Furto bicicletta: le cose da fare subito

di | 19-08-2019 | Assicurazioni
Furto bicicletta: le cose da fare subito

Quanti sono i furti di biciclette in Italia? L’unico rilevamento, effettuato da Fiab e ANCMA, risale all’ormai lontano 2013 e racconta di 320.000 mezzi rubati ogni anno. Il fenomeno è però in crescita e per questo motivo proprio l’Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori ha proposto l’istituzione del Ciclo Registro. Si tratta di un portale dove sarà possibile registrare il numero di telaio delle biciclette vendute, riproducendo così un certificato di proprietà. Lo strumento non fungerà da deterrente né terrà alla larga i malintenzionati. Cosa fare, allora, in caso di furto bicicletta?

Sommario

Come evitare i furti biciclette

Se neppure ricorrere all’antifurto bici o al miglior lucchetto bici è servito, non bisogna scoraggiarsi. Prevenire è meglio che curare, specie quando si tratta di sicurezza. Il primo consiglio è però quello di affidarsi a tutte le soluzioni presenti sul mercato, soprattutto se si lascia la propria due ruote a sostare in pubblico. Catene, bloster, antifurto gps, blocco bicicletta, archetti sono dispositivi utili per contrastare i furti biciclette, ma non sempre bastano.

Denuncia furto bicicletta: come fare

Un ultimo accorgimento da prendere è quello di scattare foto e di annotare personalmente il numero di telaio. Non valgono alla stregua di una prova, ma sono senza dubbio meglio della semplice descrizione di una bici. Quando si è vittime di un furto bicicletta, la prima cosa da fare è la denuncia bici rubata. Questa procedura può essere effettuata alla polizia o ai carabinieri, anche in assenza di un avvocato. Ma in presenza delle foto scattate, con lungimiranza, al telaio. La denuncia va sporta contro ignoti se non si conoscono i ladri, oppure effettuando nome, cognome e altri dati identificativi del malfattore, qualora si ritenga di esserne a conoscenza. Una volta presentata la querela, non resta che attendere mantenendo le speranze. Se proprio non si resiste alla tentazione di “aiutare le indagini”, si può inoltre fare un salto online su alcuni siti come Rubbici. Qui si troveranno notizie su bici rubate, bici sequestrate, bici sparite e bici recuperate. Chissà mai che anche la vostra non sia finita lì…

Riavere la bicicletta non sarà scontato, ma neppure impossibile. Per i trasgressori, invece, le pene sono discretamente severe. Il furto bici è punito con una multa da 154 a 516 euro e si rischiano fino a 3 anni di reclusione. Ma questa è solo una magra consolazione per chi è stato depredato di un oggetto dall’elevato valore affettivo e che, spesso, costa molto più della “semplice” multa.

Per evitare di trovarsi in una situazione tanto sgradevole è opportuno assicurare la bicicletta. Con le soluzioni offerte da alcune compagnie specializzate, si può tutelare la propria due ruote da ogni tipo di problema: furto totale o parziale, atti vandalici, danni elettronici o provocati da guasti e usura. Solitamente, le assicurazioni vanno sottoscritte entro tre mesi dall’acquisto di una nuova due ruote.

Chi siamo

Più letti

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTVMutui e Prestiti

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.