Disdetta anticipata polizza auto: come funziona

di | 27-02-2019 | News Assicurazioni Auto, News Noleggio

Avete intenzione di disdire la vostra assicurazione auto prima della scadenza del contratto ma non siete sicuri se ci saranno penali di recesso da pagare o meno?

Disdetta anticipata polizza auto: come funziona

È possibile disdire l’assicurazione auto prima della scadenza? Se avete intenzione di disdire la vostra assicurazione auto prima della scadenza del contratto ma non siete sicuri se ci saranno penali di recesso da pagare o meno ecco una guida che può fare al caso vostro. Se non siete soddisfatti del servizio o delle condizioni contrattuali offerte dalla vostra compagnia assicuratrice, voler procedere a una disdetta anticipata polizza auto è, a nostro parere, più che lecito. Tuttavia, bisogna prestare attenzione ai tempi e alle modalità della procedura di disdetta proprio per evitare di pagare onerose penali di recesso.

Sommario

Come disdire una polizza auto prima della scadenza annuale

La materia è abbastanza complessa e necessita di alcune distinzioni. Le assicurazioni auto hanno, in genere, una durata annuale e con l’abolizione del tacito rinnovo per dare disdetta della rc auto in realtà non occorre far nulla, se non attendere la naturale scadenza del contratto e scegliere la nuova compagnia assicurativa.

Può succedere però che l’assicurato voglia recedere prima della scadenza naturale del contratto di assicurazione per motivi diversi. Può accadere che il proprietario dell’auto voglia vendere il veicolo o rottamarlo; che la vettura venga rubata o che vada a fuoco; che l’intestatario della polizza venga a mancare. Oppure, più semplicemente, non si è più soddisfatti delle condizioni contrattuali e si voglia stipulare un’assicurazione auto più conveniente. Qualunque sia la vostra situazione, per evitare di pagare inutili e onerose penali, occorre fare una distinzione tra diritto di ripensamento o recesso e disdetta vera e propria.

Disdetta anticipata polizza auto: il diritto di ripensamento

La prima distinzione da fare è quella tra disdetta e ripensamento. Anche se entrambi i termini indicano la chiusura di un contratto in essere, giuridicamente le due espressioni hanno un diverso significato. Fare una disdetta significa chiudere un contratto in essere alla sua scadenza naturale per impedire che questo si rinnovi automaticamente comunicando alla compagnia assicuratrice, entro i termini stabiliti, la propria volontà di estinguere il contratto.

Il diritto di ripensamento, invece, indica il diritto del consumatore a recedere da un contratto senza pagare penali di recesso. Il diritto di ripensamento da parte del consumatore è un istituto giuridico recente che nasce con la vendita sempre più massiccia delle assicurazioni online. La legge di riferimento è il D.lgs 385/93 art. 125 ter e il più recente Decreto 21/2014 che ha innalzato i termini per esercitarlo. Con diritto al ripensamento ci si riferisce quindi al recesso unilaterale da parte del consumatore o della compagnia assicuratrice senza l’obbligo di comunicare il motivo e senza il pagamento di penali.

Attualmente, in merito alla disdetta anticipata della polizza auto, il diritto di ripensamento senza penali può essere esercitato entro 14 giorni dalla stipula della polizza RC Auto o dalla data in cui l’assicurato ha ricevuto la documentazione relativa al contratto di assicurazione.

Qual è, tuttavia, la condizione che permette questo tipo di disdetta anticipata polizza auto senza il pagamento di penali e senza l’obbligo di fornire una motivazione? La condizione necessaria è la stipula dell’assicurazione RC Auto a distanza. Ogni volta che si stipula un contratto online, al di fuori di un punto vendita fisico, il consumatore può usufruire del diritto di ripensamento conosciuto anche come diritto di recesso. Tale diritto consente di disdire anticipatamente la polizza auto inviando una raccomandata con ricevuta di ritorno alla compagnia assicuratrice entro 14 giorni dalla stipula di tale contratto, senza obbligo di comunicare il motivo e senza penali.

La raccomandata da inviare deve contenere:

  • le informazioni sul prodotto acquistato
  • le generalità del cliente
  • la volontà esplicita di recedere.

