Revisione moto: le novità in vigore dal 20 maggio 2018

Revisione moto: le novità in vigore dal 20 maggio 2018
Il post ti è stato utile?
di | 21-05-2018 | Assicurazioni

Il 2018 è stato l’anno della rivoluzione nel campo delle revisioni dei veicoli. La data del 20 maggio ha infatti segnato una svolta importante sia nel settore auto che in quello moto. Recependo la Direttiva europea 2014/45, la quale prescrive che “ciascuno Stato membro provveda affinché i veicoli immatricolati nel suo territorio siano sottoposti a un controllo periodico da parte di centri autorizzati” , l’Italia muta le regole per i controlli tecnici obbligatori. Le nuove disposizioni sono state predisposte con l’obiettivo di  tutelare i consumatori contro i casi di frode nella compravendita di veicoli usati.

Arriva il certificato di revisione: cos’è e quali informazioni contiene

La novità più rilevante corrisponde all’introduzione del certificato di revisione. Questo documento rappresenterà una sorta di carta d’identità aggiornata del veicolo. In particolare saranno segnalati i chilometri percorsi (per evitare eventuali “ritocchi al ribasso”), mentre tutti i dati dovrebbero a breve convogliare in un documento unico destinato a sostituire a breve carta di circolazione e certificato di proprietà. Il certificato di revisione deve contenere obbligatoriamente i seguenti dati.

  •         Numero di identificazione e targa del telaio
  •         Simbolo dello Stato di immatricolazione
  •         Luogo e data in cui è stato effettuato il controllo
  •         Categoria del veicolo
  •         Carenze individuate e livello di gravità
  •         Lettura del contachilometri
  •         Risultato finale del controllo tecnico
  •         Nome di chi ha eseguito le verifiche e dati identificativi del responsabile del controllo
  •         Data prevista per il controllo successivo
  •         Altre informazioni

Revisione moto: scadenze e sanzioni restano invariate

L’unica cosa a non cambiare è il calendario: ciclomotori, motocicli e motoveicoli utilizzati per uso privato dovranno effettuare la prima revisione entro quattro anni dalla prima immatricolazione, mentre le ulteriori revisioni sono obbligatorie a intervalli di due anni.

Restano immutate anche le sanzioni per omessa revisione, come disciplinato dall’articolo 80 del Codice della Strada. Circolare con un motoveicolo sprovvisto di revisione costa una multa da 169 a 680 euro, con importo raddoppiato qualora venga accertata un’omissione per più anni. Oltre alla sanzione amministrativa può essere imposto anche il ritiro della carta di circolazione e l’obbligo di fermare il veicolo. Il costo della revisione è di 45 euro presso la Motorizzazione, 65,25 euro presso Agenzie ACI e 66,80 presso le officine autorizzate, sottoposte adesso a controlli maggiori con gli addetti ai controlli che saranno sottoposti a corsi di formazione e aggiornamento.

Ma la revisione moto è soltanto uno degli obblighi che la vostra due ruote comporta. Non trascurate gli altri, a partire da quelli relativi all’assicurazione moto.

Chi siamo

Più letti

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTVMutui e Prestiti
02 20011111

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.