima legge sulla concorrenza, la 124/2017, si è chiarito una volta per tutte che devono essere fatti gli accertamenti strumentali per ricevere un rimborso. Questo soprattutto per i colpi di frusta lievi, ovviamente, difficilmente dimostrabili senza un vero e proprio referto. Nessun equivoco dunque, se fatti i rilevamenti strumentali da parte di un organo di Pronto Soccorso.

Su quella sentenza, la Cassazione ha così specificato: “l’accertamento strumentale risulterebbe, in concreto, l’unico in grado di fornire la prova rigorosa che la legge richiede“. In sostanza, c’è poco da aggiungere. La legge ha sentenziato, “serve la radiografia”, ergo, un referto medico di uno specialista che confermi il trauma subito, soprattutto in caso di lieve colpo di frusta.

0321.085995