Auto più attese del 2023: city car

di | 26-11-2022 | News Noleggio

Nel 2023 potremmo vedere diverse novità a livello di city car, soprattutto elettriche. Ecco qualche interessante ipotesi in merito

Auto più attese del 2023: city car

Tra Covid-19, crisi dei semiconduttori e guerra tra Russia e Ucraina, le cose non vanno certo bene. Il mercato auto ne ha ovviamente risentito, e di conseguenza anche i costruttori, a livello di progettazione di nuove auto, hanno rallentato. Logico dunque che tutto arrivi in ritardo, compreso il lancio delle nuove automobili. L’anno prossimo però, dovrebbe vedere il lancio di numerose citycar, auto importanti, soprattutto perché la maggior parte saranno elettriche.

Sommario

City car nel 2023, cosa aspettarsi

Forse la citycar più attesa di tutte, è il ritorno di un vero e proprio mito. Naturalmente parliamo del ritorno della storica Renault 5! L’abbiamo già vista su internet, una city car che sarà al 100% elettrica. Un’auto moderna, ma che si rifà, con un look neo-retrò, ad una delle utilitaria più vendute di sempre. Prodotta dal 1972 al 1984, prometteva tra i 36 ed i 47 CV. Poi ci fu la Super 5, auto prodotta fino al 1996 con motori tra i 42 ed i 72 CV. Ora la nuova Renault 5, offrirà il blocco da 100 kW (ovvero ben 136 CV!). L’autonomia promessa dalla casa francese è di 400 km, numero piuttosto interessante e sufficiente per una settimana circa di utilizzo. L’auto francese, si basa sulla nota piattaforma CMF-B EV.

Sempre per rimanere in Francia, ci saranno novità per la Citroen. Si perché la Casa francese dopo aver rinnovato la C4, e le varie C5 X e C4 X, dovrà forzatamente proporre una nuova C3, citycar vendutissima, anche grazie al suo design bombato a dir poco particolare. In teoria, i tecnici dovrebbero limitarsi a sviluppare il design esterno e quello degli interni, visto che la nuova Citroen C3 si baserà sulla medesima piattaforma già utilizzata dalle cugine Peugeot 208 e Opel Corsa. E’ dunque il momento di vedere una eC3! Voci parlano di due versioni, una più economica e meno potente, ed una più “standard”. La prima, per contrastare il dominio della Dacia Spring, la seconda, per affiancarsi proprio a Peugeot e-208 e Opel Corsa-e, magari non superando i 36.000 euro di listino, come fanno queste. Proprio la Peugeot e-208 e la Opel Corsa-e, non dovrebbero subire cambiamenti, se non al massimo un leggerissimo face lift. Proprio la francese, è una delle elettriche più vendute, un’auto che non ha certo bisogno di presentazioni.

Scontro tra titani

Non è poi assolutamente da sottovalutare la splendida Honda e:Prototype. Nel calderone poi, ci vogliamo mettere anche la più potente di tutte le citycar, la Fiat 500! No, qualcosa non va, non è lei la più potente, quanto la sua versione pepata. Parliamo della Abarth 500-e, auto che dovrebbe sfiorare la bellezza di 200 cv! C’è poi altro, come la Mini elettrica. La Mini Cooper SE ha attualmente un’autonomia di 234 km, ma dalla Germania fanno sapere che nel 2023 potrebbe arrivare la Mini elettrica più potente di sempre. Una battaglia che si giocherebbe con la Abarth 500-e, la prima stradale elettrica del marchio dello Scorpione.

City car 2023: cosa bolle (ulteriormente) in pentola

Possiamo poi citare anche la Seat E-Born, auto che prende il nome da una regione di Barcellona, ma che soprattutto promette gran divertimento alla guida. La Seat El Born, che ha un’autonomia di 420 km, ha un prezzo a partire da 37.500 euro, abbastanza in linea con la concorrenza. Lei però, è commercializzata in due varianti di batteria, da 58 kWh o da 77 kWh, e in due livelli di potenza, da 204 CV o da 231 CV. Va però detto che lei, è una compatta di segmento C. Ci si aspetta poi molto anche da Hyundai, che dovrebbe rivedere la sua i10, nata ormai nel lontano 2019. Si parla di restyling, soprattutto per la parte anteriore. E la Cina? Beh, l’attesa per la MG4 Electric ci sta tutta. Forse però, ha poco della citycar, e più del crossover.

Il futuro

Facciamo un piccolo passo indietro, per riparlare di Hyundai e del marchio cugino, Kia. Il primo, ad esempio, non ha specificato se tra gli 11 nuovi modelli elettrici a marchio Hyundai, ci saranno citycar. Idem per le 14 novità a marchio Kia. L’ultimo dei due marchi coreani, ha poi annunciato da poco l’avvio produttivo nel Vecchio Continente di non meglio specificate “auto elettriche compatte e medie” entro il 2025. Il 2023 dunque, è forse un po’ troppo presto. Hyundai ha invece registrato dei, compresi Ioniq 1 e Ioniq 2, al pari di Kia, con le EV1 ed EV2. Auto piccine, che dunque dovremmo vedere tra poco.

Abbiamo poi parlato di Mini. Il nome della piccola vettura potrebbe essere MINI Minor, ma non è dato sapere. Se ne parla da anni, ed è da anni che attendiamo. Un’auto che dovrebbe essere sui tre metri e mezzo, e che dovrebbe nascere dalla joint venture Spotlight Automotive Project, creata da BMW e Great Wall nel 2019. Prodotta in Cina, avrà tre porte, sarà dunque elettrica e dovrebbe prendere ispirazione, a livello di design dalla MINI Rocketman concept del 2011 e 2012.

C’è poi Toyota, che ha annunciato ben trenta modelli elettrici entro il 2030. La city car ,dovrebbe trarre ispirazione dal concept bZ Small Crossover. Il nome? Si parla di Toyota bZ1. Sarà un SUV compatto, sulla linea della Aygo X per capirsi. Toyota è stata abbastanza chiara anche su prezzo e autonomia. Piccolo il primo, lunga la seconda. Staremo a vedere. Chiudiamo infine con il gruppo Volkswagen. La piccola elettrica Volkswagen ID.1, dovrebbe, o meglio, potrebbe, sostituire la e-up!. Questa nuova citycar elettrica porterà al debutto la nuova piattaforma MBE Lite. Avrà misure vicine a quelle di una Polo. Essendo poi il Gruppo Volkswagen, c’è da aspettarsi qualcosa di nuovo per Cupra, Skoda e Seat. Vedremo…

Compila il modulo!

Sarai contattato gratuitamente da un nostro operatore per una consulenza sulle migliori offerte

  • Servizio Gratuito Nessuna commissione
  • Nessun obbligo Nessun impegno
  • Le migliori offerte Prezzi bassi

Richiedi Proseguendo si accettano i Termini e le Condizioni del servizio

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.