Come installare colonnina ricarica auto elettrica

di | 25-09-2022 | News Noleggio

Se avete una attività commerciale e volete installare una colonnina di ricarica per auto elettriche, ecco cosa c'è da sapere per aiutare i vostri clienti

Come installare colonnina ricarica auto elettrica
Confronta

Se avete un’auto elettrica, sapete bene quanto sia importante poter ricaricare questa. Se poi avete un’attività commerciale, allora la cosa può diventare quasi indispensabile. Se poi addirittura parliamo di alberghi, agriturismi, od altro, poter offrire ai propri clienti un punto di ricarica nella propria struttura, è un plus da non sottovalutare. Un cliente con un’auto elettrica, vi sceglierà con molte più probabilità. La cosa, vale anche per dei punti di ristoro. Mentre il cliente mangia un boccone, potrà ricaricare comodamente la propria auto. Parliamo dunque di installazione, o meglio, di concessione per uno o più stalli di ricarica.

Sommario

Potrebbe interessarti anche:

I requisiti

Quali sono i requisiti per installare una o più colonnine di ricarica? Come tutti sappiamo, un’auto elettrica richiede parecchia corrente per la ricarica. Occorre dunque avere un impianto che superi i 6 kW di potenza. Attenzione però, l’impianto deve essere progettato e firmato da un ingegnere. Così “facile”? Non proprio, poiché la disponibilità di energia sottintende una tipologia di cavi ed una progettazione in grado di supportare 22 kW di disponibilità totale.

I lavori

Di meno complicato, la possibilità di effettuare i lavori. Non è infatti prevista nessuna autorizzazione particolare. Basta una semplice comunicazione di una Scia al comune (sempre se parliamo di suolo privato naturalmente). Se volete installarla su suolo pubblico, dovrete richiedere una apposita autorizzazione al comune. Quanto all’impianto, si rifà alla Norma 64/8 sezione 722 sugli impianti Cei. Una normativa dedicata proprio all’alimentazione dei veicoli elettrici stradali puri ed ibridi plug-in. Non dimentichiamo che l’installazione di una colonnina di ricarica per auto, segue la direttiva europea del 2014.

Andiamo avanti. Quanto ai connettori di ricarica, fanno riferimento ad una normativa europea. Lo standard per le ricariche, è la Tipo 2 IEC 62196 (colonnine interoperabili). A livello di sicurezza, bisogna invece far riferimento alla IEC 61851-1 in conformità Modo 3. Questa prevede un’elettronica di controllo che utilizza un sistema di comunicazione universale tra la stazione ed il veicolo elettrico attraverso un circuito PWM – Pulse width Modulation. Parliamo pure sempre di elettricità

Installazione: come avviene

Una volta che abbiamo concluso i vari processi di autorizzazione, possiamo pensare all’installazione. Tutto inizia con i documenti forniti dal progettista e dall’installatore, con i tecnici che ancorano al basamento il corpo della colonnina. Si passa poi cablaggi, per poi dare corrente. Tutto deve funzionare alla perfezione, e deve essere verificato ogni singolo componente. Quando sono stati fatti i vari aggiornamenti software e firmware, si verifica la comunicazione dell’ecosistema da remoto tra colonnina e applicazione. Fatto questo, potremo effettuare un vero e proprio test con una ricarica veicolo. Vi ricordiamo che, sullo schermo, potrete anche proiettare una vostra pubblicità, così da migliorare l’aspetto della colonnina, e dare una immagine più professionale.

Solo vantaggi

Come accennato in apertura, avere una colonnina di ricarica nella propria struttura recettiva è visibilità, una pubblicità non da poco. Per capirsi, è come avere la piscina in estate. Pensiamo poi ad altro, andiamo oltre. Avere una colonnina di ricarica, significa entrare a far parte di un circuito di app di ricarica. Il cliente, cercando un punto di ricarica, vi noterà sicuramente! Un’investimento troppo alto? Vero, ma sarà ammortizzato nel tempo, e vi ricordiamo che le auto a combustione… hanno gli anni contati.

Compila il modulo!

Sarai contattato gratuitamente da un nostro operatore per una consulenza sulle migliori offerte

  • Servizio Gratuito Nessuna commissione
  • Nessun obbligo Nessun impegno
  • Le migliori offerte Prezzi bassi

Richiedi Proseguendo si accettano i Termini e le Condizioni del servizio

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.