Novità bollo auto 2021: cosa c’è da sapere

di | 23-02-2021 | Auto

Bollo auto ed Emergenza Sanitaria. Tutto quello che c'è da sapere, chi non lo paga ed i metodi di pagamento

Novità bollo auto 2021: cosa c’è da sapere
Confronta

Tutti sappiamo cos’è il bollo auto, ovvero la tassa di possesso di un mezzo iscritto al PRA (Pubblico Registro Automobilistico). Va pagata ogni anno, a prescindere dall’utilizzo o meno dell’auto o moto che sia. Quanto alla scadenza, è fissata entro il mese successivo a quello dell’immatricolazione della vettura, dato che potete tranquillamente ricavare dal libretto del vostro mezzo. Diverso è per le Regioni Piemonte e Lombardia, che prevedono date prestabilite (entro il 20 gennaio se scaduto a dicembre del precedente anno, entro il 31 maggio se scade ad aprile, ed entro il 30 settembre se scade ad agosto 2021). Per il 2021, c’è qualche novità, vediamo cosa.

Sommario

Covid-19 e bollo

Che si sia in emergenza sanitaria è cosa nota. E’ per questo che sono state previste delle agevolazioni a causa del Coronavirus con diversi decreti emanati. Quali? “Decreto Cura Italia”, “Decreto Rilancio”, “Decreto Agosto”, e DL 20 ottobre 2020, n.129. Uno dietro l’altro per cercare di “chiudere” le falle di un Paese che pare affondare. Nonostante l’ultimo decreto abbia rinviato al 31 dicembre 2020 il termine finale di sospensione dell’attività di riscossione, termine precedentemente fissato al 15 ottobre 2020 con il “Decreto Agosto”, si è dovuti intervenire nuovamente. La cosa è stata messa nelle mani delle Regioni, visto che la tassa va a loro. Meglio dunque informarsi presso gli uffici ACI per avere ulteriori informazioni.

Bollo auto 2021: nessuna sospensione

Le persone stanno perdendo il lavoro, le attività chiudono, ma il bollo, per il 2021, deve essere pagato. Si è deciso solo per un posticipo. Nessuna importante novità, anche perché già nel 2020 si è fatto abbastanza. Pensiamo al fatto che il pagamento è passato attraverso il sistema PagoPa, con l’incrocio delle banche dati ACI e PRA. E’ stato introdotto il documento unico di circolazione in formato digitale. Ancora, per la domiciliazione del bollo auto Lombardia è stato previsto uno sconto del 15%… Il primo cambiamento, quello relativo al PagoPa, è sicuramente quello più interessante, poiché si è reso possibile il pagamento della tassa tramite diverse piattaforme quali:

  • Sito della relativa Pubblica Amministrazione
  • App dell’Ente
  • Presso la propria banca
  • Presso gli sportelli ATM abilitati
  • Presso gli uffici postali
  • Presso i punti vendita di SISAL e Lottomatica

In ogni caso, ricordiamoci che la tassa va pagata, punto. Il versamento, che come detto è di competenza regionale, cambia per le Regioni a Statuto Speciale. In questo caso la gestione è di competenza degli uffici dell’Agenzia delle Entrate territoriali. Il pagamento del bollo, segue un calendario prestabilito:  può essere effettuato entro l’ultimo giorno del mese successivo a quello di scadenza del bollo precedente.

Bollo 2021: come pagare

Come pagare il bollo auto? Avete poche scuse, ormai esistono veramente tanti tipi e metodi di pagamento. Se non volete muovervi da casa, sicuramente potrete valutare il pagamento tramite la vostra banca, grazie all’Home Banking. Vediamo però, uno per uno, quali sono i metodi di pagamento per l’anno in corso del bollo.

  • Home Banking (online)
  • Poste Italiane (anche online)
  • Sisal e Lottomatica
  • Domiciliazione bancaria (con sconto del 15% per alcune Regioni)
  • Sportelli ATM abilitati
  • Sito ACI (servizio pagoBollo)
  • App IO
  • Satispay
  • Sito dell’Agenzia delle Entrate

Volete sapere quanto pagare? Volete sapere se siete a posto con i pagamenti dei precedenti anni? Le soluzioni sono due: collegarsi al sito dell’Agenzia delle Entrate o il portale dell’ACI. Per sapere quanto pagate, servirà come dato quello relativo ai kW, numero che trovate alla voce P.2 del Libretto di Circolazione.

Cashback: il risparmio “facile”

Non si fa che parlare di cashback. Bene, per il 2021 grazie al cashback, potrete risparmiare un 10% sul totale della tassa. La condizione? Pagare tramite carte di credito, debito, bancomat o con App specifiche via Sisal o Lottomatica, oppure tramite gli sportelli delle Poste Italiane o le agenzie ACI. Si avrà accesso allo sconto, a patto che l’importo del bollo non superi i 150 euro. La notizia buona è che, almeno per il 2021, non sono previsti aumenti. Resta invece confermato il superbollo per le auto che superano i 185 kW di potenza (maggiorazione di 20 euro a kW).

Chi non paga il bollo auto

Confermata l’esenzione del bollo per determinate categorie, quali quelle dei soggetti disabili, titolari della Legge 104 (vi rimandiamo al nostro articolo). Sono esenti dal pagamento del bollo, le auto elettriche fino al quinto anno di vita. Niente bollo anche per le automobili storiche, quindi mezzi con almeno 30 anni di vita. Esenti, anche le auto ibride immatricolate nel 2019 (previsti 3 o 5 anni di esenzione).

Condono: W l’Italia!

Ricordiamo infine, che chi non avesse pagato li bollo in passato, ha potuto godere, ingiustamente, di un condono nel 2019. La riforma introdotta in quell’anno, infatti, ha offerto la possibilità di risolvere diversi contenziosi con il fisco. I vari utenti nonché proprietari di mezzi che si sono visti recapitare la notifica di una cartella esattoriale per bollo auto non pagato, hanno avuto due possibilità: condono o rottamazione del mezzo. Scegliendo la rottamazione, si potrà pagare l’importo dovuto senza corrispondere né interessi né sanzioni. Gli utenti avranno la possibilità di dividere il tutto per un massimo di 10 rate, da pagare però entro 5 anni e con un tasso di interesse al 2%. Quanto al condono, è previsto per le cartelle di importo massimo stabilito in 1.000 euro, notificate tra il 2000 ed il 2010. Ci chiediamo se coloro che hanno regolarmente in quegli anni, sono meno furbi…

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.