Quando montare le gomme invernali 2018: la guida

Quando montare le gomme invernali 2018: la guida
5 (100%) 2 votes
di | 11-10-2018 | Auto

Ormai da qualche settimana le temperature hanno iniziato a calare sensibilmente in gran parte del nostro Paese e diventa quindi fondamentale mettersi in regola anche con l’auto. Si avvicina così il momento anche in questo 2018 in cui montare le gomme invernali, elemento indispensabile per viaggiare in assoluta sicurezza quando il manto stradale inizia a ghiacciare. Ecco quindi quando montare le gomme invernali nella stagione fredda 2018/2019 per non andare incontro a brutte sorprese e alle sanzioni previste per gli irregolari.

Sommario

Quando montare le gomme invernali 2018: ecco la data da ricordare

Viaggiare in auto quando le temperature diventano più rigide può nascondere parecchie insidie per la presenza sull’asfalto di ghiaccio o, in casi particolari, della neve. La prudenza in questi casi non è mai troppa, ma mantenere una velocità non troppo elevata non rappresenta l’unica accortezza da dover tenere presente.

Ormai da qualche anno è infatti in vigore una specifica normativa, la legge n.120 del 29 luglio 2010, che stabilisce l’obbligo di montare le gomme invernali (o, in alternativa, di avere a bordo le catene da neve) sulla propria auto. Come indicato dall’articolo 6 del Codice della Strada, spetta comunque agli enti che gestiscono le varie tratte stradali stabilire se imporre o meno l’obbligo. A fare da discriminante saranno soprattutto le temperature previste in una particolare zona geografica. Ogni automobilista sarà comunque informato opportunamente con una specifica segnaletica.

Ogni anno la data in cui installare gli pneumatici da neve viene aggiornata e comunicata in anticipo per far sì che tutti possano mettersi in regola. In generale quest’anno l’obbligo di essere “muniti ovvero di avere a bordo mezzi antisdrucciolevoli o pneumatici invernali idonei alla marcia su neve o su ghiaccio” è in vigore a partire dal 15 novembre 2018 fino al 15 aprile 2019. È comunque prevista una deroga di un mese che permette di utilizzarli già da un mese prima, quindi a partire dal 15 ottobre 2018. Stessa cosa quindi per il momento in cui sarà necessario disinstallare questo particolare tipo di gomme: il limite massimo da rispettare sarà il 15 maggio 2019.

Quando montare gli pneumatici invernali, dunque, nel 2018? Ecco la tabella che ve lo spiega:

Obbligo pneumatici invernali 201815 novembre
Obbligo pneumatici invernali 2018 (con deroga)15 ottobre

Obbligo gomme invernali 2018: le conseguenze per i trasgressori

Montare le gomme invernali o essere dotati di altre soluzioni antisdrucciolevoli non è un’opzione. Essere sorpresi senza le gomme invernali (o senza avere le catene da neve a bordo) non è esente da conseguenze. L’entità della sanzione varia comunque a seconda della situazione. In caso di irregolarità commessa mentre si circola nei centri abitati la multa può andare da un minimo di 41 euro fino a un massimo di 168 euro (come previsto dall’art. 7 commi 1 lett. a) e 14 del Codice della strada).

L’importo diventa invece più pesante al di fuori dei centri abitati (autostrada, strada extraurbana principale o assimilate): si va infatti da 84 euro fino a 335 euro (art. 6 commi 4 lett. e) e 14).

L’automobilista sarà inoltre invitato a formarsi o comunque a dotarsi degli opportuni mezzi antisdrucciolevoli. Se anche in questo caso la situazione non dovesse cambiare è prevista una sanzione pecuniaria di 84 euro e la decurtazione di 3 punti dalla patente di guida.

