Servosterzo elettrico e idraulico: differenze

di | 05-11-2022 | News Noleggio

Il servosterzo ci è di grande aiuto, soprattutto in manovra. Quali sono però le differenze tra quello elettrico e quello idraulico?

Servosterzo elettrico e idraulico: differenze

Vi siete mai soffermati sul poco sforzo che deve essere fatto per ruotare il volante e sterzare? Chi ha provato un’auto d’epoca, o ha vissuto prima del servosterzo, sa di cosa parliamo. Oggi, tutte le auto sono dotate del servosterzo, tecnologia che consente di applicare una forza decisamente inferiore allo sterzo, così da poter girare le ruote senza sforzo alcuno. Forse però, non tutti sanno che, esistono due tipi di servosterzo: quello elettrico e quello idraulico. Quali sono le differenze? Scopriamolo insieme.

Sommario

Servosterzo elettrico

Iniziamo parlando del servosterzo elettrico, che sfrutta una sorgente di energia esterna, così da ridurre lo sforzo allo sterzo. Il servosterzo elettrico altro non è che un dispositivo che sfrutta un motorino elettrico. Questo è ovviamente collegato al piantone dello sterzo, che a sua volta è gestito da una centralina. In base a tutta una serie di fattori, incluso quanto ruotate lo sterzo, la centralina “comanda” l’azione sterzante, anche grazie ad un sensore che invia dei dati.

Il vantaggio del servosterzo elettrico poi, è quello di essere davvero preciso. Questo perché la “risposta” dello sterzo, dipende anche dalla velocità dell’automobile. Con l’aumentare della velocità, infatti, l’intervento del servosterzo sarà minore. Altro plus, è che con il servosterzo elettrico si ottiene un superiore risparmio di energia. Tutto questo, se confrontato con quello idraulico naturalmente. Il consumo poi si riduce, poiché quando non si ruota lo sterzo, il sistema non è assolutamente attivo.

Altro vantaggio del servosterzo elettrico, è qualora si verifichi una avaria. Una spia luminosa si accenderà segnalandoci prontamente il guasto. Una spia, che si accenderà al nostro quadro strumenti, una allerta, che però ci consentirà di continuare a guidare la nostra auto per raggiungere il più vicino meccanico per avere assistenza. Lo sforzo al volante sarà nettamente superiore, ma non ci sarà alcun pericolo durante la guida. Citiamo poi il sistema Dual Drive, introdotto da Fiat nel ’99 sulla Punto. Grazie ad un tasto, il sistema andrà ad alleggerire ulteriormente lo sterzo, così da diminuire lo sforzo in manovra.

Servosterzo idraulico

Passiamo ora al servosterzo idraulico, particolare che nasce per essere sfruttato sui mezzi pesanti, per poi essere trasferito alle berline di grossa cilindrata. Questo sistema, piuttosto semplice, è composto da diversi pezzi, quali: serbatoio dell’olio, pompa a ingranaggi azionata da un motore, distributore con quattro luci normalmente sempre chiuse e dispositivo di comando del distributore. Quest’ultimo è poi posizionato nel piantone, ove trova spazio una vite globoidale. Infine, abbiamo un cilindro operatore con al suo interno uno stantuffo che separa il cilindro in due camere. Ad un’estremità di questo, è poi collegato ai leveraggi dello sterzo. All’altra estremità, trova invece il collegamento al telaio ed ad una valvola limitatrice di pressione al fine corsa del volante.

Come funziona il servosterzo idraulico? Immaginiamo che il volante sia fermo. L’olio inviato dalla pompa al distributore, troverà le valvole (luci) chiuse al cilindro operatore, e tornerà al serbatoio via tubo di recupero. Al contrario, sterzando, due delle quattro luci si apriranno, e tramite un tubicino, poteranno l’olio in una delle due camere del cilindro operatore. Con l’aumento della pressione nella camera, lo stantuffo sarà spostato in direzione opposta, agendo sui leveraggi delle ruote. Quando una camera si riempie, l’altra si svuota, grazie al circuito di recupero. Il vantaggio? Un superiore feeling di guida, ma è pesante e assorbe più energia, visto che non si “spegne” mai.

Compila il modulo!

Sarai contattato gratuitamente da un nostro operatore per una consulenza sulle migliori offerte

  • Servizio Gratuito Nessuna commissione
  • Nessun obbligo Nessun impegno
  • Le migliori offerte Prezzi bassi

Richiedi Proseguendo si accettano i Termini e le Condizioni del servizio

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.