Registro delle opposizioni: da oggi anche per i cellulari

di | 27-07-2022 | News Cellulari

Siete stufi del telemarketing selvaggio sul cellulare? A partire da oggi il registro delle opposizioni tutelerà la privacy dei cittadini anche sullo smartphone. Ma è davvero così? Non riceveremo più chiamate indesiderate da parte dei call center?

Registro delle opposizioni: da oggi anche per i cellulari
Confronta

Annunciato già da tempo, da oggi è operativo il nuovo registro pubblico delle opposizioni (RPO) al telemarketing, che ha come obiettivo primario la tutela della privacy dei cittadini dalle pubblicità selvagge via telefono, soprattutto quelle più invasive e indiscriminate. La vera novità implementata da oggi e particolarmente attesa è l’estensione del registro anche per il cellulare: gli utenti, quindi, potranno da oggi iscrivere anche il proprio numero mobile al registro, oltre alla linea fissa e all’indirizzo fisico.

Come spiega il Ministero dello sviluppo economico sul comunicato ufficiale, gli operatori saranno obbligati a consultare periodicamente il registro e prima dell’avvio di ogni campagna pubblicitaria per verificare che i consensi all’utilizzo dei dati siano stati prestati o meno.

Insomma, sulla carta il nuovo registro delle opposizioni rappresenta una manna dal cielo per evitare le fastidiose telefonate sul cellulare che ci tartassano spesso, addirittura più volte al giorno (anche se ormai su iOS e Android il sistema automatico di filtraggio e blocco delle chiamate “spam” funziona abbastanza bene). Dopo 15 giorni dall’iscrizione al registro, le telefonate di telemarketing ricevute al proprio numero verranno considerate illegali e saranno soggette a sanzioni pecuniarie importanti, fino a 20 milioni di euro e fino al 4% del fatturato annuo. L’iscrizione, inoltre, è totalmente gratuita.

Ovviamente non si tratta di un servizio o di un discorso atti a demonizzare il telemarketing “tout court” e le attività di call center in generale: non a caso vi sono delle proposte da parte di Assocontact per rendere il rapporto tra utenti e operatori più trasparente e l’operatoto degli operatori più “etico”, permettendo in questo modo di individuare più facilmente le attività fraudolente e fuori dalle regole.

Grazie a questi strumenti si cercherebbe di limitare quella parte di telemarketing volta a far sottoscrivere contratti poco chiari, spesso peggiorativi o addirittura al limite della truffa, un fenomeno purtroppo in continua crescita, complici i costanti aumenti di questi mesi, soprattutto sulle bollette della luce e del gas.

Ma è davvero tutto così semplice? La semplice iscrizione al registro ci libererà definitivamente al telemarketing selvaggio?

I limiti del registro delle opposizioni

In realtà alcune limitazioni sull’efficacia di questo strumento ci sono e i più critici affermano addirittura che non cambierà praticamente nulla. Ecco alcuni punti critici che rendono il registro delle opposizioni un servizio particolarmente interessante sulla carta e meno valido sulla pratica:

  • le regole si rivolgono ai call center presenti in Italia e non quelli con sede all’estero. Sappiamo bene quanto la delocalizzazione, soprattutto per questi servizi, abbia portato larga parte delle attività del telemarketing al di fuori dei confini nazionali. Questo significa che i call center dislocati in un Paese diverso dall’Italia potranno continuare a chiamare;
  • Le aziende iscritte regolarmente al ROC (Registro degli Operatori di Comunicazione) devono aggiornare i propri database, eliminando gli utenti che non hanno prestato il consenso per i propri dati. È chiaro, quindi, che le imprese non iscritte e che operano in modo non del tutto trasparente continueranno probabilmente ad ignorare tali doveri, nonostante le novità introdotte;
  • le numerose iscrizioni che facciamo quotidianamente online o di persona prevedono spesso il consenso per attività di marketing e profilazione: accettarlo significherebbe esporre ancora una volta i propri canali di contatto agli operatori di call center più o meno insistenti, rendendo l’iscrizione al registro delle opposizioni non così “definitiva” di come si potrebbe immaginare.

Insomma, il nuovo Registro Pubblico delle Opposizioni potrebbe non essere la soluzione definitiva per il telemarketing selvaggio. Tuttavia è uno strumento in più per arginare questo fenomeno e un passo ulteriore verso una regolamentazione del settore. L’iscrizione è gratuita e non è escluso che nei prossimi mesi e anni non arrivino migliorie e modifiche che ne andranno a potenziarne l’efficacia.

Come iscriversi al registro delle opposizioni

I cittadini possono iscriversi gratuitamente al Rregistro Pubblico delle Opposizioni attraverso uno dei seguenti canali:

  • dalla pagina di iscrizione sul sito ufficiale Registrodelleopposizioni.it;
  • chiamando il numero verde 800 957 766 da linea fissa;
  • chiamando il numero 06 42 98 64 11 da rete mobile;
  • compilando il modulo di iscrizione RPO e inviarlo via mail all’indirizzo inscrizione@registrodelleopposizioni.it.

Sul sito Registrodelleopposizioni.it è presente l’area “Gestisci iscrizione” da cui è possibile tenere sotto controllo i propri dati, effettuare revoche selettive, rinnovare l’iscrizione o cancellarla.

Compila il modulo!

Sarai contattato gratuitamente da un nostro operatore per una consulenza sulle migliori offerte

  • Servizio Gratuito Nessuna commissione
  • Nessun obbligo Nessun impegno
  • Le migliori offerte Prezzi bassi

Richiedi Proseguendo si accettano i Termini e le Condizioni del servizio

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.