Certificato di revisione auto e moto: cos’è, quali informazioni contiene e quanto costa

di | 30-05-2020 | Auto
Certificato di revisione auto e moto: cos’è, quali informazioni contiene e quanto costa

Dal 31 marzo 2019 in occasione di ogni revisione auto o moto viene rilasciato il certificato di revisione. Introdotto recependo la Direttiva europea 2014/45, questo documento serve a contrastare le frodi nella compravendita di auto usate. L’obiettivo è quello di garantire maggiore sicurezza ai clienti che acquistano automobili di seconda mano. Molto spesso, infatti, chi le rivende manomette i contachilometri a beneficio del prezzo di rivendita. Con il certificato di revisione auto questa pratica illecita non sarà più esercitabile.


Sommario

Cosa è il certificato di revisione dell’auto e della moto

In Italia, siamo i numeri uno nella burocrazia. Ecco dunque arrivare un altro pezzo di carta, il Certificato di Revisione auto. Cos’è? E’ un nuovo documento divenuto obbligatorio a partire dal 31 marzo 2019. Il documento dunque, è entrato ufficialmente in vigore nel Bel Paese l’anno passato. C’è stata chiaramente un po’ di confusione, ma andiamo per gradi. Quando effettuate la revisione alla vostra auto o moto che sia, la norma obbliga l’Ente certificatore al rilascio dell Certificato di Revisione.

Su questa carta, troviamo i dati del nostro mezzo, ovvero: telaio, numero di targa, numero di chilometri percorsi e data di scadenza della prossima revisione. Cosa c’è di nuovo? Ai più attenti non sarà sfuggito un dato che fino a questo momento non era rilevante e fondamentale ai fini della revisione: il chilometraggio del mezzo. Tutto questo è stato fatto per evitare i “truffaldini” del tachimetro, o quantomeno limitare i danni. Un esempio? Prima revisione, quarto anno dall’immatricolazione: il vostro mezzo al rilevamento ha 40.000 km. Dopo due anni, non potrà averne certo di meno, anche se è stato tenuto fermo.

Questo documento viene inviato al Ministero dei Trasporti ed inoltre i dati del mezzo, confluiscono nel Documento Unico dell’auto e della moto, caricato direttamente sul Portale dell’Automobilista. Niente più truffe con i chilometri? Non proprio. Sicuramente si possono limitare i danni, ma riprendendo il nostro esempio, dopo due anni il nostro mezzo potrebbe far registrare 40.010 chilometri, perché potrebbe essere rimasto “fermo”!

Revisione auto: scadenza e costi

Il primo controllo periodico va effettuato a quattro anni dall’immatricolazione e, successivamente, a cadenza biennale. Controlli annuali sono previsti soltanto per ambulanze e taxi. La revisione va effettuata presso i centri revisione auto autorizzati ad eseguire i controlli revisione veicoli. Nello specifico si tratta di Motorizzazione, ACI e officine autorizzate. Le tariffe sono le seguenti:

  • Motorizzazione: 45 euro
  • Agenzie ACI: 65,25 euro
  • Centri di revisione e officine autorizzate: 66,80 euro (45 euro costo revisione ai quali si aggiungono IVA, diritti di Motorizzazione e bollettino postale)

Tagliando-revisione: differenze

Revisione e tagliando non sono sinonimi. Confusi in maniera sistematica ed errata, questi due vocaboli hanno significati ben diversi. La revisione è un controllo tecnico obbligatorio che serve ad accertare che l’auto possa circolare sulle strade pubbliche. Per farlo occorre il rispetto dei livelli stabiliti dalla legge per emissioni inquinanti e acustiche. Dal 2019 il superamento viene confermato col rilascio del certificato di revisione. Il tagliando auto è invece un controllo da eseguire finché dura la garanzia di un’automobile. Se durante questo periodo non viene fatto, scade il diritto alla garanzia della casa madre. Questo check-up sullo stato di salute dei componenti può essere fatto sia su un arco temporale (uno o due anni) che sul numero di km percorsi.

Revisione auto e moto: cosa controllano

Rispetto a prima, a livello di controlli in officina, non cambia assolutamente nulla, se non, come detto, il controllo dei chilometri. L’addetto verificherà dunque i gas di scarico, la rumorosità del mezzo, gli ammortizzatori, i braccetti, gli pneumatici, i freni e tutta la parte sotto del mezzo. Per le auto, viene poi controllato il freno di stazionamento, le cinture di sicurezza e poi l’impianto elettrico, come fanali, indicatori di direzione e clacson.

In cosa consistono, in breve, le revisioni auto e moto? Sia durante la prima che in quelle successive viene verificata l’efficienza di alcuni componenti e non solo. Vengono controllati:

  • Stato di sospensioni, impianto frenante, marmitta, luci e avvisatori acustici
  • Leggibilità del numero di telaio e coincidenza con quanto riportato sul libretto di circolazione
  • Regolarità delle emissioni inquinanti e sonore
  • Presenza di danni alla carrozzeria
  • Presenza e idoneità del triangolo di emergenza
  • Idoneità e presenza dei cristalli

Il superamento del collaudo tecnico è propedeutico al rilascio del certificato di revisione auto.

Certificato di revisione: quali informazioni contiene

Sul Certificato di Revisione, non dovrà essere indicato solo l’esito dei controlli effettuati dall’officina autorizzata o chi per essa, ma anche altri dati. Troveremo dunque il numero di identificazione del veicolo, la targa del mezzo, il simbolo dello Stato di immatricolazione ed il luogo e la data di revisione. Ci sarà poi la lettura del contachilometri, così come la categoria di veicolo e le eventuali carenze individuate. Inutile aggiungere che sarà poi riportato il risultato finale, la data del prossimo controllo ed i dati dell’ispettore responsabile della revisione effettuata. A livello di costi, non ci sono praticamente differenze.

In breve, il CdR contiene dati identificativi del veicolo, esito dei controlli sostenuti e numero dei chilometri effettuati dal veicolo. Sul certificato di revisione auto sono riportati tutti questi dati:

  • Numero di targa del veicolo
  • Simbolo dello Stato in cui è stato immatricolato
  • Data e luogo in cui è stata effettuata la revisione
  • Risultato del controllo tecnico effettuato
  • Eventuali carenze riscontrate e livello della loro gravità
  • Numero di chilometri percorsi al momento del controllo
  • Dati identificativi di chi ha svolto il controllo e dell’ispettore
  • Data di scadenza del CdR
  • Data entro la quale effettuare la successiva revisione

Una volta terminata la revisione, il documento viene consegnato all’intestatario dell’auto. In seguito viene trasmesso al Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture e reso pubblico e consultabile sul Portale dell’Automobilista.

La revisione auto è uno dei tanti obblighi appartenenti a qualsiasi automobilista. Il primo e più importante è quello di affidarsi a un’assicurazione auto. Da noi potrai confrontare le offerte delle migliori compagnie e scegliere quella su misura per te. Inserendo pochi dati utili riceverai un preventivo gratuito che avrai modo di valutare per ben due mesi prima della sua convalida.

Chi siamo

Più letti

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTVMutui e Prestiti

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.