Revisione autocarro: dal 2019 possibile anche per i privati

Revisione autocarro: dal 2019 possibile anche per i privati
Il post ti è stato utile?
di | 29-01-2019 | Auto

Il 2019 è l’anno che segna una svolta epocale nel settore automotive. Tante sono le novità normative pronte a entrare in vigore tra auto, moto e autocarri. Se quelle maggiormente sulla bocca di tutti rispondono ai nomi di Ecobonus ed Ecotassa, rispettivamente incentivi e imposte gravanti su acquisto e utilizzo dell’automobile per effetto delle emissioni inquinanti di CO2, ad essere intaccato è anche il versante delle revisioni. Per quanto concerne il collaudo tecnico sui mezzi pesanti di portata uguale o superiore ai 35 quintali, come noto sono state recepite le direttive dell’Unione Europea entrate in vigore il 20 maggio 2018 con l’obiettivo di contrastare le frodi sulla compravendita dei veicoli usati attraverso la falsificazione dei chilometraggi. La novità più rilevante è stata proprio l’introduzione del certificato di revisione. Cosa cambia, allora, rispetto a un anno fa? Scopriamolo.

Revisione autovetture: ogni quanto

A subire variazioni non sono le scadenze. Autovetture, caravan e veicoli per trasporto promiscuo o ad uso speciale di massa non superiore a 35 quintali sono tenute ad effettuare la prima revisione a quattro anni dall’immatricolazione del mezzo e le successive a cadenza biennale. I veicoli destinati al trasporto di persone o cose con numero di posti superiore a nove, adibite a taxi e noleggio con conducente, ambulanze, autobus o mezzi con massa uguale o superiore a 35 quintali devono invece effettuare annualmente la revisione.

Revisione autocarri: novità 2019

L’approvazione della Legge di Bilancio 2019, la 145/2018 comma 1049, prevede l’affidamento ai privati anche delle revisioni dei mezzi pesanti. La novità riguarda le imprese sia nel ruolo di controllore che in quello di controllato.

Nel primo caso la svolta si è resa necessaria sulla scorta della crescita continua del numero di operatori autorizzati. Resta però da capire quali dovranno essere i requisiti richiesti alle officine già autorizzate a effettuare le revisioni auto, moto e motocicli di massa complessiva fino a 3,5 tonnellate per controllare anche i mezzi pesanti. Nel decreto ministeriale attuativo andranno inoltre fissate tariffe e spazi di cui ciascuna officina dovrà disporre. Si tratterà infatti di fare entrare, stazionare e uscire in sicurezza e senza intralciare il traffico veicoli più grandi. Per questo bisognerà prevedere anche una normativa che disciplinerà l’adeguamento delle strutture. Infine sarà compito ministeriale quello di cercare di garantire il più possibile l’imparzialità degli operatori.

Nel ruolo di controllato, invece, cadrà l’attuale rigidità legata alla scarsità di personale della Motorizzazione. Questa carenza limite le sedute di revisione autocarri costringendo molti a farsi assistere dalle agenzie di pratiche per la parte burocratica.

Chi siamo

Più letti

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTVMutui e Prestiti

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.