Quanto costa la patente A nel 2020?

Quanto costa la patente A nel 2020?
5 (100%) 3 votes
di | 31-12-2019 | Auto

Ci siamo, che voi possiate avere 16, come 18 anni, o magari anche di più, il desiderio di avere una due ruote è talmente forte da farvi decidere per il conseguimento della Patente A. Attenzione però, ai telegiornali come su internet, si parla di aumenti nel 2020. E’ vero o non è vero? Nel 2020 costerà di più conseguire la Patente A? Cerchiamo di fare chiarezza, in un mare di notizie che troppo spesso sono confuse, se non addirittura errate.

Sommario

Patente A nel 2020: IVA o non IVA?

Di chi è la colpa in merito alla confusione sull’aumento dei prezzi per i conseguimento della patente? La risposta è solo una: le misure contenute nel Decreto Fiscale, collegato alla Legge di Bilancio 2020. A sua volta, tutto questo si rifà alla sentenza della Corte di Giustizia europea (C-449/17), sentenza che ha deciso di non equiparare le lezioni di scuola guida alle lezioni scolastiche ed universitarie, stabilendo così, la possibilità di essere soggette all’Iva al 22%.

Gira che ti rigira dunque, è sempre una questione di… tasse. Stando alle ultime indiscrezioni, l’Iva non sarà applicata al conseguimento della Patente A nel 2020. Una decisione “strana”, poiché invece l’aumento dell’Iva interesserà la Patente B e la Patente C1. Probabilmente, al Governo, devono aver fatto una considerazione sui numeri. La patente per l’auto, viene conseguita nel 99% dei giovani, mentre le moto, hanno una percentuale talmente basse che, aumentare i costi della patente, avrebbe potuto far registrare conseguenze negative sui numeri di vendita e sulle immatricolazioni delle due ruote…

Quanto costa l’iscrizione patente nel 2020

I costi da privatista, si aggirano sui 150 euro, mentre se ci si rivolge ad una agenzia i costi possono duplicare (parliamo di sola iscrizione). In entrambi i casi, questo è ciò che va portato come documenti per ottenere la patente moto:

  • Modello TT2112 compilato;
  • Due versamenti di 14,62 euro sul cc 4028;
  • Versamento di 24,00 euro sul cc 9001;
  • Documento d’identità fotocopiato;
  • 3 fototessere con sfondo bianco 4,2 x 4,2;
  • Fotocopia della patente se già in possesso;
  • Marca da bollo da 14,62 euro;
  • Certificato medico con bollo da 14,62 euro e fotografia vidimata.

Da privatisti, la procedura è la seguente: recatevi presso un ufficio della Motorizzazione Civile ed effettuate una richiesta per la Patente A. Qui vi rilasceranno il famoso modulo TT2112 ed i bollettini di cui sopra, uno da 14,62 ed uno da 24,00 euro. Il secondo da 14,62 euro, lo dovrete versare in un secondo momento, cioè dopo un mese di foglio rosa, quando prenoterete l’esame pratico. Le agenzie come detto, variano in base alla città e alle agenzie, quindi fatevi fare dei preventivi. Telefonate, chiedete…

I costi per l’esame di teoria

In agenzia, una volta terminate le lezioni teoriche dovrete sostenere l’esame teorico, prima della prova pratica. Il costo dell’operazione è in media, sui 100 euro. Se sarete bocciati, no problem, potreste ripetere l’esame ancora una volta. Ogni lezione pratica poi, si aggira sui 25/30 euro. Senza le lezioni siamo già a 400 euro. Mettiamo altri 200 euro di lezioni, e saliamo a 600 euro.

Patente A: quali sono e come funziona?

Vale la pena perdere un minuto e ricordare cosa dice la legge in tema di patente A. Vediamo dunque come prima cosa quali sono le età minime: per la Patente A1, occorrono 16 anni, per la Patente A2, 18 anni e per la Patente A, 24 anni. Quest’ultima, può anche essere definita Senza Limiti, ovvero Patente A3. Con questa licenza, avrete la possibilità di guidare da subito tutti i tipi di motocicli, quindi qualsiasi cilindrata e potenza. L’unico limite sarà quello dei 24 anni. Attenzione però, perché questo limite di età può scendere a 20, a patto di essere titolari di patente A2 da almeno 2 anni. Un azzardo? Assolutamente sì, soprattutto nel primo caso, poiché si può salire su una moto che fa 300 all’ora e con rapporto peso potenza di 1 a 1, senza esperienza…

Ed i rinnovi? La Patente A vale 10 anni fino a 50 anni di età. Si dimezza, quindi passa a 5 anni per chi ha un’età compresa tra 50 e i 70 anni, per poi scendere a 3 anni per chi ha superato i 70 anni. Se ancora ce la fate, ed avete 80 anni, la validità sarà di 2 anni.

La Patente A1 2020

Quali motoveicoli si possono guidare con la patente A1? Con questa patente, si possono guidare motocicli di cilindrata massima di 125 cm³, di potenza massima di 11 kW e con un rapporto potenza/peso non superiore a 0,1 kW/kg. In questa, includiamo i tricicli di potenza non superiore a 15 kW e le macchine agricole che non superano i limiti di sagoma dei motoveicoli.

La Patente A2 2020

Saliamo di categoria, con la Patente A2. Con questa licenza, si possono guidare i motocicli di potenza non superiore a 35 kW con un rapporto potenza/peso non superiore a 0,2 kW/kg e che non siano derivati da una versione che sviluppa oltre il doppio della potenza massima. Facciamo dunque attenzione a cosa compriamo, possa essere nuovo o usato.

La Patente A 2020

Infine, abbiamo la Patente A priva di limitazione. Con questa licenza, potremo guidare i tricicli di potenza superiore a 15 kW (dai 21 anni) ed i motocicli, ossia i veicoli a due ruote, privi di carrozzetta (categoria L3e) o con carrozzetta (categoria L4e), muniti di un motore con cilindrata superiore a 50 cm³ se a combustione interna e/o aventi una velocità massima per costruzione superiore a 45 km/h (dai 24 anni). Come già detto, ci sarà la possibilità di guidare tutti i tipi di motocicletta. Per tutti coloro che hanno una patente B, per conseguire la patente A, devono solo sostenere l’esame pratico.

Chi siamo

Più letti

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTVMutui e Prestiti

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.