Rimodulazione PosteMobile: aumentano le tariffe base. Ecco come recedere

Rimodulazione PosteMobile: aumentano le tariffe base. Ecco come recedere
4.8 (95%) 4 votes
di | 17-05-2017 | Cellulari, Telefonia

Anche PosteMobile si aggiunge alla lunga lista degli operatori telefonici che in questi ultimi mesi stanno procedendo a una rimodulazione delle offerte di telefonia mobile. Molti clienti PosteMobile hanno ricevuto, infatti, un sms di notifica che annuncia l’aumento delle tariffe base di tutti i piani a consumo a partire dal prossimo 27 giugno 2017. Vediamo cosa cambia e come recedere dal contratto senza pagare penali.

Sommario

Rimodulazione Postemobile. Ecco le nuove tariffe

Oltre ad aver portato i rinnovi dei piani tariffari da mensili a ogni 4 settimane (o 28 giorni), la rimodulazione PosteMobile ha colpito, nello specifico, il prezzo della navigazione Internet e la modalità di tariffazione del traffico voce.

Il costo dell’offerta Internet Tariffa Base Giornaliera passerà dal prossimo 27 giugno 2017 dalle attuali 2,52€ a 3,50€. All’aumento del prezzo corrisponderà tuttavia un’estensione del traffico dati incluso che aumenterà da 250 MB a 400 MB.

Per quanto riguarda invece la rimodulazione della modalità di tariffazione del traffico voce, a partire dal 27 giugno 2017, arriveranno gli scatti anticipati di 60 secondi. Cosa vuol dire questo? Vuol dire che se prima di questa modifica i clienti PosteMobile pagavano soltanto gli effettivi minuti di conversazione, dal prossimo mese una chiamata di soli 10 secondi costerà quanto una chiamata da 1 minuto.

Rimodulazione tariffe Postemobile. Cosa dice la legge?

Purtroppo, di fronte alle modifiche unilaterali delle condizioni contrattuali, perfettamente in linea con quanto dispone la legge, il cliente non può fare molto. Le uniche due opzioni che ha davanti sono:

L’art. 70 del Codice delle Comunicazioni elettroniche recita: “Gli abbonati hanno il diritto di recedere dal contratto, senza penali, all’atto della notifica di proposte di modifiche delle condizioni contrattuali. Gli abbonati sono informati con adeguato preavviso, non inferiore a un mese, di tali eventuali modifiche e sono informati nel contempo del loro diritto di recedere dal contratto, senza penali, qualora non accettino le nuove condizioni.”

Il fornitore, in questo caso PosteMobile, può modificare le condizioni contrattuali senza particolari limitazioni, a patto però che comunichi queste rimodulazioni ai suoi clienti almeno 30 giorni prima dell’entrata in vigore delle nuove condizioni economiche.

Come recedere dal contratto PosteMobile

Se quindi non siete d’accordo con la rimodulazione PosteMobile potete recedere dal contratto oppure cambiare gestore telefonico passando ad un altro operatore che offra tariffe e condizioni economiche più vantaggiose.

Per recedere dal contratto PosteMobile sarà sufficiente inviare – entro e non oltre il 27 giugno 2017 – un fax al numero 800 242 626 oppure una raccomandata con ricevuta di ritorno all’indirizzo PosteMobile Spa, Casella Postale 3000, 37138, Verona (VE). Insieme alla comunicazione vanno allegati:

  • un documento d’identità in corso di validità;
  • una copia del codice fiscale;
  • il numero di telefono della SIM;
  • il numero seriale della SIM.

Potete trovare il modulo di richiesta Cessazione Contratto Postemobile sul sito ufficiale di PosteMobile.

Cosa succede se il contratto PosteMobile è abbinato a uno smartphone o a un tablet?

Quali sono le condizioni di recesso per coloro che non accetteranno le nuove tariffe e che sono legate a PosteMobile dalla vendita a rate di uno smartphone o di un tablet? In questo caso, se decidete di recedere dal contratto o di passare a un altro operatore, sarete purtroppo costretti a pagare il dispositivo ricevuto in promozione in un’unica soluzione. Non potrete restituire lo smartphone o il tablet, né potrete chiedere il rimborso delle rate già pagate. Sarete, in sostanza, costretti a subire le modifiche unilaterali del contratto da parte di PosteMobile.

Desiderate valutare delle alternative a Postemobile? Cliccate sul nostro comparatore qui in basso, scoprite le migliori tariffe cellulari e scegliete la soluzione più conveniente per voi.

 

Chi siamo

Più letti

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTVMutui e Prestiti
02 20011111

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.