Quanti giga consuma un film? Quanti dati necessita lo streaming video

Quanti giga consuma un film? Quanti dati necessita lo streaming video
5 (100%) 4 votes
di | 26-03-2018 | Cellulari, Telefonia

Utilizzare un servizio di streaming video è diventata ormai una consuetudine per tantissimi utenti, sia attraverso una connessione fissa, sia sfruttando una delle sempre più generose tariffe Internet mobile. L’uso di piattaforme come Netflix, Now TV, Infinity, etc… hanno senza dubbio cambiato il modo di fruire dei contenuti video online, arginando la pirateria e garantendo un’esperienza utente di ottimo livello (niente interruzioni pubblicitari, niente banner invasivi, possibilità di scegliere sottotitoli e lingua originale, avere info approfondite su attori, regia, etc…).

L’uso dello streaming attraverso un’offerta dati in mobilità, però, è limitato alla quantità di dati prevista dal piano: per questo motivo sono in molti a chiederci quanti giga consuma un film o altri contenuti, come ad esempio una partita.

Una domanda più che legittima, soprattutto se le tariffe dati delle offerte cellulari che si è sottoscritto non prevedono un bundle dati esagerato. Tuttavia, non è possibile rispondere con dei dati assoluti: il consumo può variare in base a tanti fattori, primo fra tutti il “peso” stesso del film che si vuole guardare, ossia la qualità.

Sommario

Occhio alla risoluzione

Come sicuramente saprete, i video possono avere differenti risoluzioni, da quelle più basse (a 240, 320 e 480p) fino all’alta definizione (come l’HD e il Full HD). Più di recente sono stati lanciati nuovi formati, come il Full HD+, il 2K e il 4K.

Qualità sotto l’alta definizione

Quanti giga consuma un film con delle risoluzioni ridotte, sotto l’alta definizione? In questo caso si potrebbero calcolare circa 200-300 MB per ogni ora di visione, tenendo comunque presente che la qualità sarà insufficiente per gli standard attuali. Con la risoluzione a 480p (SD), invece, si potrebbe raggiungere un compromesso, con una visione discreta e un consumo che non supera il GB all’ora (siamo sui 600-700 MB).

Dall’alta definizione in su

Chi vuole godere di una connessione ad alta definizione, invece, dovrà tenere in considerazione l’alto consumo: se avete un piano dati molto generoso potreste optare per uno standard di questo tipo, sfruttando al meglio il display del vostro dispositivo. Ecco quali sono i consumi per gli standard più alti:

  • qualità HD (a 720p): si arriva a circa 900 MB per ogni ora di visione;
  • qualità Full HD (1080p): il consumo è pari a circa 1,5 GB ogni ora;
  • qualità QHD (2K): con questa risoluzione si consumeranno circa 3 GB all’ora;
  • qualità UHD (4K): con i video in Ultra HD si possono superare anche i 7 GB all’ora.

Un esempio pratico: quante ore di streaming video con 10 GB?

Immaginiamo di avere una tariffa con un bundle dati di 10 GB (sempre più diffuse sul mercato) e cerchiamo di capire quante ore potremmo utilizzare il traffico Internet per guardare film e altri video online, a seconda della qualità:

bassa risoluzione: in questo caso si possono superare le 32 ore di visione;

  • risoluzione 480p: potrete arrivare a 14 ore di riproduzione;
  • risoluzione HD: circa 10-12 ore di video;
  • risoluzione Full HD: 6-7 ore di riproduzione;
  • risoluzione 2K: 3 ore di video;
  • risoluzione 4K: 1 ora-1 ora e mezzo di video.

NB: l’esempio fatto prende in considerazione l’ipotesi di un consumo dei 10 GB solo per la riproduzione video, senza tenere conto degli altri consumi, come ad esempio la navigazione dati, lo streaming musicale, le mail, etc…

Quanti giga consuma un film? Anche la durata incide

Un’altra variabile da tenere in considerazione è, ovviamente, il tempo, la durata del titolo che si vuole guardare: se è breve, anche se la risoluzione è alta, il consumo sarà ovviamente minore rispetto ad un film o una serie con puntate che superano i 60 minuti.

Come risparmiare dati: impostate manualmente la qualità video

La maggior parte dei servizi di streaming video, da YouTube a Netflix, offre la possibilità di impostare manualmente la qualità video: se non avete abbastanza traffico dati per delle risoluzioni alte ma volete comunque usufruire di un servizio video online, potete decidere di settare una qualità bassa, così da risparmiare sul traffico dati.

Ecco, quindi, quanti giga consuma un film, una partita o quanto consuma un video su Internet attraverso le principali piattaforme di sharing: cercate di valutare in base al vostro traffico dati disponibile, scegliendo risoluzioni meno “affamate” e sessioni meno lunghe per risparmiare sulla connessione del vostro smartphone o tablet.

Articoli Correlati

Chi siamo

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTV
0321.085995