Come funzionano le colonnine di ricarica auto

di | 24-09-2022 | News Noleggio

Ecco tutto quello che c'è da sapere sul funzionamento delle colonnine di ricarica auto

Come funzionano le colonnine di ricarica auto
Confronta

Parliamo ancora di motori elettrici. Come si ricaricano le batterie? Con l’elettricità. Sì certo, ma servono dei punti di ricarica, come le colonnine elettriche. Vi siete mai chiesti come funzionano? Cerchiamo di soddisfare questa curiosità, cercando di spiegarvi nella maniera più semplice e comprensibile. Vediamo dunque insieme cosa c’è da sapere.

Sommario

Potrebbe interessarti anche:

Cos’è una colonnina di ricarica elettrica

Partiamo dall’inizio, ovvero cerchiamo prima di capire cos’è una colonnina per la ricarica elettrica. La risposta è estremamente semplice: è semplicemente un distributore di energia. Niente benzina né gasolio, bensì elettricità che servirà a ricaricare la nostra automobile equipaggiata con un motore elettrico. Naturalmente esistono più tipi di colonnine. Le più classiche ed ingombranti a palo, ma dobbiamo citare anche quelle a parete o portatili. Se state pensando al wireless, purtroppo niente ancora. Si sta però studiando e sviluppando la cosa.

Come ricaricare le auto elettriche

Se state pensando alla procedura di ricarica, ovvero a come si ricarica un’auto elettrica, ve lo diciamo subito. Serve un caricatore, pezzo che ha funzione di interruzione dell’erogazione di energia in caso di eventuale danneggiamento della batteria. Ovviamente deve esserci compatibilità tra automobile e colonnina di ricarica, a prescindere che questa sia pubblica o privata.

Naturalmente le colonnine private sono allacciate alla rete locale, e si attivano grazie alla connessione alla rete elettrica, in seguito all’intervento di un tecnico. Possono essere naturalmente installate nelle abitazioni, così come presso i garage e posteggi di centri commerciali, ma anche negozi e ristoranti, così come hotel e ovviamente i parcheggi privati delle aziende. Quanto alle colonnine pubbliche, la cosa è diversa. Sono infatti installate dagli stessi fornitori di energia e dai gestori di rete. Trovano spazio sulle strade pubbliche, così come nei parcheggi pubblici. Ovviamente tramite le app dedicate o alcuni siti internet, si può sapere dove si trovano.

Pensiamo a JuicePass, l’applicazione di Enel X, a Plug&Go, l’app di Edison, ad e-Moving, l’applicazione di A2A (tra Milano e Brescia), ad Open Charge Map (in tutto il Mondo) ma anche Nextcharge o PlugShare. Insomma, ormai c’è una copertura totale!

Come avviene la ricarica tramite colonnina

Partiamo dal fatto che, per attivare la colonnina, serve una card di riconoscimento od una apposita App fornita da gestore del servizio. Tramite una di queste due è così possibile avviare la ricarica e poi terminarla alla fine del processo di ricarica. Ci sono diverse tipologie di colonnine. Parliamo di quelle che hanno la classica forma di colonnina o distributore. Parcheggiata l’auto vicino alla colonnina di ricarica, appurato che la nostra auto sia compatibile, dobbiamo capire quale ricarica effettuare, se quella lenta o quella veloce. La prima (da 6 a 8 ore), funziona a corrente alternata. Questa presenta il dispositivo Control Box che va a gestire la sicurezza di tutte le operazioni nel corso della ricarica. La seconda (entro 15 minuti), funziona a corrente continua (fino a massimo 200 A).

Ovviamente, possiamo anche effettuare una ricarica parziale. Se non abbiamo possibilità di lasciare l’auto ferma per ore… è una scelta obbligata. In tema di cavi, ovvero quelli che consentono di collegarsi alla colonnina, ne sono previsti tre tipi per la legge. Il cavo sempre collegato al veicolo, il cavo scollegato dal veicolo e dalla colonnina ed il cavo sempre collegato alla colonnina. Ora sapete tutto!

Compila il modulo!

Sarai contattato gratuitamente da un nostro operatore per una consulenza sulle migliori offerte

  • Servizio Gratuito Nessuna commissione
  • Nessun obbligo Nessun impegno
  • Le migliori offerte Prezzi bassi

Richiedi Proseguendo si accettano i Termini e le Condizioni del servizio

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.