Sospensione della polizza auto addio: le novità che ci aspettano

di | 29-11-2021 | News Assicurazioni, News Assicurazioni Auto, News e Varie

Sospensione della polizza auto: secondo le nuove regole stabilite dal Parlamento Europeo, gli assicurati dovranno pagare la RCA anche per i veicoli fermi. Scopriamo tutti i dettagli.

Sospensione della polizza auto addio: le novità che ci aspettano

Dal momento che molti automobilisti utilizzano il veicolo solo in alcuni periodi dell’anno, le compagnie di assicurazione offrono la possibilità di sospendere la polizza auto. Nei prossimi due anni, tuttavia, a causa di alcune nuove regole approvate dal Parlamento Europeo, non sarà più possibile chiedere alla propria assicurazione la sospensione dell’assicurazione auto. Ecco tutto quello che c’è da sapere sulla nuova direttiva europea.

Sommario

Sospensione della polizza auto: cosa dice la nuova direttiva europea

La polizza auto e moto dovrà essere pagata anche se il veicolo non verrà utilizzato. È questa la principale novità stabilita dal Parlamento Europeo lo scorso 21 ottobre del 2021 con una serie di nuove regole che vanno a modificare la Direttiva UE in materia di responsabilità civile (2009/103). Di certo non si tratta di una buona notizia per gli automobilisti ma vediamo meglio nel dettaglio cosa dice la nuova normativa. Il Parlamento Europeo, in sostanza, ha cambiato in parte la precedente direttiva 2009/103/CE relativa all’assicurazione di responsabilità civile dei veicoli, ampliando la definizione di “uso del veicolo” rendendo, di fatto, obbligatoria la copertura assicurativa. La nuova Direttiva definisce infatti:

[…] “‘uso del veicolo’ ogni utilizzo di un veicolo che sia conforme alla funzione del veicolo in quanto mezzo di trasporto al momento dell’incidente, a prescindere dalle caratteristiche del veicolo, dal terreno su cui è utilizzato e dal fatto che sia fermo o in movimento” […]

Perché il Parlamento Europeo ha deciso di vietare la sospensione della RCA?

La volontà del Parlamento Europeo non è certo quella di vessare ulteriormente gli automobilisti europei ma solo quella di garantire loro una maggiore sicurezza. In Italia, ad esempio, non esiste l’obbligo della polizza auto se il veicolo resta parcheggiato inutilizzato  in un luogo privato. Tuttavia, in caso di sinistro, a dover pagare i danni è il proprietario del mezzo e se questi non ha le risorse necessarie cosa succede? Il Parlamento Europeo, quindi, non vuole fare altro che evitare questo tipo di situazioni e fare in modo che il risarcimento del danno venga garantito. Il punto di partenza sono state alcune sentenze della Corte di Giustizia Europea che hanno stabilito l’obbligatorietà del risarcimento anche a chi dovesse restare coinvolto in un incidente stradale con una vettura parcheggiata in un’area privata.

Sospensione dell’assicurazione RCA: cosa cambia per gli assicurati?

Nonostante la nuova direttiva UE sia stata approvata lo scorso 21 ottobre del 2021 niente paura perché al momento e per i prossimi due anni sarà ancora possibile chiedere la sospensione della polizza auto. Gli Stati membri dell’Unione Europea hanno, infatti, a disposizione 24 mesi per recepire la direttiva e aggiornare il diritto nazionale. Inoltre è molto probabile che sarà possibile adottare delle contromisure. Nella nuova Direttiva del Parlamento Europeo c’è infatti scritto che, si, la polizza auto sarà obbligatoria per i veicoli fermi ma con una eccezione: l’uso difforme dalla destinazione d’uso del veicolo. Quindi, se ad esempio si tolgono le ruote e si usa il veicolo per generare corrente o per fornire energia agricola, o lo si sistema in esposizione, l’obbligo viene a cadere proprio perché il veicolo non è più utilizzato secondo la sua destinazione d’uso.

