Rifare chiavi auto perse: ecco come muoversi e costi

di | 23-07-2019 | Auto

Sei stato distratto e hai la necessità di rifare le chiavi dell’auto perse? L’idea potrebbe certamente spaventarti a causa delle possibili difficoltà a cui si può andare incontro, ma in realtà non è così. Pur non essendo in possesso dell’originale è infatti possibile richiedere il duplicato in breve tempo e senza spendere cifre eccessive. In questi casi è comunque può rivelarsi fondamentale non dimenticarsi di presentare apposita denuncia presso le forze dell’ordine: questo potrebbe infatti metterti al riparo da situazioni spiacevoli qualora queste fossero ritrovati da malintenzionati.

Sommario

Rifare chiavi auto perse: come agire per risolvere il problema

Non sapere più dove sono state messe le chiavi dell’auto rappresenta una scocciatura non da poco, ma non è necessario demoralizzarsi: basta armarsi di un po’ di pazienza e il problema può essere risolto in modo piuttosto agevole.

I modelli più moderni sono dotati di un apposito telecomando che consente di manovrare la vettura anche a distanza, ma se si dovesse decidere di effettuare la duplicazione chiavi auto presso una ferramenta o simili sarà necessario mettersi almeno parzialmente il cuore in pace: non sarà infatti più consentito associare il telecomando alla chiave. L’automobilista dovrà quindi presentarsi davanti alla serratura della portiera per poterla aprire, ma avrà comunque modo di tornare a guidare la vettura come niente fosse successo.

A seconda delle situazioni è comunque possibile scegliere tra diverse strade per rimediare all’inconveniente. Uno dei metodi preferiti che richiedono meno fastidio da parte dell’intestatario consiste nel prendere contatto con la casa automobilistica a cui appartiene il mezzo. L’utente avrà così la possibilità di effettuare la richiesta semplicemente comunicando il numero di telaio della macchina. Una volta avuto tra le mani il duplicato, sarà necessario procedere alla codifica.

In alternativa, è necessario avere come riferimento il codice meccanico associato alla chiave e pensato proprio per ridurre i disagi in queste situazioni. Per recuperarlo basta visionare il cartellino che solitamente viene allegato alla chiave al momento della consegna della vettura dopo l’acquisto. In caso di smarrimento anche di questo elemento si può stare tranquilli: il recupero può avvenire comunicando il numero di telaio alla casa madre. Se non si riesce ad avere in tempi rapidi nemmeno questa informazione si può consultare la centralina del veicolo.

C’è infine anche un altro sistema da poter sfruttare, ma a cui si preferisce ricorrere solo in situazioni di emergenza. È infatti necessario smontare la serratura e leggerla. Non appena si avrà la nuova chiave sarà indispensabile procedere con la codifica tramite un codice PIN.

Smarrimento chiavi auto – Fare il duplicato è costoso?

Se si ha la necessità di eseguire il duplicato della propria chiave è necessario avere ben presente anche i costi dell’operazione a cui si può andare incontro.

Il sistema più economico per chi desidera risparmiare consiste nel presentarsi presso una ferramenta specializzata, che potrà eseguire il tutto senza grandi difficoltà. È però bene tenere presente come questo non sia il metodo migliore: solo la casa automobilistica ha infatti la possibilità di effettuare la codifica della centralina senza commettere errori.

A livello generale è difficile dare un’idea chiara dei costi da sostenere. Sono infatti diversi i fattori da prendere in considerazione, dal modello dell’auto al metodo che si vuole utilizzare. Un preventivo base si aggira intorno ai 50 euro, ma nel caso di alcune aziende straniere il costo potrebbe facilmente lievitare e raggiungere anche i 500 euro (è il caso di alcune vetture targate Hyundai). Questo garantirà però di avere tra le mani una copia fedele all’originale.

Ho perso le chiavi della macchina – Serve la denuncia?

Avere perso la chiave della macchina rappresenta certamente un problema non da poco, soprattutto se non si ha la possibilità di recuperare in breve tempo il doppione che solitamente viene consegnato in fase di acquisto della macchina. Oltre a rivolgersi presso un centro specializzato per la realizzazione di un altro paio, resta da chiedersi se l’episodio possa avere conseguenze anche sul piano legale.

In questo caso è bene capire come sia avvenuto lo smarrimento. Se la perdita è avvenuta a causa di una semplice dimenticanza in merito al luogo in cui erano state depositate le chiavi diventa pressoché inutile presentare una denuncia alle forze dell’ordine. Se si sentisse comunque la necessità di sentirsi più tranquilli nel timore che l’oggetto possa finire tra le mani di qualcuno di sconosciuto, la strada da seguire è una sola: cambiare tutto quanto è legato alla chiave, compresa centralina e serratura. La spesa inevitabilmente sarà maggiore, ma potrà metterci al riparo da problemi.

Se invece l’accaduto è da addebitare a un comportamento differente (ci si trovava in un luogo e non si ricorda se ci si è spostati ma la chiave è rimasta lì), allora presentare un esposto può essere la soluzione migliore. Il rischio, infatti, è che questa possa essere utilizzata da qualcuno per rubare la vettura. Si tratta di un modo di agire che potrà rivelarsi utile anche se eventualmente “qualcuno di buon cuore” dovesse ritrovare le chiavi e consegnarle alle autorità: la presenza della denuncia renderà perciò più semplice consegnare l’oggetto al legittimo proprietario.

Avere poi un documento scritto che certifichi il mancato ritrovamento della chiave può essere poi anche una chiara dimostrazione utile a non ritenere più il proprietario responsabile di ogni fatto avvenuto da quel giorno. Esemplificativo può essere una situazione in cui qualcuno dovesse rinvenire la chiave e mettersi al volante della vettura causando un incidente: tutta la responsabilità ricadrà quindi sulle sue spalle e non sull’intestatario del mezzo.

Non è finita qui. Può esserci un ulteriore vantaggio: se l’assicurazione auto stipulata comprende anche il furto e incendio e la macchina dovesse essere rubata sarà possibile ottenere un risarcimento ad hoc da parte della compagnia con cui si è sottoscritto il contratto.

Per i più “badati” è quindi consigliabile inserire una clausola ad hoc nella polizza legata allo smarrimento delle chiavi. Solitamente questa è compresa all’interno del furto e incendio e consente di poter ricevere un rimborso pari alle spese sostenute per la duplicazione. Questo potrà avvenire però ovviamente solo se la società sia stata informata.

Chi siamo

Più letti

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTVMutui e Prestiti

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.