Nuova portabilità numero mobile: cosa cambia da novembre 2022

di | 21-10-2022 | News Cellulari

A partire dal mese prossimo cambierà la procedura per la portabilità di un numero mobile: vediamo quali sono le novità introdotte e da quando entreranno in vigore le nuove regole.

Nuova portabilità numero mobile: cosa cambia da novembre 2022
Confronta

La delibera 86/21/CIR dell’AGCOM ha stabilito un nuovo corso per quanto riguarda la procedura della portabilità in ambito mobile (MNP): le direttive introdotte dall’Authority hanno come principale obiettivo una maggiore sicurezza dei dati personali del titolare della sim, evitando soprattutto attacchi criminali in forte crescita che puntano al furto di identità, come il cosiddetto “SIM swapping”.

Le disposizioni, già rese note dall’AGCOM l’8 luglio dello scorso anno, prevedono delle modifiche che gli operatori telefonici dovrebbero recepire entro i 12 mesi dalla pubblicazione, pena l’applicazione di sanzioni. Ma andiamo con ordine e vediamo innanzitutto che cosa cambierà dal mese prossimo.

Sommario

I punti della delibera AGCOM 86/21/CIR

A partire dal 14 novembre 2022, queste saranno le principali novità riguardo la procedura di portabilità di un numero cellulare:

  • solo il titolare della sim può richiedere il cambio SIM, anche in caso di furto e smarrimento. La regola vale sia per le schede fisiche che per le eSIM;
  • in caso di furto, smarrimento o guasto della sim, il titolare dovrà richiedere la nuova scheda presso il proprio operatore prima di poter procedere al cambio operatore: solo dopo averla sostituita con una funzionante, potrà effettuare una richiesta di portabilità;
  • nel caso in cui si volesse cedere la sim ad un’altra persona, entrambi dovranno essere presenti presso il negozio dell’operatore;
  • ogni procedura di portabilità o sostituzione della sim dev’essere validata preventivamente dal nuovo operatore, attraverso un sms che informerà l’utente dell’avvenuta richiesta e che dovrà essere confermata secondo le modalità indicate nella comunicazione. La stessa modalità di verifica dovrà essere adottata anche in caso di attivazione di una nuova scheda.

Nuova procedura di portabilità: i documenti richiesti

In caso di richiesta di portabilità, l’operatore telefonico dovrà acquisire dal titolare della sim i seguenti dati:

  • la fotocopia di un documento di identità in corso di validità;
  • la fotocopia del codice fiscale o della tessera sanitaria;
  • i dati della vecchia SIM (in particolare il codice ICCID);
  • in caso di furto o smarrimento della scheda, la copia della relativa denuncia.

SIM Swap: cosa significa

“SIM Swap Scam” può essere tradotta con “truffa di scambio sim” ed è già chiaro di cosa si tratta: è una frode che punta ad ottenere l’accesso al numero di telefono di un utente e di utilizzarlo per tutti quei servizi legati al numero stesso. Pensiamo ad esempio ai sistemi di conferma via sms per le operazioni bancarie, all’uso delle chat di Whatsapp e servizi simili, ai social network, etc…: attraverso degli attacchi mirati, il criminale riesce a “trasferire” la corrispondenza di un numero, ottenendo così un vero e proprio passpartout per i dati personali e le disponibilità dell’utente (spesso ignaro al momento dell’attacco).

Questo vero e proprio furto di identità è possibile utilizzando diverse pratiche, dalle più avanzate e invasive a quelle più subdole, ad esempio approfittando di disattenzioni della vittima o semplicemente sfruttando alcuni buchi normativi. Ed è proprio su quest’ultimo punto che l’AGCOM vuole arginare il fenomeno in pericolosa crescita: finora, infatti, la verifica dell’identità non era obbligatoria in caso di richiesta per un cambio della sim o in caso di segnalazione di smarrimento al gestore. Vedremo se la delibera riuscirà ad ottenere gli effetti sperati.

Compila il modulo!

Sarai contattato gratuitamente da un nostro operatore per una consulenza sulle migliori offerte

  • Servizio Gratuito Nessuna commissione
  • Nessun obbligo Nessun impegno
  • Le migliori offerte Prezzi bassi

Richiedi Proseguendo si accettano i Termini e le Condizioni del servizio

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.