Quante colonnine di ricarica ci sono in Italia

di | 17-10-2019 | Auto

Auto elettrica sì, auto elettrica no. Una scelta difficile che dipende da tantissimi fattori. Il prezzo di acquisto iniziale, decisamente ancora troppo alto. L’autonomia, ancora un po’ troppo bassa per chi fa tanti chilometri al giorno. Ancora, le poche colonnine di ricarica. In questo redazionale, parleremo proprio di quest’ultimo punto. Quante sono le colonnine di ricarica in Italia? Sono sufficienti? Cerchiamo di capire questo importantissimo e determinante fattore al fine di acquistare una autovettura elettrica.

Sommario

Il rapporto di Legambiente

Nella scorsa primavera, Legambiente ha effettuato una ricerca sulle infrastrutture presenti nel Bel Paese in collaborazione con MotusE (associazione per la mobilità elettrica). Particolare che interessa chi desidera acquistare una automobile elettrica, così come una bici e perché no, un’automobile dotata del sistema plug-in (ricarica via colonnina).

Per le 104 città (dati 2018), si è constatato un totale di 2.368 colonnine di ricarica con più di 11 kW di potenza e 1.885 prese con meno di 11 kW. Per quelle da meno di 11 kW, le uniche regioni che ne avevano a disposizione oltre 100, erano, in ordine di quantità: la Toscana, con 645 pezzi, la Lombardia con 376) colonnine, il Lazio con 186 prese, l’Emilia Romagna con 158 pezzi, ed infine, il Trentino-Alto Adige, con 136 prese. Questa la Top5.

2019, in continuo aumento

L’investimento, ovviamente, è andato avanti e nel 2019 i numeri continuano a crescere vertiginosamente. All’oggi sono 2.684 le colonnine con meno di 11 kW e addirittura ben 5.507 per quelle che superano gli 11 kW. A conti fatti, queste ultime, sono quasi il doppio del 2018! Va purtroppo detto che le cose cambiano da Regione a Regione.

Diamo due numeri

Come accennato sopra, c’è purtroppo molto differenza per le Regioni. Al momento, parlando delle colonnine oltre gli 11 kW, abbiamo in testa la Lombardia con 1.134 pezzi, seguita dal Trentino Alto Adige con 709 stazioni. Per contro, ce ne sono solo 79 in Calabria, 76 per la Sardegna, 48 in Abruzzo, e appena 27 in Basilicata. Se guardiamo le prese con potenza sotto gli 11 kW, in testa abbiamo la Toscana con 699 pezzi, seguita dalla Lombardia con 499 colonnine. Le Regioni “scarse”, sono la Sardegna e la Sicilia, rispettivamente con 43 e 41 colonnine, ma vanno peggio l’Abruzzo con 29 pezzi, la Calabria con 25, la Campania con 14 ed infine, la Basilicata, con solo 7 prese.

I maggiori investimenti

Quali sono le Regioni dove si è investito di più? Sicuramente il Veneto ed il Piemonte. La prima è passata da 144 a 528 colonnine, mentre la seconda 86 a 488. Chiaramente la proporzione diventa più interessante quando si effettua il calcolo sulla quantità di abitanti. Ad esempio a Milano le auto elettriche sono una su ogni mille pezzi immatricolati, mentre gli scooter salgono a due su mille. In quel di Bolzano, troviamo invece ben tre auto elettriche su mille e due scooter su mille.

L’osservazione è però un’altra. Più che le colonnine, servirebbero delle vere e proprie stazioni dove cambiare la batteria. Questo, sarà il futuro. Come oggi si “perdono” cinque minuti per fare un pieno di benzina, in un futuro, sarebbe il caso di sostituire la batteria del mezzo con una carica, in 5 minuti (Tesla ha già il progetto…). Così facendo, si riuscirebbe ad eguagliare l’attuale vantaggio della cara e vecchia benzina.

Chi siamo

Più letti

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTVMutui e Prestiti

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.