Meglio full hybrid o plug in? Le differenze

di | 23-02-2020 | Auto

Le auto ibride sono tra noi. Ci sono però le auto full-hybrid, ma anche le plug-in! Parliamo di un’idea simile, ma differente a livello tecnico e soprattutto a livello pratico. Entrambe hanno quindi pro e contro, differenze che, a livello personale, possono fare… la differenza. Vediamo dunque quale fa più per voi.

Sommario

Cos’è un’auto ibrida?

Prima di entrare nelle già citate differenze, vediamo velocemente cosa significa auto ibrida. Si definisce auto ibrida, una vettura che offre una doppia motorizzazione, una elettrica ed una a combustibile fossile (benzina o diesel). Abbiamo così un propulsore alimentato da una batteria che si ricarica in frenata o in decelerazione (frenata rigenerativa) o che può ricaricarsi tramite un generatore derivato dal propulsore a combustione. Il motore elettrico, serve per viaggiare in alcune fasi a zero emissioni, o per supportare a livello di potenza e spinta il motore a combustione, che, in alcuni casi, potrà permettersi di essere leggermente sottodimensionato.

Una vettura ibrida può poi essere mild-hybrid (ibrido leggero) o full hybrid. Le full hybrid, sono poi la base base di partenza delle ibride plug-in, ove quest’ultima si definisce tale quando è dotata di una alimentazione via presa di ricarica. La presa di ricarica, può essere una normalissima 220 volt di casa, così come una wall box o una colonnina di ricarica rapida. Le ultime due sono più potenti, quindi la ricarica sarà più rapida. Le plug-in solitamente vantano più autonomia nel solo elettrico, stimata in una media di circa 40/60 km.

Costano di più

Iniziamo con il dire che, rispetto alle vetture a sola combustione, il contro più grande è il prezzo. Le ibride di qualsiasi forma siano, hanno un prezzo di acquisto decisamente superiore. Hanno poi bisogno di una manutenzione differente, più complicata, e chiaramente se si verifica una rottura, il prezzo delle riparazioni si alza… Consumano però decisamente meno, quindi si recupera da questo punto di vista, sul lungo termine. La stima, è, per una percorrenza di circa 50 Km al giorno di media, di un risparmio di 6/700 euro annui. Se terrete l’auto dieci anni, siamo sui 6/7.000 euro di risparmio.

Meglio full hybrid o plug in?

Quindi è meglio una full hybrid o una plug in? Per darvi un’idea, le ibride plug-in appartengono ad una generazione successiva. Questo già dovrebbe darvi un’idea su quale delle due è più sviluppata a livello tecnologico. Una via di mezzo tra le ibride e le auto al 100% elettriche. La batteria è più grande, poiché può essere ricaricata “via spina”, ergo, la riserva di energia è superiore, quindi si riduce l’utilizzo del motore termico, a tutto vantaggio dei consumi e delle emissioni, decisamente inferiori.

Quindi, le plug-in, rispetto alle ibride normali, vantano una superiore riserva di energia. Questo significa poter fare più strada a zero emissioni. Le ibride normali possono offrire solo qualche centinaio di km con la batteria che, se carica al 100%, può “spingere” fino a qualche km, non di più. Se questo lo applichiamo ad una media giornaliera, avremo un’idea più precisa. L’ibrida classica, dichiara una media di 25/30 Km/litro, risultato più che positivo se paragonato ad un normale diesel, o ancora di più ad un’auto a benzina. Se però prendiamo i dati dichiarati delle plug-in, ci si spinge fino a 100 km! Tutto questo, con batterie ipercariche ovviamente. In ogni caso, la plug-in, richiede con un impianto domestico, una media che va dalla due alle quattro ore.

Il peso

La plug-in però, richiede un sistema elettrico più potente, con più “pezzi” nell’auto. Questo significa che, avendo una batteria più grande ed un caricatore, aumenta il peso e diminuisce lo spazio di carico, cosa di cui la full hybrid soffre meno. Una automobile pesante, è chiaramente meno piacevole da guidare, soprattutto nel misto.

“Doppia personalità”

Alcune Case automobilistiche, hanno poi pensato di offrire la… “doppia personalità”. Questo significa che a listino, sono disponibili, per la stessa vettura, sia la versione full hybrid, che la plug-in. Capostipite della cosa è Toyota, con la mitica nonché storica Prius, seguita dalle coreane Hyundai, con la Ioniq, e la Kia, con la Niro. Questo fino ad arrivare alla più recente Ford Kuga.

L’analisi prestazionale e del prezzo

Entriamo più a fondo. Prendiamo la Toyota Prius come esempio principale per vedere le differenze tra full hybrid e plug-in. Partiamo dal prezzo: la prima parte da 29.750 euro, la seconda da…42.250 euro! La potenza totale è in entrambi i casi di 122 CV. La full hybrid ha una batteria da 1,31 kWh, la plug-in sale a 8,8 kWh. Dove vince la full hybrid è nel peso, stimato in 1.450 Kg, contro i 1.530 Kg. Ancora, questa ha più bagagliaio: 502 litri, contro i 360 litri della plug-in.

La full hybrid fa 180 km/h di velocità massima, la plug-in scende a 162 km/h. L’accelerazione nello 0-100 km/h, vede 10,6 secondi per la prima, che per la seconda, più pesante, peggiora di mezzo secondo portando il dato a 11,1 secondi. Vediamo ora i pro della plug-in. L’inquinamento? La plug-in produce 29 g/km, contro gli addirittura 107 g/km della full hybrid! L’autonomia in solo elettrico della ibrida è di qualche centinaio di metri, contro gli oltre 50 Km della plug-in. Infine, i consumi medi, il dato che più fa aprire gli occhi: la full hybrid percorre 21,1 Km con un litro di benzina, mentre la plug-in ne copre 76,9!

Chi siamo

Più letti

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTVMutui e Prestiti

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.