Quando ricaricare il climatizzatore dell’auto

di | 06-06-2021 | Auto

L'aria condizionata non ha vita infinita. Ecco qualche consiglio utile su quando va ripristinata e quanto costa.

Quando ricaricare il climatizzatore dell’auto
Confronta

Tra poco, arriverà il caldo. Già per il mese di giugno sono previste temperature decisamente alte. In ogni caso, vi servirà l’aria condizionata funzionante nella vostra automobile. E’ dunque il caso che facciate un controllo. La cosa è semplicissima, accendetela e vedete se funziona! Anche al minimo, deve uscire aria fresca dalle bocchette. Se non è così, dovrete farla “ricaricare”. In ogni caso, ci sono delle tempistiche medie, vediamo tutto quello che c’è da sapere.

Sommario

Quando ricaricare il climatizzatore dell’auto?

E’ una delle domande più comuni tra gli automobilisti. Dare una risposta non è così facile come si possa credere, poiché trattasi di operazione soggettiva. Dipende infatti molto frequenza di utilizzo dell’aria condizionata o climatizzatore che sia. Come fare dunque per capire quando va ricaricata? Diciamo che ci sono dei “sintomi” facilmente individuabili. Il primo, come già detto, è una inferiore capacità di raffreddare o riscaldare l’abitacolo: basta mettere la mano per capire questo… L’altro sintomo è la fuoriuscita di cattivi odori, un classico odore di “marcio”. Infine, quando l’impianto impiega molto tempo per far fuoriuscire l’aria fresca.

Diciamo che in ogni caso, in linea generale, si consiglia di far ricaricare l’impianto ogni due anni oppure ogni 60/70.000 Km. Come detto, dipende molto dall’utilizzo. Più si utilizza l’impianto, più durerà, meno lo si attiva, minore sarà la durata. Ecco perché anche in inverno si consiglia di accendere l’aria condizionata, perché così l’impianto “gira” e si attiva. Insieme alla ricarica dell’impianto, è importante far sostituire il filtro disidratatore. Questo è in grado di catturare le impurità che “vorrebbero” entrare nell’abitacolo, senza considerare che contribuisce all’assorbimento dell’umidità (da qui, se sporco o vecchio, il cattivo odore di cui sopra). Naturalmente un altro fattore da non sottovalutare, è il filtro dell’abitacolo che deve essere sostituito in occasione del tagliando della vostra auto.

Come si ricarica l’aria condizionata dell’auto?

Se è arrivato il momento di ricaricare l’aria condizionata, ecco qualche piccolo suggerimento. Volendo, si potrebbe fare da soli, si trovano diversi kit sul web, ma il nostro consiglio è di rivolgervi al vostro meccanico di fiducia. Questo perché i kit fai da te utilizzano principalmente il gas R134a. Per le moderne automobili però, si predilige causare un minore inquinamento ambientale, ed è per questo che si prediligono altri gas. In ogni caso fate attenzione, poiché questi gas sono infiammabili, inoltre, sostituire il filtro disidratatore è una operazione piuttosto complicata.

Quanto costa ricaricare l’aria condizionata?

Rivolgersi all’officina è dunque la miglior cosa, anche perché il costo è tutto sommato umano. Quanto costa effettuare la ricarica dell’aria condizionata? Dipende dall’officina e dalla zona d’Italia. Per una utilitaria, si spendono sui 50 euro al Centro Nord, mentre si scende addirittura 30 euro per il Sud Italia. Le auto più grandi, chiaramente costano di più, e si può arrivare a 70/90 euro, cifra in ogni caso fattibile… per non morire di caldo!

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.