Quali sono le patenti per moto, scooter e ciclomotori

Quali sono le patenti per moto, scooter e ciclomotori
Il post ti è stato utile?
di | 21-08-2019 | Assicurazioni

Essere adolescenti al giorno d’oggi equivale a essere cresciuti inseguendo il mito di Valentino Rossi e la leggenda di Marco Simoncelli. Se il Dottore di Tavullia ha attraversato i sogni di generazioni e generazioni di novelli centauri, è altrettanto innegabile che la diffusione delle due ruote motorizzate nel Belpaese abbia una genesi precedente alle sue imprese. Non tutti sanno, però, che dal 19 gennaio 2013 è cambiata la legge in materia di patenti.

Addio al vecchio patentino: ecco la patente AM

Da allora non viene più rilasciato il “patentino” per i ciclomotori. Per mettersi in sella a un veicolo di cilindrata massima di 50cc occorre disporre della patente AM. La si può ottenere a partire da 14 anni presso un’autoscuola o la Motorizzazione Civile, permette di guidare ciclomotori a 2 o 3 ruote (o quadricicli con massa a vuoto inferiore a 350kg, le cosiddette “microcar”) e con velocità massima di 45km/h e potenza inferiore a 4kw.

Consente di trasportare un passeggero solo una volta compiuti i 16 anni, età in cui avrà validità anche all’estero. Il suo conseguimento è subordinato al superamento di un esame pratico per il quale è propedeutico l’esito positivo di uno teorico che garantisce il rilascio del foglio rosa della validità di sei mesi.

Patenti per ogni cilindrata

A questo punto è opportuno ricordare che per ottenere qualunque patente (di tipo A o B) è indispensabile l’assenza di alterazioni anatomiche invalidanti. Inoltre la vista non può essere inferiore a 10/10 complessivi con almeno 2/10 per l’occhio che vede di meno. L’udito deve consentire di percepire, da ciascun orecchio, una voce ad almeno due metri di distanza. Ribadito ciò, e che la “B” conseguita prima del 1986 dà diritto a guidare qualsiasi mezzo a due ruote (chi l’ha ottenuta successivamente può guidare mezzi fino a 125cc soltanto entro i confini nazionali), ecco l’upgrade delle patenti per le due ruote.

  •  Patente A1. Si può conseguire a partire dai 16 anni e permette di guidare motoveicoli fino a una cilindrata di 125cc e di trasportare un passeggero. Si ottiene previo superamento di un esame teorico (quiz) e pratico. Quest’ultimo si effettua con un veicolo di cilindrata compresa tra 120 e 125cc e cambio manuale. Se si sostiene l’esame con uno scooter o moto senza marce, la patente sarà limita alla sola guida di motocicli con cambio automatico.
  •  Patente A2. Si può conseguire solo al raggiungimento della maggiore età. Consente di condurre moto e scooter fino a 35kW. Richiede il superamento di un esame teorico e pratico, ma il primo non è necessario se si è già in possesso della patente A1 o B. La pratica si sostiene con una moto di almeno 400cc e, come per la A1, non sarà possibile guidare una moto a marce se in sede di esame si sceglie di guidare con il cambio automatico.
  •  Patente A3 (o libera). Si può conseguire a partire dal ventesimo anno di età e solo se si è già in possesso della A2 da almeno due anni. Altrimenti bisognerà aspettare i 24 anni. L’esame teorico è obbligatorio se non si è in possesso della A1, A2 o B, altrimenti si passa direttamente alla pratica che verrà eseguita con una moto della cilindrata di almeno 600cc. Il suo ottenimento dà diritto a guidare moto senza alcun limite di cilindrata.

Completa il corredo della sicurezza con la migliore assicurazione moto

Una volta ottenuta la patente, ricorda di assicurare la tua moto scegliendo tra le migliori polizze presenti sul mercato. Potrai risparmiare scegliendo di installare la scatola nera o, se si tratta della tua prima assicurazione moto, beneficiando degli sconti previsti dalla Legge Bersani.

Chi siamo

Più letti

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTVMutui e Prestiti
02 20011111

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.