Gli errori che puoi evitare all’esame per la patente B: i 5 consigli

di | 28-06-2019 | Auto

Ci siamo, quelli che sembravano lontanissimi, finalmente, sono arrivati! Parliamo della maggiore età, dei fatidici 18 anni. Quanti di voi si ricordano questa data? Il 99% lo collega alla festa dei 18 anni, all’indipendenza legale dai genitori. Per un appassionato di motori, invece, significa patente B, o nel caso della patente A, l’addio alla piccola 125 cc, per salire su una cilindrata più grande. Bisogna però dire che l’esame per la patente B, è un po’ uno spauracchio. La paura di sbagliare, di essere bocciati… c’è sempre, anche perché c’è poco da girarci intorno, è comunque un esame a tutti gli effetti.

Sommario

Errore nei documenti

Il primo errore, è quello di non controllare i documenti. L’errore burocratico per capirsi, sempre dietro l’angolo. Una distrazione nel compilare i dati nella scheda di richiesta, può crearvi diversi grattacapi. Attenzione dunque, a questo “sciocco” quanto fondamentale passaggio.

L’esame… da fermi

L’esaminatore, potrebbe farne di ogni per cercare di mettervi in difficoltà (esperienza personale di chi scrive…). Da fermi, controllerà tutti i vostri movimenti. Sotto esame, sarete nervosi, quindi cercate di rimanere concentrati. Allacciate la cintura appena salite in auto, controllate gli specchietti retrovisori (tutti e tre!) e regolateli. Guardate che sulla cappelliera non ci siano oggetti e chiedetene l’eventuale rimozione. Avviate il motore e, ovviamente, prima di fare questa azione… schiacciate il pedale della frizione!

L’inizio vero e proprio

Ci siamo. Avete avviato il motore, il pedale della frizione è giù. La prima è ingranata, lasciate la frizione e… dannazione, il freno a mano è inserito. Bocciati! Verificate dunque questo importante particolare. Altra cosa, l’auto sarà parcheggiata. Avete inserito l’indicatore di direzione per segnalare l’uscita dal parcheggio? No? Bocciati! Peggio, fate spegnere l’auto? Indovinate un po’…? Bocciati!

In moto…

Diciamo che la partenza è andata bene. Controllate la velocità di crociera, che chiaramente deve essere non oltre il limite consentito in quel tratto. Se lo superate, sarete sicuramente bocciati. Mantenete la distanza di sicurezza e controllate spesso gli specchietti. Solitamente, una terza o una quarta marcia va bene, a seconda della cilindrata dell’auto e se è benzina o diesel. Non fate “borbottare” il motore con una marcia troppo alta, ma non tenetelo nemmeno troppo su di giri con una marcia bassa.

Vi avvicinate al semaforo, se è giallo, fermatevi senza frenare troppo forte, se è rosso, chiaramente dovrete fermarvi o oltre alla bocciatura, rischierete di farvi molto male. Se l’esaminatore vi chiede di svoltare, controllate che non sia contromano, o sarete… bocciati! Se dovete svoltare a sinistra, ricordate se la strada è a doppio senso di dare la precedenza alle vetture che vengono dal lato opposto. L’indicatore di direzione l’avete inserito per segnalare la manovra? Occhio… o verrete bocciati.

Manovre e partenze in salita

State tenendo le mani alle “10 e 10” sul volante? Se vi viene richiesto di fare un’inversione a “U”, o in tre tempi, mi raccomando, verificate la presenza delle strisce discontinue a terra, poiché se sono continue, peggio doppie, sarete bocciati. Vi è stato chiesto di fare inversione, ma se siete su una strada a senso unico… e la fate, sarete bocciati. La manovra è regolare, la potete fare. Ricordate, girate la testa, non basta guardare gli specchietti retrovisori e tenete le mani sul volante. Se parcheggiate, inserite gli indicatori di direzione e cercate di non toccare gli altri veicoli in sosta.

Ci siamo, il momento più difficile dell’esame: la partenza in salita! Qui serve concentrazione. Se fate spegnere l’automobile, indovinate? Bocciati! Con o senza freno a mano (gli esaminatori più “simpatici” ve le fanno fare entrambe…), non dovete far salire troppo su di giri il motore, né farlo spegnere. Queste sono le dritte fondamentali, ricordatevi il tormentone, se sbagliate… bocciati!

Chi siamo

Più letti

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTVMutui e Prestiti

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.