Quanto costa il passaggio di proprietà dell’auto nel 2020

di | 07-01-2020 | Auto

Se state per acquistare un’auto o una moto usate, sappiate che dovrete effettuare il passaggio di proprietà. Quanto costa questa operazione? Come ogni cosa, in Italia, si paga, ed anche abbastanza cara. Ecco perché nel proprio budget bisogna considerare questa importante operazione. Ci siamo recati presso una agenzia ACI della Capitale, dove abbiamo chiesto informazioni.

Sommario

“Quanto mi costa il passaggio di proprietà?”

Quando siamo entrati nell’agenzia ACI, la signora aveva già capito: “Prego, mi dica!“. “Buongiorno signora, mi perdoni, avrei bisogno di sapere i costi per fare un passaggio di proprietà ad un’auto“. La signora ci ha subito indicato la tabella in bella vista sul bancone alla nostra sinistra. La cosa, va poii ufficializzata tramite una firma autenticata del venditore sull’atto di vendita ed il pagamento del passaggio di proprietà. Entriamo però nello specifico.

I passaggi

Effettuata la firma e pagato il passaggio di proprietà, avrete 60 giorni per provvedere alla registrazione dell’atto presso l’ufficio provinciale dell’ACI – PRA (Pubblico Registro Automobilistico). Questo, rilascerà un certificato di proprietà aggiornato e provvederà a richiedere l’aggiornamento della carta di circolazione alla Motorizzazione Civile. Tutto qui? Sì, tutto qui, è una pratica che presso l’agenzia ACI, richiede 10 minuti del vostro tempo.

Dove recarsi per effettuare il passaggio di proprietà?

La domanda successiva, è naturalmente questa: dove recarsi per effettuare il passaggio di proprietà? In esattamente tre punti:

  • presso gli uffici provinciali dell’ACI (PRA)
  • presso gli uffici provinciali della Motorizzazione Civile (UMC)
  • delegazioni ACI Automobile Club e Agenzie di pratiche auto abilitate al servizio

Quali documenti servono per effettuare il passaggio di proprietà?

Veniamo ora ai documenti che occorrono per effettuare il passaggio di proprietà. La prima cosa è il CdP, ovvero il Certificato di Proprietà. Serve poi l’Atto di Vendita, la nota di presentazione al PRA, la carta di circolazione con una fotocopia di quest’ultima e poi va compilato il modulo TT2119 (per avere l’aggiornamento della carta di circolazione). A questo, si devono aggiungere una fotocopia del documento di identità dell’acquirente ed un autocertificazione di Residenza di quest’ultimo.

Il costo: varia da Comune a Comune

Il Passaggio di Proprietà ha purtroppo un costo variabile. A variare, infatti, è l’IPT, ovvero l’Imposta Provinciale di Trascrizione. L’importo è sì stabilito dal Ministero delle Finanze, ma può variare di un 30% in base alla tipologia del mezzo. A non pagare l’IPT, sono i motoveicoli (per questo costa meno) ad esclusione delle moto d’epoca. Sono interessati dall’esclusione anche le Minivolture (vendita tra privato e concessionario), le associazioni di volontariato e alcune categorie di disabili. Infine, i veicoli storici vantano una riduzione di un quarto dell’IPT.

Il costo del passaggio di proprietà 2020

Veniamo ora al dunque. l’IPT, parte da un minimo di 150,81 euro ad un massimo di 605,48 euro. Vanno poi aggiunti 27 euro di emolumenti ACI, 9 euro di DTT e 16 euro per l’aggiornamento della carta di circolazione. A questo, si aggiungerà l’importo variabile dell’Imposta di Bollo che va da 32 a 48 euro.

Nell’agenzia ACI di Roma dove ci siamo recati, un’auto fino a 53 kW costa in totale 380 euro. E’ il caso di una Fiat Panda 1.2 da 51 kW ad esempio. Una Volkswagen Golf 1.0 a benzina da 115 CV, ovvero 85 kW, verrà invece 575 euro. Veniamo alle moto, che hanno un costo fisso. La “nostra” agenzia ACI ci ha chiesto 170 euro, cifra decisamente più ragionevole. Infine, gli autocarri: fino a 7 quintali 450 euro, fino a 15 quintali 550 euro e fino a 30 quintali 630 euro.

Chi siamo

Più letti

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTVMutui e Prestiti

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.