Tre sintomi che la testata del motore è rotta

di | 11-08-2020 | Auto

L’estate, il caldo, la scarsa manutenzione, tutte cose che al motore non fanno certo bene. Chi è il primo a risentire di questi fattori? Ovviamente la guarnizione della testata! Che sia un’auto, un camion o una moto, la guarnizione della testata può essere soggetta a bruciatura. Come tutte le cose, danni soprattutto, ci sono cause e soluzioni. Andiamo a vedere tutto questo.

Sommario

Testata del motore: a cosa serve

La testata del motore è una parte del propulsore che serve a sigillare ed ad isolare la parte superiore dei cilindri. La testata non è solo un componente decisamente importante, ma parte essenziale per il funzionamento di un propulsore. Questo perché interessa anche la camera di combustione. La testata scalda parecchio, tant’è che si possono registrare temperature con picchi massimi di circa 250 gradi. Capirete che, a queste temperature, i pezzi e quindi alcune parti sono soggette a stress e sollecitazioni. Tramite viti e guarnizioni, è collegata ai cilindri ed al coperchio della testata stessa.

A seconda della conformazione, stabilisce il rapporto di compressione. Consente poi di ottimizzare la combustione all’interno delle camere di scoppio. Consente dunque al motore di garantire il miglior rendimento possibile. Come detto, è collegato con una guarnizione. Se il motore si surriscalda, la guarnizione della testata potrebbe bruciarsi. Cerchiamo di capirne le cause, in modo da evitare problemi.

1 – Coperchio chiuso male

Una delle prime cause della testata bruciata è quando, a causa di un errore umano, il coperchio della testata è chiuso in modo non corretto. Ogni costruttore prevede determinati serraggi. Se non rispettati, si possono avere problemi. Si può poi verificare il problema anche quando viene montata male la guarnizione stessa.

2 – Guarnizione usurata

Altro motivo di “guarnizione bruciata” è l’usura della stessa. Ogni volta che si apre la testata (per manutenzione o lavori straordinari), infatti, bisogna cambiare la guarnizione. Se questa non viene sostituita, si rovinerà più facilmente. Inoltre, passando dal caldo al freddo (e viceversa) molto spesso, si può indurire più del dovuto, ergo, usurare, e bruciarsi.

3 – Raggiungimento di temperature elevate

Ulteriore fattore che può portare al bruciarsi della guarnizione della testata, è quando si raggiungono delle temperature troppo elevate. Come si verifica questo? Se il termostato è bloccato, se un fusibile si brucia, se la ventola non si attiva al momento giusto, la guarnizione… si brucia. Insomma i motivi possono essere diversi.

Guarnizione bruciata? I sintomi

Capire se la guarnizione è bruciata non è particolarmente difficile, poiché si possono distinguere determinati sintomi. Il primo sintomo, il più classico, è un consumo elevato di liquido refrigerante. Accorgersene è semplice, basta guardare il livello della vaschetta del liquido refrigerante. Altra cosa da controllare, è sotto il tappo dell’olio. Se la testata perde, il calore andrà a creare una particolare sostanza viscosa al di sotto del tappo dell’olio. Altro sintomo, che oseremmo dire il più grave di tutti, è la fuoriuscita dal tubo di scappamento di fumo bianco. Questo significa che il refrigerante è entrato nei cilindri e questo viene bruciato insieme ad aria e combustibile.

Le cause da cercare in un secondo momento

Non dimentichiamoci che la guarnizione della testata, se non per usura o montaggio errato, non si brucia da sola. E’ dunque importantissimo che il meccanico esegua un check up accurato del vostro mezzo. Non bisognerà dunque procedere con la sola sostituzione della stessa, ma bisognerà capire il perché, per evitare lo stesso danno dopo pochi chilometri…

Chi siamo

Più letti

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTVMutui e Prestiti

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.