Quanto costa sostituire un airbag? Ecco cosa devi sapere

Quanto costa sostituire un airbag? Ecco cosa devi sapere
5 (100%) 4 votes
di | 24-10-2019 | Assicurazioni RC Auto, Auto

Anche se non lo vediamo quando siamo alla guida della nostra auto, sappiamo con certezza che, in caso di incidente, c’è un airbag pronto ad aprirsi e a salvarci la vita. Nonostante gli airbag non siano obbligatori per legge, i produttori di automobili sono costretti a installarli su tutti i veicoli, pena il mancato superamento dei crash test e la conseguente impossibilità di introdurre il veicolo sul mercato. A stabilirlo è una normativa europea secondo la quale, a partire dal luglio 2002, tutti i nuovi veicoli immatricolati dovrebbero essere dotati di un sistema di sicurezza con airbag sia sul lato del conducente che su quello del passeggero. Quindi, tranne qualche rara eccezione, ogni veicolo nuovo immatricolato dopo questa data dovrebbe avere almeno due airbag. Cosa succede però quando rimaniamo coinvolti in un incidente e abbiamo la necessità di ripararli? La sostituzione degli airbag è obbligatoria? E, soprattutto, quanto costa sostituire un airbag? Vediamolo insieme nella guida che segue.

Sommario

Sostituire airbag: i costi

Sostituire un airbag ha un costo piuttosto elevato e, ovviamente, i prezzi cambiano a seconda del veicolo interessato. Un’altra variabile da tenere in considerazione, oltre al modello dell’auto, è quella legata al tipo di airbag che dobbiamo riparare ossia se si tratta dell’airbag frontale o di quello laterale installato sul lato passeggeri. Insomma, rispondere alla domanda su quanto costa sostituire un airbag non è affatto facile. Noi ci proviamo comunque andando a prendere i primi tre modelli di auto più venduti in Italia nell’anno che va dal settembre 2018 all’agosto 2019: la FIAT Panda; la Lancia Ypsilon e la Jeep Renegade. Per quanto riguarda la FIAT Panda, per i modelli immatricolati tra il 2004 e il 2011, un kit completo comprensivo di cover cruscotto; airbag guidatore; airbag passeggero e due cinture, la cifra da spendere si aggira intorno alle 500 euro. Per le Panda immatricolate invece dal 2011 in poi, un kit completo può arrivare a costare intorno alle 700 euro. Se prendiamo in analisi la Lancia Ypsilon, allora il prezzo sale a 800 euro per un kit completo comprensivo di airbag lato conducente; airbag lato passeggero; cruscotto; centralina e cinture di sicurezza. Questo per i modelli immatricolati dopo il 2011. Se invece la vettura in questione è una Jeep Renegade, i costi lievitano raggiungendo la cifra di circa 1,000 euro per un kit completo che include cruscotto; airbag frontale; airbag lato passeggero e due cinture di sicurezza.

Cos’è l’airbag

L’airbag è un sistema di sicurezza inventato e brevettato negli Stati Uniti nel 1952. Viene installato per la prima volta in Italia su una Lancia Flavia nel 1972 e, nonostante molti abbiano sollevato diversi dubbi sulla sua efficacia nel corso degli anni, ad oggi rappresenta uno dei sistemi di sicurezza stradale più importanti e utilizzati. Secondo uno studio, l’utilizzo dell’airbag insieme alle cinture di sicurezza riduce del 68%  la probabilità di restare coinvolto in un incidente mortale. Se una volta l’airbag veniva installato solamente sulle vetture di lusso, oggi viene montato anche sulle auto di piccola cilindrata. Negli Stati Uniti tutte le vetture sono obbligate dalla legge a dotarsi di un sistema di sicurezza con airbag mentre in Europa la scelta è facoltativa e a discrezione della casa automobilistica.

Come funziona l’airbag

Per quanto riguarda il funzionamento dell’airbag, si tratta di un dispositivo dotato di una serie di sensori collocati in alcuni punti strategici del veicolo come il lato anteriore al conducente proprio dove è collocato il volante oppure su quello laterale dove si trova il passeggero. Quando tali sensori rilevano una decelerazione eccessivamente rapida o una frenata molto brusca, fanno scattare dei meccanismi che liberano gli airbag tramite un gas compresso ad alta pressione. Il pallone gonfio che si apre evita che la testa e altre parti del corpo dei passeggeri vadano a colpire elementi contundenti dell’abitacolo. Se in una vettura sono presenti airbag, è estremamente importante indossare le cinture di sicurezza. In caso contrario, l’airbag può trasformarsi in uno strumento pericoloso a causa della forza dell’impatto. L’airbag può essere usato una sola volta e, dopo il primo urto, deve essere sostituito. Se nel paragrafo precedente abbiamo visto i costi per la sostituzione dell’airbag, ora vediamo se la sua riparazione è obbligatoria.

Sostituire l’airbag è obbligatorio?

Come abbiamo visto, una volta che si resta coinvolti in un incidente stradale e gli airbag si aprono, questi vanno sostituiti. Trattandosi di dispositivi monouso, una volta attivati gli airbag vanno cambiati e i costi per la loro sostituzione possono essere anche molto alti. Inoltre, la stessa sostituzione degli airbag non può essere fatta da chiunque ma soltanto presso uno dei centri autorizzati dalla casa madre della vettura. Per questo motivo è lecito chiedersi se la loro sostituzione è obbligatoria o meno. Anche su questo punto siamo stati molto chiari già all’inizio di questa guida: gli airbag, nonostante facciano ormai parte integrante della maggior parte dei veicoli in circolazione, non sono obbligatori. Di conseguenza, anche la loro sostituzione non è obbligatoria ma facoltativa. Nonostante questo, va detto che, se gli airbag fanno parte dell’omologazione della vettura, questi devono essere ripristinati dopo un incidente stradale. Anche in questo caso però non sussiste nessun obbligo e quindi resta a discrezione dell’automobilista sostituirli o meno. Tuttavia, il dubbio sull’obbligo o meno della sostituzione dell’airbag si lega alla possibilità di rivalsa dell’assicurazione in caso di incidente con airbag non funzionanti. Quindi sempre meglio chiedere alla propria compagnia di assicurazione.

Sostituzione airbag: chi paga?

Se siamo rimasti coinvolti in un incidente stradale e la colpa non è nostra i danni, tra cui anche quello relativo alla sostituzione dell’airbag, saranno ovviamente rimborsati dall’assicurazione. Invece cosa succede nel caso in cui la responsabilità del sinistro sia nostra? Chi paga la sostituzione dell’airbag? Nel caso in cui abbiamo stipulato una polizza Kasko o qualche altro tipo di garanzia accessoria possiamo stare tranquilli perché sarà la nostra RCA a pagare le spese per la riparazione. In caso contrario saremo noi a dover sborsare di tasca nostra i soldi per la riparazione. Le spese per il ripristino dell’airbag in seguito a sinistro, scontro con veicoli o animali o con ostacoli di qualsiasi genere, sono coperte dalle cosiddette garanzie accessorie, assicurazioni non obbligatorie che offrono garanzie aggiuntive. Alcune compagnie di assicurazione offrono, fra queste, anche il ripristino dell’airbag in seguito ad apertura accidentale del dispositivo.

Chi siamo

Più letti

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTVMutui e Prestiti

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.