Rottamazione auto 2019: i costi per “seppellire” la vecchia auto

Rottamazione auto 2019: i costi per “seppellire” la vecchia auto
5 (100%) 3 votes
di | 15-01-2019 | Auto

La vostra povera vecchia automobile è arrivata a capolinea? Non va più? Ha subito un incidente fatale? In questi casi, va purtroppo rottamata, ovvero buttata. Un’operazione che richiede un iter e soprattutto dei costi da affrontare. Quali sono le procedure e quanti sono i “verdoni” da pagare? ComparaSemplice.it cerca di fare chiarezza, una guida per… “seppellire” la vostra povera e vecchia automobile.

Sommario

Rottamazione di un mezzo: cos’è e come si fa

Per prima cosa, diciamo che la rottamazione di un mezzo, sia auto o moto, è un procedimento che consente di demolire e dunque distruggere fisicamente un veicolo, per poi smaltire in sicurezza e riciclare le parti. Chiaramente il costo, varia, a seconda se ci si possa avvalere degli eco-incentivi, se si acquisti una auto nuova, o semplicemente se la si rottami e basta.

Se non si compra un nuovo mezzo, allora i costi variano ancora di più, a seconda del centro, che applica diverse tariffe. I documenti vanno poi portati all’ACI, ove entrano in campo le differenti tasse, anche a seconda della Regione e del Comune di residenza. L’importante, in ogni caso, è che il centro sia autorizzato e che questo curi la cancellazione del mezzo al PRA (Pubblico Registro Automobilistico). Ricordiamo che non è possibile rottamare un mezzo sottoposto a fermo amministrativo, poiché vanno prima saldati i debiti.

Acquistando invece una nuova auto, presso un concessionario, sarà quest’ultimo a curare la demolizione della “vecchietta”. Lasciata l’auto da demolire al rivenditore, questo avrà 30 giorni per cancellarla al PRA, così poi, contestualmente, rilasciare il certificato di demolizione.

Quali sono i documenti necessari per demolire un mezzo?

Vediamo ora cosa occorre per demolire un mezzo, o meglio, i documenti da presentare. Servono la carta di circolazione ed il certificato di proprietà (quest’ultimo, ormai disponibile online). Se questi documenti sono stati smarriti o non sono leggibili, occorre la denuncia effettuata presso le Forze dell’Ordine.

Questo serve per cancellare e radiare il mezzo, così da non dover pagare più il bollo per i successivi anni. In ogni caso, la radiazione può essere presentata non solo per rottamazione dei veicolo, ma anche per l’esportazione all’estero e la cancellazione d’ufficio in caso di vendita del veicolo dopo il sequestro a seguito di violazioni o mancato pagamento delle sanzioni amministrative.

Quanto costa rottamare?

Veniamo ora al dunque. Quanto costa rottamare la vostra auto, o moto o scooter che sia? Per cosa pagherete, o meglio, cosa comprende la spesa? Iniziamo dall’ultima domanda, poiché nella rottamazione sono comprese:

  • demolizione fisica del mezzo
  • smaltimento rottami
  • imposta di bollo
  • emolumenti ACI
  • servizi dei centri smaltimento

Per il 2019, i costi previsti sono dunque:

  • 32 euro: imposta di bollo (diventano 48 con il modello NP3C)
  • 7/10 euro: trasporto del mezzo al centro
  • 13,50 euro: emolumenti ACI

Sostanzialmente, il costo varia però, come già detto, da Regione a Regione, e da Comune a Comune. Sappiate che in media, si va dai 70 ai 150 euro. Ricordate di farvi rilasciare il certificato di rottamazione per poter effettuare la cancellazione del mezzo al PRA. Questo poi vi solleverà da tutte le responsabilità penali, civili ed amministrative.

Chi siamo

Più letti

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTVMutui e Prestiti
0321.085995

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.