Incidente auto-monopattino elettrico: responsabilità e risarcimento danni

di | 29-11-2020 | Auto

Il monopattino è sempre più presente sulle nostre strade. Cosa succede in caso di incidente? Scopriamolo insieme

Sono purtroppo, o per fortuna, sempre più presenti sulle nostre strade. Spesso sono protagonisti (i loro proprietari) di importanti infrazioni del Codice della Strada. A volte, le infrazioni possono trasformarsi in incidente. Cosa succede se c’è un sinistro tra una automobile ed un monopattino elettrico? Come ogni cosa ci sono responsabilità, e dunque un risarcimento danni. Cerchiamo di capire meglio cosa succede dunque, in caso di incidente. Ancora, cosa succede in caso di impatto con un pedone…?

Sommario

Incidente auto-monopattini elettrico

Basta purtroppo aprire la cronaca locale per leggere di incidenti di auto contro monopattino. Indovinate chi ha la peggio… Ad ogni modo, a regolare la cosa è l’articolo 2054 del Codice Civile, che di seguito andiamo a citare: “Nel caso di scontro tra veicoli si presume, fino a prova contraria, che ciascuno dei conducenti abbia concorso ugualmente a produrre il danno subito dai singoli veicoli”. Andando a scavare nella giurisprudenza, scopriremo che “la presunzione di cui al secondo comma dell’art. 2054 c.c. trova applicazione anche nel caso in cui vengano a collisione un’autovettura ed una bicicletta (e vi ricordiamo che i monopattini elettrici sono stati equiparati alle bici), in quanto nella categoria dei veicoli sono ricompresi, anche per il nuovo Codice della Strada, gli stessi velocipedi” (Cass. n. 10304 del 05.05.09).

La legge non impone né agli utilizzatori di monopattini, né ai ciclisti di avere un’assicurazione obbligatoria a garanzia. In caso di incidente con un’auto od una moto, che si verifica per colpa del proprietario del monopattino, quest’ultimo deve rimborsare personalmente i danni cagionati a terzi.

Monopattino elettrico: sinistro con pedoni

Qualora il monopattino elettrico dovesse essere coinvolto in un sinistro con un pedone, la situazione va a complicarsi e non poco. Non si parla infatti più di scontro tra veicoli. In caso di contatto con pedone, il conducente si vede obbligato a risarcire il danno prodotto a persone o a cose dalla circolazione del veicolo se non prova di aver fatto tutto il possibile per evitare il danno. La (presunzione di) responsabilità è dunque in questo caso a carico del conducente, in quanto conducente di veicolo. In sostanza dunque, se non si è in grado di scaricare la colpa, si dovrà pagare i danni subiti dal pedone che siano all’evidenza ricollegabili all’incidente.

Ricordiamoci in ogni caso che, se avete un monopattino elettrico e vi trovate in una situazione di circolazione che potrebbe causare pericolo ai pedoni, allora dovrete condurre a mano il veicolo. Così diventerete voi stesso un pedone, con gli obblighi di comune diligenza e prudenza. In ogni caso, il monopattino così come la bicicletta, non essendo un veicolo motorizzato, non consente la compilazione del modulo di constatazione amichevole.

In base all’143 del Codice delle Assicurazioni, secondo il quale “nel caso di sinistro avvenuto tra veicoli a motore per i quali vi sia obbligo di assicurazione i conducenti dei veicoli coinvolti sono tenuti a denunciare il sinistro alla propria impresa di assicurazione, avvalendosi del modulo fornito dalla medesima”. Non avendo motore il monopattino, non è obbligatoria la copertura RC. Quindi dopo il sinistro non è possibile utilizzare il modulo CAI (ex CID).

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.