Come collegare i cavi batteria all’auto

di | 11-12-2021 | Noleggio Lungo Termine

Avviare un'auto quando non ne vuole sapere nulla? Ecco come fare e soprattutto cosa evitare per non farsi male

Come collegare i cavi batteria all’auto

Purtroppo può capitare, soprattutto in inverno con le temperature più base. Scendi per andare a lavorare, giri la chiave nel quadro e… “puf”, il nulla. L’auto non si avvia, è muta, il motore non da segni di vita. Di chi è la colpa? Al 99%, della batteria. Questa, si può scaricare, e solitamente, non proprio per colpa sua, ma del proprietario che non è stato poi così attento. Avete lasciato le luci accese? Usate pochissimo l’auto? Non la avviate da molto tempo? Ok, potrebbe magari esserci un assorbimento e quindi non è colpa vostra. In ogni caso, prima di cambiarla, potete provare a vedere se si recupera. Dovrete utilizzare i cavi di avviamento. Vi aiutiamo a capire come si fa senza fare danni in maniera semplice.

Sommario

Cosa serve?

Per avviare l’auto con la batteria scarica, è necessario avere due cose: i cavi di avviamento ed un’altra batteria molto più potente o una seconda automobile con batteria funzionante. Nulla di più dunque, anche perché come andremo a vedere, non è nulla di complicato da eseguire.

Come collegare i cavi

Difficilmente si ha a disposizione una seconda batteria, mentre è sicuramente più facile avere a disposizione una seconda automobile che verrà in nostro soccorso. La prima cosa da fare, è spegnere l’auto ed aprire entrambi i cofani delle auto. Si consiglia di spegnere tutti gli accessori, come luci, radio ed altro. A questo punto, fate attenzione a non incrociare i cavi e procedete come andiamo a descrivere. La prima pinza rossa va collegata al polo positivo, contraddistinto dal segno + della batteria scarica. La seconda pinza rossa, va collegata al polo positivo, +, della batteria carica.

A questo punto, passiamo alla seconda fase. Prendiamo la prima pinza nera e colleghiamola al polo negativo contraddistinto dal segno -, alla batteria carica. La seconda pinza nera, va collegata ad un pezzo di metallo della scocca. E’ importante che questo non sia arrugginito e non verniciato. Ricordatevi che quest’ultimo collegamento deve possibilmente essere lontano dalla batteria, ma soprattutto non va
collegato al polo negativo della batteria scarica. Potrebbero infatti innescarsi delle scintille.

A questo punto, avviate il mezzo che è venuto in vostro soccorso e lasciate girare il motore al minimo per 5 minuti. Provate ora ad avviare il motore dell’auto con la batteria scarica. Qualora non dovesse avviarsi, attendete altri 5 minuti e riprovate con la medesima operazione. Avviato il mezzo in panne, potete scollegare i cavi nell’ordine inverso. Mantenete ovviamente il motore acceso e possibilmente con il minimo più alto per almeno 20 minuti. Chiaramente, potete anche circolare. Così facendo, la batteria si ricaricherà grazie all’alternatore.

Fate attenzione a…

Ci sono chiaramente delle piccole precauzioni da seguire. Si consiglia infatti di non stare con il volto vicino ai cavi ed alle batterie. Evitare di fumare vicino agli accumulatori, poiché le batterie scariche producono gas idrogeno (è infiammabile). Utilizzare sempre cavi di qualità e con uno spessore di almeno 25 mm². Ricordatevi, infine, che auto a benzina e auto diesel hanno amperaggi differenti. Le auto a gasolio, sono infatti dotate di batterie superiori. Se i cavi non sono professionali, potrebbero subire danni, con ovvie conseguenze per la vostra incolumità.

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.