Bifuel: significato e performance

di | 14-02-2021 | Auto

Bifuel: significato e performance. Ecco tutto quello che c'è da sapere su questa "doppia" alimentazione. Pro e contro

Quante volte sentiamo parlare, sia nelle pubblicità, che su internet, di Bi-Fuel. Cosa significa? A livello di performance, cambia qualcosa? Scopriamo dunque insieme cosa c’è da sapere sull’argomento. Parliamo di automobili, ovviamente, anche perché le bi-fuel rappresentano una buona fetta di mercato per i costruttori. Ecco perché questi ultimi continuano ad investire. Ovviamente meno rispetto alle elettriche ed alle ibride, ma scopriamo qualcosa sull’argomento.

Sommario

Bi-Fuel, cosa significa?

Si parla di modelli bi-fuel, quando abbiamo un modello a benzina con l’aggiunta di un impianto in grado di alimentare il motore anche a GPL (Gas di petrolio liquefatto) oppure a metano. Nel primo caso, il GPL, è un carburante creato con una miscela di idrocarburi ricavata dalla raffinazione del greggio o durante l’estrazione petrolifera. I principali componenti del GPL sono il propano (C3H8) ed il butano (C4H10). Nel secondo caso, trattasi di carburante estratto da pozzi naturali, che risulta formato da un atomo di carbonio e quattro di idrogeno. Poiché rilascia poche emissioni nocive, inquina meno del GPL. Il metano è poi particolarmente leggero e si disperde facilmente nell’atmosfera. E’ però meno performante del GPL.

Bi-Fuel: le performance

Parliamo ora di performance. L’auto bi-fuel, è di base a benzina. Questo significa che, quando è alimentata, avremo il massimo delle prestazioni. Chiaramente, i consumi aumenteranno con i CV… Quando invece si sfrutta il “lato oscuro”, quello a GPL o metano che sia, le cose cambiano. Le performance sono inferiori, poiché sia il primo che il secondo, non bruciano bene come la benzina. Premendo un pulsante commutatore dunque, il guidatore sceglierà cosa sfruttare, se benzina per avere il massimo della potenza, i il combustibile alternativo per risparmiare.

In ogni caso, è noto che tra i due, GPL e metano, il primo offra prestazioni decisamente superiori. Facciamo un esempio per capire meglio. Prendiamo l’auto più venduta d’Italia, la Fiat Panda, offerta in praticamente ogni tipo di versione, dalla benzina alla ibrida, passando per la diesel e, appunto, le bi-fuel. Lei, viene proposta bi-fuel sia a GPL che a metano. Nel primo caso, abbiamo il medesimo motore che monta la versione a benzina, ovvero un 1.2. Offre 69 CV, servono meno di 22 euro per un pieno di GPL e a detta del costruttore, si possono percorrere oltre 970 km con entrambi i serbatoi. La versione Easy (listino 2020) viene 14.750 euro ed i consumi dichiarati sono di 5,6 litri ogni 100 Km.

Per la versione a metano, abbiamo un motore differente, uno 0.9 litri da 70 CV. I consumi dichiarati sono di 5,5 kg ogni 100 Km, per un prezzo di listino di 16.250 euro, sempre per la versione Easy. Il motore della metano, per arrivare a quella potenza però, sfrutta un turbocompressore… altrimenti i CV scenderebbero vertiginosamente. Come potete vedere, come consumi, ci siamo, ma il prezzo di acquisto per la GPL è decisamente inferiore. Va poi vista la manutenzione, che varia in base ai modelli, mentre il costo al distributore vede: GPL, circa 0,600 euro/litro, circa 0,97 euro/Kg. In ogni caso, se volete risparmiare, la bi-fuel, soprattutto in città, può essere la giusta risposta.

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.