Come limitare traffico dati hotspot

di | 24-06-2020 | Cellulari, WiFi

Nonostante la maggior parte degli operatori oggi offrano un buon numero di dati ad un prezzo interessante, utilizzare la connessione affidandosi solo alla rete mobile comporta un consumo importante, soprattutto se si è abituati a fruire quotidianamente di contenuti video, audio e scambiare o scaricare file di grandi dimensioni. Il consumo dati aumenta se si utilizza lo smartphone come modem Wifi, condividendo la rete con altri dispositivi: come fare, quindi, per limitare traffico dati in hotspot?

Già in passato ci siamo occupati di come limitare consumo dei dati su Android e di come risparmiare traffico Internet su iPhone, fornendovi dei consigli utili per evitare di rimanere senza giga prima del rinnovo dell’offerta: per quanto riguarda il consumo hotspot, però, il discorso si estende a tutti i dispositivi connessi alla rete ed è difficile poter fare una previsione precisa sui dati consumati durante l’utilizzo di questa comodissima funzionalità.

È chiaro che avere più dispositivi connessi contemporaneamente alla stessa rete Wifi potrebbe significare un maggior consumo, ma bisogna anche considerare altri fattori:

  • quale tipologia di dispositivi è connessa: ad esempio, un elettrodomestico intelligente che ha bisogno solo di pochi MB al mese non è paragonabile ad una console da gioco in modalità gaming online o ad una smart TV che trasmette contenuti video in 4K da YouTube);
  • per che cosa viene utilizzata la connessione: se tutti i terminali connessi all’hotspot utilizzano Internet per lo streaming video, i consumi saranno maggiori rispetto agli stessi dispositivi collegati alla rete solo per navigare su siti Internet e poco altro;
  • quanti giga ha l’offerta: più dati si hanno a disposizione e maggiore libertà si avrà nell’uso di app e servizi che necessitano di Internet.

Se volete sapere come limitare traffico dati hotspot, probabilmente il consumo dei dispositivi è particolarmente elevato o state utilizzando servizi che necessitano di una grossa mole di dati e che potrebbe consumare in anticipo la vostra soglia: come comportarsi in questi casi?

Sommario

1. Sfruttate la funzione di consumo limitato dei dati

Sia su Android che su iOS potete attivare una funzionalità di limitazione dei dati direttamente dalle impostazioni, cosi da ridurne il consumo e tenere sotto controllo gli effettivi giga utilizzati, grazie a notifiche dedicate.

Limitare consumo dati su iOS

Leggi la guida dedicata >>

Su iOS bisogna entrare su Impostazioni/Cellulare/Opzioni dati cellulare e attivare l’interruttore “Consumo limitato di dati”. Come spiega la stessa Apple sul sito ufficiale, questa funzionalità può comportare l’interruzione di aggiornamenti in background delle app, la qualità dello streaming può essere ridotta e alcune operazioni automatiche per lo scambio dei dati (aggiornamenti di servizi, backup, download, etc..) potrebbero essere disattivate.

Se volete gestire l’accesso alla rete di ogni app in modo più mirato, potete andare su Impostazioni/Generali/Aggiorna app in background e decidere quali applicazioni possono aggiornarsi in background quando il dispositivo è connesso.

Limitare consumo dati su Android

Leggi la guida dedicata >>

Sul mondo Android è difficile poter fornire un percorso preciso, tenendo conto delle varie versioni del sistema operativo in commercio e delle altrettante numerose customizzazioni da parte dei produttori. Possiamo, tuttavia, dare un’indicazione generale: all’interno delle Impostazioni, in particolare sull’area dedicata all’utilizzo dati, è disponibile un’opzione chiamata solitamente “Imposta limite dati”. All’interno è possibile impostare un tetto massimo di consumo: il sistema monitorerà i giga utilizzati e interromperà automaticamente la connessione quando il limite scelto verrà raggiunto.

Sulla stessa area dedicata all’uso dei dati su Android, è possibile gestire il traffico utilizzato delle singole app, ad esempio attivando o disattivando il consumo in background dei dati e permettendo all’applicazione di bypassare un eventuale limite dati impostato con l’opzione vista precedentemente.

