Autovelox: tolleranza limite di velocità, cosa c’è da sapere

di | 03-04-2021 | Auto

Una tolleranza, c'è, che serve per "ammortizzare" gli eventuali guasti tecnici. Scopriamo insieme quant'è...

Autovelox: tolleranza limite di velocità, cosa c’è da sapere
Confronta

Qual è lo spauracchio di tutti gli automobilisti e motociclisti? Ovviamente, la multa per eccesso di velocità! Come si determina? Con delle apparecchiature che devono essere rigorosamente omologate. Chiamateli autovelox, chiamateli tutor, telelaser, la loro funzione è sempre la medesima, rilevare la velocità del veicolo, ed in caso, procedere con la sanzione. E’ però prevista una minima tolleranza, una sorta di “sconto”, poiché entrano in gioco diverse varianti, come un tachimetro non preciso, od un minimo di velocità in più per mezzi potenti. La possibilità di piccoli errori strumentali, sono dunque considerati, ma qual è l’effettiva tolleranza? Scopriamolo insieme.

Sommario

La tolleranza del limite di velocità

La regola è molto semplice: al valore rilevato dall’apparecchiatura, va poi tolto un 5%. C’è poi un minimo, stimato in 5 km/h. Non è assolutamente difficile, ma per capire, magari può aiutare qualche esempio. Iniziamo con quello che è il limite più noto, ovvero quello dell’autostrada, che per l’Italia è fissato in 130 km/h. In questo caso, applicando il 5% di cui sopra, la tolleranza dell’autovelox è precisamente di 136 km/h. Perché? Perché una volta applicata la riduzione del 5%, si scende a 129,2. In sostanza dunque, per ricevere la multa, dovremo superare i 137 km/h.

“Scendendo”, troviamo le strade extraurbane principali, ove il limite è di 110 km/h.  L’autovelox, prevedrà dunque una tolleranza fino a 115 km/h. Sulle strade extraurbane secondarie (90 km/h massimi), la tolleranza dell’autovelox scenderà a 95 km/h, ed infine abbiamo i centri urbani. Qui, il limite è 50 km/h, ma la tolleranza dell’autovelox è fino a 55 km/h. In sostanza dunque, sulle multe rilevate con autovelox già troveremo l’importo al netto della tolleranza.

Le sanzioni previste dal Codice della Strada

Chiaramente, sono previste delle sanzioni dal Codice della Strada. I limiti di velocità, sono regolati dall’art. 142. Sono previste sanzioni a livello economico, ma anche la decurtazione dei punti patente e, in caso, la sospensione della stessa. Vediamoli insieme:

  • Superamento dei limiti massimi di velocità di non oltre 10 km/h: multa da 42 a 173 euro.
  • Superamento dei limiti massimi di velocità di oltre 10 km/h e non oltre 40 km/h: multa da 173 a 695 euro, e – 3 punti patente.
  • Superamento dei limiti massimi di velocità di oltre 40 km/h ma non oltre 60 km/h: multa da 544 a 2.174 euro, sospensione della patente da 1 a 3 mesi e meno 6 punti.
  • Superamento dei limiti massimi di velocità di oltre 60 km/h: multa da 847 a 3.389 euro, sospensione della patente da 6 a 12 mesi e meno 10 punti.

Neopatentati: attenzione

Infine, i neopatentati devono fare molta attenzione. Perché? Perché i neopatentati devono osservare limiti di velocità più rigorosi. Per loro, non c’è possibilità di andare oltre i 100 km/h in autostrada ed oltre i 90 km/h sulle strade extraurbane principali (art. 117 Codice della strada) per i primi 3 anni dalla data di conseguimento della patente.

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.