Sospensione della polizza auto: cos’è e come funziona?

La sospensione della polizza auto consiste nella possibilità di sospendere l’assicurazione per un periodo di tempo limitato e riattivarla nel momento in cui si ricomincia a utilizzare il veicolo. I mesi di sospensione non si pagano e non vengono neanche conteggiati nel calcolo della durata del contratto. Una soluzione molto utile quando non si utilizza una vettura per molto tempo e non si vuole pagare l’assicurazione inutilmente. Per poter richiedere la sospensione della polizza auto esistono però delle condizioni:

  • la vettura deve essere parcheggiata in un garage o in un altro luogo privato;
  • l’opzione della sospensione deve essere espressamente prevista dal contratto

Limiti alla sospensione dell’assicurazione auto

Le compagnie assicurative che consentono la sospensione della polizza auto pongono ovviamente dei limiti. Il nostro consiglio è quindi quello di leggere sempre con molta attenzione le clausole del contratto. Alcune compagnie, ad esempio, permettono al massimo una o due sospensioni in un anno, altre non prorogano la data di scadenza per sospensioni inferiori a 30 giorni, altre ancora non accettano la richiesta di sospensione se manca poco (in genere due o tre mesi) al termine della polizza. E anche la durata della sospensione non può superare un determinato periodo di tempo.

Direttiva Europea sulle polizze auto: le altre novità

Nell’aggiornamento della Direttiva CE 2009/103, il Parlamento Europeo ha poi stabilito altre nuove regole in materia di assicurazioni sulla responsabilità civile auto. Novità che, come quella relativa al divieto della sospensione della polizza auto, entreranno in vigore tra 24 mesi.

  • bici elettriche, monopattini elettrici e altri veicoli simili non avranno l’obbligo di assicurazione. L’unica condizione che dovranno rispettare è che la velocità massima raggiunta col motore elettrico non superi i 25 km/h; o che abbiano contemporaneamente peso netto massimo entro i 25 kg e velocità di progetto massima entro i 14 km/h. I singoli Stati membri, però, potranno decidere liberamente di imporre l’assicurazione RCA anche per questa tipologia di veicoli;
  • non sono soggetti all’obbligo di assicurazione neanche i veicoli utilizzati per competizioni motoristiche, né quelli in movimento per ragioni legate alla fabbricazione o al raggiungimento dei luoghi in cui saranno venduti. L’organizzatore della competizione e il responsabile della spedizione del mezzo tuttavia dovranno stipulare delle polizze specifiche con garanzie simili alla RCA;
  • stabiliti infine i nuovi massimali minimi per il risarcimento danni da incidente stradale: nel caso di danni alle persone € 6.450.000 per sinistro, indipendentemente dal numero delle persone lese e €  1.300.000 per persona lesa; nel caso di danno alle cose € 1.300.000 per sinistro, indipendentemente dal numero delle persone lese.

Vuoi saperne di più sulla sospensione della polizza auto? La tua assicurazione ha rifiutato la tua richiesta di sospensione e stai cercando una nuova compagnia per la tua RCA? O semplicemente vuoi conoscere le migliori offerte del momento nel mondo delle assicurazioni auto? Chiedi un preventivo online su Comparasemplice.it. Inserisci i tuoi dati qui sotto e in soli 10 minuti avrai la possibilità di mettere a confronto decine di preventivi. Scegli in tutta tranquillità l’offerta migliore per le tue esigenze e soprattutto per il tuo portafogli. Che stai aspettando? Chiedi un preventivo ora.

Compila il modulo!

Sarai contattato gratuitamente da un nostro operatore per una consulenza sulle migliori offerte

  • Servizio Gratuito Nessuna commissione
  • Nessun obbligo Nessun impegno
  • Le migliori offerte Prezzi bassi

Richiedi Proseguendo si accettano i Termini e le Condizioni del servizio

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.