La comunicazione tramite raccomandata può essere sostituita dall’invio della disdetta tramite fax o posta elettronica se queste opzioni sono previste nel contratto. È importante sapere che non si tratta esattamente di recesso senza penali: la compagnia infatti trattiene in ogni caso l’imposta sostitutiva dell’IVA (dal 9 al 16% del premio totale in genere), il contributo destinato al Servizio Sanitario Nazionale (10,50% del premio) e la quota pari ai giorni in cui il cliente ha usufruito della copertura assicurativa.

Ricordiamo, infine, che, affinché il diritto di recesso sia esercitabile, il contratto assicurativo deve avere una durata complessiva maggiore di sei mesi. Nel caso di assicurazioni di breve validità, come ad esempio le polizze temporanee auto o moto di durata inferiore a 180 giorni, il diritto al ripensamento non può essere esercitato.

Disdetta anticipata polizza auto: il recesso

Cosa bisogna fare quindi quando sono trascorsi i 14 giorni per esercitare il diritto al ripensamento, ma non si vuole aspettare la scadenza naturale del contratto per passare ad un’altra compagnia assicuratrice senza pagare penali? In questo caso, a meno che non ci si trovi in situazioni particolari, la disdetta anticipata polizza auto senza il pagamento della penale di recesso non è possibile. Prima di tutto, se alla scadenza naturale del contratto si può cambiare assicurazione senza alcuna comunicazione, per il recesso anticipato della polizza auto vale ancora la disdetta formale. L’assicurato che non può più usufruire del diritto al ripensamento dovrà quindi inviare una raccomandata con ricevuta di ritorno alla compagnia assicuratrice in cui si comunica formalmente la propria volontà di estinguere il contratto.

Questa tipologia di disdetta anticipata della polizza auto comporterà però:

  • il pagamento del premio goduto fino alla disdetta;
  • l’imposta sostitutiva dell’IVA
  • la quota riservata al SSN
  • la penale di recesso il cui importo varia da un’assicurazione all’altra.

A proposito della penale di recesso, sappiate che l’assicuratore è tenuto a informare il consumatore della sua presenza e del suo importo al momento della sottoscrizione del contratto. Quando la disdetta anticipata polizza auto è invece gratuita? Nel caso della rottamazione del veicolo, di un furto, incendio o decesso dell’assicurato.

Quando è possibile disdire l’assicurazione auto?

Come abbiamo visto le casistiche che prevedono la disdetta dell’assicurazione auto sono:

  1. vendita del veicolo
  2. furto o incendio del veicolo
  3. rottamazione o demolizione del veicolo
  4. decesso dell’intestatario
  5. esportazione all’estero del veicolo
  6. comportamento scorretto della compagnia (aumento del premio o mancato invio attestato di rischio)
  7. offerta assicurativa più conveniente

Tutti questi motivi, seppur legittimi comportano modalità differenti di disdetta: nel caso dei primi sei infatti si può recedere dal contratto anche prima della scadenza annuale senza dover pagare una penale, ma con la possibilità di ottenere un rimborso (leggi qui per sapere come chiedere il rimborso per vendita, furto o demolizione). Nell’ultimo caso invece, ovvero una assicurazione più conveniente, sarà possibile disdire la polizza solo pagando una penale.

In conclusione, procedere a una disdetta anticipata della rc auto è altamente sconsigliabile a meno che non ci si trovi in una di quelle situazioni particolari in cui il recesso è gratuito. Fatta eccezione per questi casi particolari, che devono comunque essere documentati formalmente, sconsigliamo di recedere anticipatamente dal contratto di assicurazione auto. Ricordiamo, infine, che l’attestato di rischio matura nel corso dei 12 mesi di assicurazione e la compagnia non può rilasciarlo se questi non vengono completati. In mancanza di questo attestato la nuova compagnia sarà obbligata ad assicurare il veicolo in categoria bonus-malus 18, la più costosa.

Si invita il lettore a verificare che le eventuali offerte descritte nel post siano ancora attivabili

Compila il modulo!

Sarai contattato gratuitamente da un nostro operatore per una consulenza sulle migliori offerte

  • Servizio Gratuito Nessuna commissione
  • Nessun obbligo Nessun impegno
  • Le migliori offerte Prezzi bassi

Richiedi Proseguendo si accettano i Termini e le Condizioni del servizio

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.