Quanti giga consuma Google Maps e come risparmiarli

Quanti giga consuma Google Maps e come risparmiarli
5 (100%) 3 votes
di | 24-10-2018 | Cellulari

Molti di noi utilizzano lo smartphone come un vero e proprio navigatore satellitare, sfruttando il GPS integrato nel dispositivo, spesso in abbinamento ad una rete Internet mobile sempre attiva, cosi da rendere il segnale più preciso ma anche per utilizzare l’app di mappe online di Google, con la possibilità di avere aggiornamenti in tempo reale su traffico, mezzi pubblici, punti di interesse, etc… Ma quanti giga consuma Google Maps? Saranno sufficienti i dati delle vostre tariffe? Cerchiamo di valutarlo nei prossimi paragrafi.

Sommario

Cos’è Google Maps

Google Maps è un servizio disponibile gratuitamente da diversi anni, inizialmente solo tramite sito Web, poi anche tramite app, dopo il boom degli smartphone. Può essere scaricata gratuitamente su iPhone tramite l’App Store ed è spesso già installata sui cellulari Android (o scaricabile gratis dal Google Play). Google Maps è particolarmente apprezzata per la precisione e per le informazioni dettagliate di luoghi, punti di interesse, stato delle strade (lavori, traffico, deviazioni, etc…) e per l’integrazione con altri servizi, come ad esempio le recensioni dei locali, la visualizzazione delle strade in modalità Street View,etc..

Il consumo MB con Google Maps è un aspetto che sta spesso a cuore all’utente, soprattutto quando il traffico dati del proprio piano non è particolarmente generoso (se state pensando di cambiarlo potete confrontare gratis le offerte smartphone di questo periodo per sceglierne una più adatta alle vostre esigenze): tuttavia bisogna fare una distinzione non sempre chiara a tutti.

Il GPS consuma traffico Internet?

Quanti giga consuma il navigatore satellitare? Di base nulla: il GPS non ha bisogno del traffico dati per funzionare e, infatti, è possibile trovare dei software che funzionano totalmente offline, con mappe e guida vocale scaricate sul telefono. Tuttavia lo smartphone può sfruttare anche la modalità assistita (A-GPS) che permette di velocizzare l’aggancio e rendere più precisa la localizzazione, utilizzando la connessione dati affiancata al GPS.

Google Maps, però, è un’app che ha bisogno di Internet per scaricare le mappe, gli aggiornamenti in tempo reale, la voce per l’uso navigatore auto o a piedi, etc.. Oltre al GPS assistito (che consuma pochissimo), quindi, un software deve comunque consumare diversi dati per funzionare.

Quanti giga consuma Google Maps

Quanto consuma Google Maps come navigatore, quindi? In realtà, durante le sessioni di utilizzo, l’uso dei dati è davvero molto ridotto: si parla di circa 5-10 MB all’ora. Il maggior consumo, invece, si rileva durante le ricerche della destinazione e non nella vera e propria navigazione: il consumo in questo caso, però, non è quantificabile in modo assoluto, poiché dipenderà tutto dalle informazioni che si stanno ricercando, dal tempo di utilizzo, dal tipo di visualizzazione delle mappe, etc…

Tuttavia, se avete un piano smartphone con almeno 5 GB, l’uso di Google Maps per qualche ora alla settimana non vi consumerà tutto il traffico, anzi, sarà molto meno esoso rispetto a quanto potete immaginare: facendo una stima di un’ora al giorno di utilizzo normale (mix tra navigazione e consultazione/impostazione del viaggio/info su locali e zone di interesse), possiamo dire che 1-2 GB al mese o poco più potrebbero essere sufficienti per l’uso dell’app.

Come risparmiare dati con Google Maps

Inoltre, come abbiamo già scritto in precedenza, Google Maps permette ora di scaricare offline mappe o porzioni di esse: se avete la possibilità di collegarvi ad una rete Wifi, quindi, potete fare il download delle aree che vi interessano e accedervi anche senza rete dati. Un altro modo per risparmiare dati è di mantenere la visualizzazione della mappa predefinita, evitando quelle più pesanti, come la mappa satellitare. Se non siete interessati agli aggiornamenti in tempo reale di traffico o altro, inoltre, il consumo potrà essere ancora minore.

Insomma, non preoccupatevi troppo di quanti giga consuma Google maps su iPhone o su Android: il Google Navigator necessita di pochissimi dati, ma l’uso delle altre funzionalità, benché possa incidere notevolmente sul vostro bundle Internet, generalmente non è così affamato nell’uso normale. Se, però, volete essere sicuri, puntate su offerte e tariffe con tanti giga (minimo 5-10), ormai disponibili con tutti gli operatori e a costi bassissimi: in questo modo il consumo dell’app e degli altri servizi dello smartphone non saranno più un grosso problema.

Chi siamo

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTV
0321.085995