Le caratteristiche delle gomme invernali

Ma in cosa si distinguono le gomme invernali rispetto alle altre? Quali sono i vantaggi che derivano dal loro utilizzo? Le caratteristiche di questo genere di pneumatici sono essenzialmente due: una particolare mescola del battistrada in grado di restare elastica anche quando le temperature diventano più rigide e una serie di lamelle sulla superficie, ideali in caso di neve.

L’aderenza alla strada diventa quindi maggiore. I migliori risultati si mettono in evidenza al di sotto dei 7°C anche in presenza di pioggia sull’asfalto.

Non sbagliare in fase di acquisto diventa quindi fondamentale. Questo tipo di gomme si evidenziano per la presenza della dicitura M+S (Mud+Snow, fango e neve). Per avere la garanzia di buone prestazioni anche in condizioni difficili è comunque necessario verificare che ci sia il simbolo di una montagna a 3 picchi con all’interno un fiocco di neve. Questo significa che la gomma è stata sottoposta a specifici test per verificarne le prestazioni.

Il libretto di circolazione in dotazione di ogni mezzo è in grado di chiarire ogni dubbio sul tipo di prodotto necessario. Il Codice della Strada, almeno in linea teorica, consente di montare solo due pneumatici invernali. Per viaggiare in assoluta sicurezza è però consigliabile utilizzarli tutti e quattro.

Catene da neve e gomme 4 stagioni: sono utili?

Le alternative da tenere presente per chi desidera non montare gli pneumatici invernali sono essenzialmente due: catene da neve e gomme quattro stagioni.

Le prime devono essere tenute a bordo da chi non ha le gomme invernali per evitare di andare incontro a una sanzione. Queste, però, devono essere montate solo se è presente un leggero strato di neve sull’asfalto. Le seconde, invece, rappresentano una scelta da tenere presente per chi vuole evitare di effettuare il cambio stagionale.

Gli pneumatici all season possono essere considerati una soluzione all’insegna della praticità e della convenienza, perfetti per essere utilizzati in tutte le condizioni climatiche. È però fondamentale essere prudenti: quando la neve inizia a essere abbondante non sono in grado di garantire prestazioni all’altezza. A differenza del modello pensato per il periodo più freddo, si caratterizzano per una maggiore presenza di silice. Questa sostanza assicura elasticità e morbidezza anche quando le temperature iniziano a calare. Il risparmio è innegabile, non solo a livello economico ma anche di tempo. Non si ha infatti la necessità di presentarsi periodicamente presso un’officina specializzata per il cambio gomme stagionale e il loro costo è minore. Per chi vive in montagna, dove spesso il termometro scende al di sotto dello zero, si tratta di una soluzione non del tutto ideale. Nemmeno la loro durata è eccezionale: difficilmente possono essere sfruttare per più di due anni, soprattutto se si percorrono migliaia di chilometri. Insomma, possono essere adatte soprattutto per chi non ha grandi pretese e usa poco la propria vettura. Per tutti gli altri, soprattutto per chi abita in luoghi in cui la neve e il ghiaccio non sono eccezioni, sapere quando montare le gomme invernali per la stagione fredda del 2018 è fondamentale per non incorrere in sanzioni e, sopra ogni altra cosa, per la sicurezza alla guida.

Quando cambiare le gomme invernali 2018/2019: quali veicoli

Per quali veicoli si ha l’obbligo di montare pneumatici invernali o, comunque, di adeguare l’attrezzatura con catene? Si tratta di tutti i mezzi a quattro ruote, a partire dalle automobili, fino ai tir e agli altri mezzi pesanti. Come si è detto, il cambio gomme potrà essere effettuato in tutta sicurezza anche un mese prima di quanto indicato per legge (nel caso dell’inverno 2018/2019, la stagione delle gomme termiche può iniziare anche dal 15 ottobre). Sarà bene, dunque, muoversi in tempo anche per approfittare delle eventuali offerte proposte dai gommisti.

Ricordiamo che per chi ha scelto il noleggio a lungo termine. il cambio gomme stagionale è un servizio compreso nel canone.

0321.085995