Punture d’insetto in vacanza: cosa fare?

Punture d’insetto in vacanza: cosa fare?
Il post ti è stato utile?
di | 23-05-2019 | Assicurazioni

Api, vespe, calabroni, bombi: chi non ha paura della puntura di questi insetti, alzi la mano! Cosa dobbiamo fare se siamo punti mentre ci troviamo in vacanza? E come possiamo riconoscere questi insetti ed evitarli?

Api, vespe, calabroni: non sono tutti uguali!

Come prima cosa, sono necessarie delle distinzioni. Api, vespe e calabroni sono tutti parte di una stessa famiglia di insetti, gli imenotteri. Però hanno comportamenti diversi. Per esempio le api e i bombi (che sembrano delle api molto grosse) non sono particolarmente aggressivi e pungono solo se costretti. Sono attratti dai fiori e, se non sono minacciati, è difficile che pungano. Vespe (più lunghe delle api, e con il corpo diviso in due segmenti) e calabroni (che sono delle vespe molto grosse e aggressive) sono invece più pericolosi, anche perché vengono attratti più che dai fiori, da sostanze zuccherine, carne e perfino birra.

Vespe e calabroni: come proteggersi se si pranza all’aperto

Attenzione quindi a picnic e barbecue: mai lasciare cibo e alcol in vista, perché potrebbe attrarre questi insetti. Qualora capitasse, allontanatevi senza fare movimenti bruschi.

In commercio sono facilmente reperibili diversi oggetti che fungono come dissuasori per vespe: sono contenitori di plastica piuttosto economici che fanno entrare l’insetto, attratto dalla mistura di acqua e zucchero, ma non lo fanno uscire.

Punture d’insetto: il danno è fatto, come rimediare?

Cosa fare però quando ormai la puntura è stata fatta? Anche con le dovute accortezze, purtroppo, può capitare – specie in estate – di essere punti da una vespa.

Non tratteremo del caso più grave: l’allergia alla puntura di imenottero può essere, in rari casi, fatale. Se si è allergici, bisogna sempre avere con sé il necessario per l’emergenza. In caso contrario occorre correre al più presto a un pronto soccorso per farsi somministrare eventuali cortisoni o, nei casi più gravi, l’adrenalina.

Per le eventualità più comuni, invece, la puntura di vespa è solo un brutto ricordo doloroso, il cui fastidio può essere attenuato grazie a qualche accortezza. Recarsi al pronto soccorso sarebbe esagerato: è sufficiente rivolgersi alla più vicina guardia medica, che specie nei luoghi di villeggiatura è sempre presente, e farsi applicare una pomata cortisonica. Il medico vi farà le domande di rito per sapere se siete già stati punti (e accertare quindi eventuali allergie), vi misurerà la pressione e il battito cardiaco. Sarà il dottore, dopo aver constatato il vostro stato di salute, a decidere la terapia più adatta e a darvi sollievo dal dolore. Attenzione anche ai bambini: se per loro è la prima puntura, è sempre meglio farsi visitare quanto prima da un dottore, proprio per scongiurare eventuali reazioni allergiche!

Attenzione ai costi imprevisti

Occhio, però, se viaggiate fuori regione o fuori dall’Italia. Anche i costi per un piccolo intervento medico potrebbero non essere bassi. È per questo che conviene sempre stipulare un’assicurazione viaggio che vi tuteli al 100% contro le spese impreviste.

Chi siamo

Più letti

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTVMutui e Prestiti

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.