Quanti giga consuma ascoltare la radio in streaming

Quanti giga consuma ascoltare la radio in streaming
5 (100%) 1 vote
di | 19-10-2018 | Cellulari

In passato la radio FM era presente su quasi tutti i modelli di cellulare e su smartphone: con il passare del tempo, però, questa funzionalità è gradualmente scomparsa e oggi sono molto meno i dispositivi in cui è presente. Tuttavia, con l’incremento della velocità delle reti mobili e una maggiore disponibilità di dati, l’uso delle app di radio e di streaming audio (come Spotify, Apple Music, Deezer, etc…)è ormai una consuetudine per molti utenti: ma quanti GB consuma ascoltare la radio?

Come abbiamo visto in occasione della guida dedicata alle 5 applicazioni che consumano più Internet su uno smartphone, lo streaming audio può essere considerata una pratica che necessita di diversi dati, anche se non sempre è così. Le variabili principali, infatti, sono sostanzialmente tre: la qualità, l’ampiezza di banda (o bandwith) e il tempo che si passa ad utilizzare il servizio. Non è possibile sapere quanti GB consuma ascoltare la radio in modo assoluto: dipenderà tutto da questi fattori.

Sommario

Quanti GB consuma ascoltare la radio: qualche esempio

Facciamo degli esempi concreti, così da poter avere un’idea di quanto traffico dati sia necessario per usufruire dei servizi radiofonici online.

Partiamo da una trasmissione radio con un bitrate basso (48-56 kbps), quindi con una qualità audio minima: 1 ora di ascolto può generare un traffico dati pari a circa 20-25 MB. Il consumo, in questo caso, è molto basso, ma anche l’esperienza audio potrebbe non essere soddisfacente.

Se si utilizzano bitrate più alti, a partire da 128 kbps e fino a 256 Kbps, la qualità audio è senza dubbio buona, anche per l’ascolto di brani musicali in streaming. Il consumo, come immaginerete, comincia a salire: parliamo, in questi casi, di circa 55-113 MB di traffico in 1 ora.

Superati i 320 kbps di bitrate, invece, anche la qualità dello streaming audio è decisamente più alta: si parte da 112 MB di dati all’ora, ma potrebbero essere anche maggiori con l’ascolto di radio ad alta definizione.

Ecco quanti GB consuma ascoltare la radio su smartphone, tablet o altri dispositivi mobili che hanno l’accesso ad Internet: è possibile, tuttavia, che alcune emittenti o piattaforme streaming utilizzino codec, protocolli e sistemi particolari per la compressione e il risparmio dati, in modo tale da mantenere un’alta qualità audio ma riducendo al minimo il traffico dati. In questi casi il consumo potrebbe differire rispetto ai nostri esempi, ma la variabile del tempo è sempre una delle più importanti: più tempo dura la sessione di ascolto, più GB utilizzerai.

Più GB sull’offerta, meno problemi di consumo

La maggior parte di voi potrà, però, stare tranquilla: le tariffe cellulari con più di 10-20 GB al mese, sono ormai una consuetudine per gli utenti smartphone e l’ascolto della radio via Internet non sarà certo un rischio, anche utilizzando le app dedicate per più di un’ora al giorno. Alcuni operatori, inoltre, permettono di accedere ai servizi radiofonici e streaming musicali online, sia tramite app che su browser, senza consumare i GB delle offerte sottoscritte: la TIM Senza Limiti Gold e la Vodafone Shake Remix Unlimited, ad esempio, sono tariffe che includono proprio lo streaming gratuito su diverse radio nazionali, tra cui Radio Italia, RDS, Radio 105, R101, RTL 102.5, Radio Deejay, Radio Rai, MTV Music, etc… e sui servizi musicali più noti, come Spotify, Apple Music, etc…

Se volete saperne di più su questi profili e sulle altre soluzioni per smartphone presenti sul mercato, utilizzate gratuitamente il nostro servizio di comparazione tariffe cellulari per trovare le più adatte alle vostre esigenze e modalità di utilizzo: il risparmio è assicurato!

Chi siamo

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTV
0321.085995