Moto e scooter 125 in autostrada e tangenziale: arriva il via libera

di | 20-08-2019 | Assicurazioni
Moto e scooter 125 in autostrada e tangenziale: arriva il via libera

Con la moto 125 posso andare in autostrada? Chiunque avanzi di grado dal comune cinquantino a uno scooter più evoluto, si è fatto la domanda almeno una volta. La risposta che si è dato (o ha ricevuto) finora, è destinata a cambiare. La riforma del Codice della Strada punta infatti ad allineare le regole italiane a quelle del resto dell’Unione Europea. Fino ad oggi infatti l’Italia è rimasto l’unico paese in cui moto e scooter 125 non possono circolare in autostrada e tangenziale. Il testo dovrebbe arrivare in Aula entro i primi di maggio, sancendo la svolta.

Sommario

125cc autostrada: cosa prevede il Codice della Strada

A essere rivisitato sarà l’articolo 175 Codice della Strada. Allo stato attuale il comma 2 dispone il divieto alla circolazione sulle autostrade, sulle strade extraurbane principali per:

  • Velocipedi, ciclomotori, motocicli di cilindrata inferiore a 150 cc se a motore termico
  • Motocarrozzette di cilindrata inferiore a 250 cc se a motore termico

Sanzione moto 125 in tangenziale

Fino ad oggi condurre uno scooter o moto 125 autostrada è stato punito con una multa da 41 euro a 168 euro. Non è previsto il sequestro del veicolo, ma gli organi di polizia impongono ai conducenti di abbandonare con gli stessi l’autostrada, dando la necessaria assistenza per l’abbandono.

Cilindrata scooter per autostrada: novità 2019

Il nuovo testo, che dovrà essere approvato in Parlamento, presenta questa importante novità. Moto e scooter con cubatura fino a 149 cc potranno circolare in tangenziale e autostrada. La condizione indispensabile è che il guidatore sia maggiorenne.

Moto 125: quale patente?

Occorre ricordare che per guidare uno scooter 125 bisogna essere in possesso della patente A1. Questa dà diritto a condurre motocicli fino a 125 cc di cilindrata, potenza massima di 11 kW e con rapporto potenza/peso non superiore a 0,10 kW/kg. Si può prendere a 16 anni, ma a quell’età non sarà possibile guidare in autostrada. Chi ha conseguito la patente B prima del 1986 non ha invece bisogno di prendere la A1: il suo titolo di guida gli permette di guidare moto di qualunque cilindrata.

Moto e scooter in autostrada: limiti velocità

Al vaglio delle forze di Governo c’è anche la revisione dei limiti velocità in autostrada. Nonostante le indiscrezioni dei mesi scorsi, non ci sarà alcun aumento. La velocità massima in autostrada resterà di 130 km/h e non salirà a 150 km/h. Chi supererà quel limite di velocità sarà passibile di multa se l’infrazione sarà rilevata da una pattuglia in servizio, tramite autovelox o tutor. Per quanto riguarda i limiti autostrada per moto 125, i proprietari di moto e scooter dovranno allinearsi a quelli previsti per gli altri veicoli.

In attesa di scoprire da quando scooter e moto 125 potranno circolare liberamente in autostrada e tangenziale, chi possiede questi mezzi non devono dimenticare gli altri obblighi derivanti. Primo fra tutti la regolare sottoscrizione di una assicurazione RC moto.

Chi siamo

Più letti

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTVMutui e Prestiti

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.