Telepass: la guida dalla disdetta alla restituzione dell’apparecchio

Telepass: la guida dalla disdetta alla restituzione dell’apparecchio
5 (100%) 3 votes
di | 17-01-2019 | Auto

Come si fa per evitare inutili code ai caselli autostradali? La comodità di non dover tirare fuori il braccio dal finestrino quando si è sottozero o quando ci sono 40 gradi ed il caldo entra nel veicolo? Ancora, vogliamo parlare dei motociclisti, che devono fare la fila sotto la pioggia, o con 40 gradi in tuta di pelle, togliersi i guanti e cercare i contanti…? La soluzione è il Telepass, un “magico” apparecchio che consente di passare il varco, senza superare i 30 km/h, senza dunque fermarsi. Se però non vi serve più, come si fa? Come si da la disdetta? Come si restituisce l’apparecchio? ComparaSemplice.it cerca di darvi tutte le informazioni utili.

Sommario

Telepass: la storia ed il funzionamento

Cerchiamo però, come sempre, di dare un significato alle cose. Qual è la storia del Telepass? ll primo, un prototipo, fu sviluppato dal 20 dicembre 1986 al 17 aprile 1987, da tre progettisti della Sixcom, una azienda del gruppo Olivetti. Di forma rettangolare appena più grande e piatta dell’attuale, leggeva carte senza contatti AT&T.

Oggi, si basa su una tecnologia di transponder. Si tratta di una antenna passiva che una volta eccitata via radio da un’antenna attiva (detta boa), comunica con quest’ultima. Appena ci si avvicina al casello autostradale la prima Boa va ad accendere il Telepass, così da attivarlo per la comunicazione con le altre Boe. Riconosciuto l’apparato tramite la seconda, questa trasmette i dati alla rete autostradale, che fa così sollevare la sbarra. Una ultima e terza Boa chiude e conferma il passaggio.

Le Boe, lavorano in simbiosi con i sensori a terra. Il tutto, è poi collegato con le telecamere digitali e la rete autostradale stessa. Entrata ed uscita, sono così registrate, così da elaborare poi i dati, preparare la fattura, ed inviarla successivamente al conto dell’utilizzatore.

Disdedda e restituzione dell’apparecchio

Veniamo al dunque. Avete cambiato lavoro, viaggiate molto meno, insomma, sono cambiate le esigenze e volete rinunciare al servizio. Come si fa? La cosa più semplice per effettuare la disdetta del contratto Telepass, è quella di recarsi presso uno dei centri Punto Blu. Questi centri, si trovano in autostrada. Qui, potrete restituire l’apparecchio e firmare il modulo di disdetta.

Naturalmente lo potrete fare anche se il Telepass è intestato a terzi. Vi basterà fornire una delega e la fotocopia di un documento. La disdetta è gratis, a patto che si riconsegni l’apparecchio entro e non oltre i 20 giorni dalla disdetta cartacea (meglio farlo contestualmente dunque). A questo punto, dunque, si potrà bloccare anche il RID.

Per tutti coloro che invece non hanno la possibilità, o non vogliono recarsi presso un Punto Blu, sarà sufficiente effettuare la disdetta sul sito internet www.autostrade.it o www.telepass.it e poi spedire in questo caso l’apparecchio tramite raccomandata con ricevuta di ritorno al seguente indirizzo: Telepass S.p.A – Customer Care, CP 2310 Succursale 39, 50123, Firenze.

Chi siamo

Più letti

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTVMutui e Prestiti
02 20011111

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.