2. Disattivare aggiornamenti e backup automatici

Solitamente le impostazioni sugli aggiornamenti dei sistemi operativi e delle app in smartphone e tablet prevedono il download automatico quando ci si trova su rete Wifi, poiché necessitano di scaricare molti dati. L’hotspot mobile viene visto dai dispositivi connessi come una rete Wireless e, quindi, il rischio di un consumo esagerato da parte dei terminali collegati è sempre dietro l’angolo.

Lo stesso discorso può essere fatto anche per i servizi di salvataggio automatico in servizi cloud, come ad esempio iCloud, Google Drive, Google Foto, Amazon Photos, etc…: la sincronizzazione e il backup vengono effettuati generalmente quando ci si trova su rete Wifi.

Se utilizzate abitualmente l’hotspot e non avete dati sufficienti per coprire questi consumi, quindi, il consiglio è di disattivare aggiornamenti automatici (di sistema e delle app) ed evitare il backup o la sincronizzazione di file multimediali in cloud, ricordandosi di effettuarli manualmente quando ci si trova sotto rete fissa o su connessioni Wifi con Internet illimitato.

3. Sfruttare la funzione di risparmio dati delle app

Finora abbiamo visto come limitare traffico dati hotspot in generale su smartphone o altri dispositivi Android e iOS, specificando che le variabili sul consumo sono diverse e che dipende soprattutto dal tipo di utilizzo di ogni singolo dispositivo connesso.

Molti dei servizi più utilizzati, tuttavia, permettono di ridurre il consumo di Internet in modo significativo, alleggerendo così il peso sulla rete hotspot condivisa. Ecco alcuni consigli concreti da mettere in pratica subito sulle app più note:

  • YouTube: potete ridurre la risoluzione dei video durante la riproduzione, evitando di andare oltre l’HD se il vostro bundle dati è limitato o se volete utilizzare il servizio su più dispositivi. È consigliabile anche disattivare la riproduzione automatica dei video;
  • Netflix: sulle Impostazioni potete agire sia sulla qualità dello streaming, scegliendo un’opzione meno “affamata” di giga, oltre che disattivare la riproduzione automatica dell’episodio successivo (la maggior parte dei servizi di streaming offre delle soluzioni simili nelle Impostazioni);
  • Instagram: seguendo il percorso Impostazioni/Account/Uso dei dati mobili è possibile attivare l’opzione “Modalità di risparmio dei dati“, evitando così che i video vengano caricati in anticipo;
  • Whatsapp: entrando su Impostazioni/Utilizzo dati e archiviazione è possibile gestire il download automatico dei contenuti scambiati nelle chat (ad esempio disattivandolo e impostandolo manualmente) e attivare l’opzione “Consumo dati ridotto” per le telefonate;
  • Browser: diversi programmi di navigazione, come Chrome e Firefox, permettono di attivare l’opzione “Risparmio dati” nelle proprie Impostazioni. Ci sono, inoltre, browser che fanno del consumo ridotto il proprio punto di forza: uno dei più noti su piattaforma mobile è sicuramente Opera Mini. Provateli e decidete anche in base alle vostre preferenze.

Insomma, limitare traffico dati hotspot significa limitare il consumo dei singoli dispositivi collegati alla stessa rete: alcuni di essi avranno più bisogno di traffico, altri meno. Le piattaforme smartphone, tablet e le stesse app permettono di limitare l’uso di Internet e di risparmiare giga preziosi, ma è soprattutto il nostro buon senso che può impedire un consumo dati eccessivo.

Usate la funzione hotspot con parsimonia, quindi, se non avete molti giga a disposizione e gestite attentamente il consumo dei dispositivi collegati, anche se il bundle dati mensile è alto. Fate particolare attenzione a:

  • streaming (soprattutto video ad alta definizione, oltre i 480p);
  • gaming online;
  • condivisione file (anche su WhatsApp, Telegram e Messenger, soprattutto se si è abituati a scambiare contenuti particolarmente “pesanti”, come video e audio di alta qualità);
  • download di grossi file (ad esempio gli aggiornamenti di sistema e delle app/programmi);
  • backup o salvataggio di file automatici in cloud.

Se vi accorgete che anche seguendo questi consigli e limitando il consumo hotspot il traffico Internet non arriva a coprire tutto il mese, forse è giunto il momento di valutare un cambio offerta o addirittura un cambio operatore, sfruttando le numerose promozioni degli operatori dedicate ai nuovi clienti e legate spesso alla portabilità del numero.

Chi siamo

Più letti

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTVMutui e Prestiti

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.