Pressione pneumatici auto in inverno: ecco come regolarsi

Pressione pneumatici auto in inverno: ecco come regolarsi
5 (100%) 1 vote
di | 23-10-2018 | Auto

Avete mai pensato all’importanza dei pneumatici su di un veicolo a ruote? Senza di loro, non potremmo circolare. Permettono infatti di far rotolare la ruota, o meglio, il cerchio, sull’asfalto. Tutto qui? Non proprio, perché il composto chimico di cui è fatto, con la gomma (da cui è presto anche il nome) che la fa da protagonista, consentono al mezzo di avere la corretta aderenza. Per quest’ultima, un ruolo fondamentale è svolto dalla pressione, che dovrebbe essere variata a seconda delle temperature esterne per migliorare sicurezza e performance del veicolo. Scopriamo insieme come.

Sommario

Inverno, non significa freddo

Mettiamo subito i puntini sulle “i”. Inverno, non significa per forza freddo. Se parliamo del Bel Paese, ad esempio, le temperature di chi circola a Brunico, in Alto Adige, saranno diverse da chi circola a Palermo, in Sicilia. Se in inverno, nella prima, si va sotto zero come temperature minime, e come massime poco sopra lo 0, per la seconda, le minime difficilmente scendono sotto i 10 gradi, e facilmente stanno sopra i 15. Attenzione dunque a questo, fondamentale per determinare la pressione dei pneumatici.

Quanto conta la corretta pressione?

La corretta pressione delle gomme è importantissima. Ok, non parliamo di chi gira in pista, dove i tempi, sono tutto, ma sicuramente la pressione corretta è determinante per il fattore sicurezza. Una pressione troppo alta, sarà la causa di una usura del pneumatico verso la parte centrale. Diminuirà inoltre la superficie di contatto con l’asfalto, vedendo una conseguente carenza di attrito. Le sospensioni, inoltre, “lavoreranno” male, poiché lo stesso pneumatico è, “una sospensione”, poiché assorbe per primo gli impatti da buche ed imperfezioni dell’asfalto.

Vediamo invece in caso di bassa pressione. Il pneumatico tenderà ad usurarsi soprattutto sui lati esterni (la spalla), si consumerà più carburante e soprattutto, in caso di buche o grosse imperfezioni dell’asfalto, ci sarà il rischio di piegare o rompere un cerchio (a maggior ragione se il cerchio è grosso in pollici e la spalla è bassa).

Gas…

All’interno del pneumatico, andiamo a inserire dell’aria. L’aria, è un gas, ed i gas, si dilatano con il caldo e si restringono con il freddo. Ecco perché, la temperatura esterna incide così tanto sulla pressione delle gomme. Ricordiamo dunque, collegandoci al discorso di cui sopra, sull’inverno, che quando scendono o si alzano le temperature, dobbiamo modificare la pressione delle gomme del nostro mezzo.

Di quanto variare la pressione?

In ogni caso, se avete un dubbio su quale sia la pressione corretta del vostro mezzo, vi basterà prendere il libretto di uso e manutenzione della vostra auto e verificare i dati indicati. Molti costruttori poi, spesso attaccano un adesivo sulla scocca lato guida dell’auto, appena sotto la serratura della portiera, ove sono indicate le corrette pressioni, anche in caso di pieno carico (cinque passeggeri, bagagli, etc…).

In inverno, o meglio, come abbiamo visto, quando calano le temperature, si raccomanda di aggiungere 0,2 bar alla pressione indicata dal costruttore. Se dunque il libretto porta un parametro di 2,0 bar, dovrete arrivare a 2,2 bar.

Pressione pneumatici in inverno: come procedere?

Come già detto, il parametro è dettato dal costruttore. Vi basterà andare dal vostro gommista o benzinaio di fiducia, e chiedere di verificare la pressione, tramite il manometro di cui questi specialisti sono sempre in possesso. Ricordate che la pressione va misurata a freddo. Questo significa che l’auto deve essere fermo da almeno due ore o non si deve aver percorso più 3 Km circa ad una velocità ridotta. La pressione, in ogni caso, va verificata una volta al mese.

Chi siamo

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTV
0321.085995