Come risparmiare traffico dati iPhone: 10 consigli

di | 28-04-2020 | Cellulari, Telefonia

Nonostante negli ultimi anni le compagnie telefoniche abbiano incrementato notevolmente il traffico dati compreso nelle tariffe per smartphone, non tutti hanno ancora accesso ad un’offerta con Internet mobile illimitato. Ecco perché è molto importante conoscere qualche trucco per consumare meno giga possibili, in modo tale da prolungare la durata della propria offerta Internet in mobilità almeno fino alla scadenza e al rinnovo successivo. Oggi vediamo, quindi, come risparmiare traffico dati iPhone.

L’iPhone di Apple è lo smartphone più venduto del pianeta e rappresenta una fetta importantissima per quanto riguarda il consumo dati in mobilità a livello globale. Le ultime versioni del dispositivo della Mela consentono di connettersi anche in LTE, raggiungendo ottime velocità sia in download che in upload. Queste prestazioni di altissimo livello, però, devono fare i conti con il limite della connessione: come risparmiare traffico dati iPhone, allora? Eccovi 10 consigli utili che vi faranno ridurre il consumo di giga preziosi durante la giornata.

Sommario

1. Usare l’opzione Consumo limitato dati

Questa funzione, disponibile dalla versione di iOS 13, permette di limitare l’uso di dati in background e consumare meno dati cellulari e Wifi. Come la stessa Apple spiega sul proprio sito, “è l’ideale se il tuo piano cellulare o Internet prevede un utilizzo limitato dei dati o se ti trovi in un’area in cui la velocità dei dati è ridotta”. Chi possiede un iPhone con supporto dual sim potrà attivare l’opzione separatamente per ciascuna linea. L’attivazione è possibile andando su Impostazioni/Cellulare/Opzione dati cellulare/Attiva consumo limitato dati.

2. Utilizzate il Wifi quando possibile

Se avete la possibilità di connettervi al Wifi di casa, di ufficio, tramite gli hotspot pubblici della vostra città, etc.., fatelo. È vero, con l’avvento del 4G e delle evoluzioni successive è probabile che le prestazioni del vostro operatore mobile, soprattutto se c’è un’ottima copertura, siano superiori ad un hotspot Wifi pubblico, saturo di connessioni (in casa, invece, la velocità della vostra connessione, soprattutto se in fibra ottica, dovrebbe essere decisamente migliore).

Il Wifi, tuttavia, vi permetterà di compiere una serie di operazioni che richiederebbero un consumo importante di dati. Ecco una lista delle azioni che sarebbe consigliabile effettuare sotto una connessione Wireless, soprattutto se avete un numero di GB molto ilimitato:

  • aggiornamenti di iOS e delle applicazioni che avete installato sull’iPhone;
  • streaming di contenuti video e audio in alta definizione: un’alternativa valida potrebbe essere quella di scaricare offline ciò che si vuole guardare sfruttando una rete Wifi, per poi fruire dei contenuti anche in mobilità, senza necessariamente essere connessi (app come quelle di Netflix, Amazon Prime Video e Spotify lo permettono su tantissimi titoli);
  • download e upload di file molto pesanti attraverso mail, programmi di messaggistica (come WhatsApp, Telegram, etc…), piattaforme di sharing (YouTube, Vimeo, etc..), servizi cloud;
  • per effettuare lunghe telefonate o videochiamate sfruttando il protocollo VOIP, attraverso le app di FaceTime, WhatsApp, Skype, etc….

3. Disattivare il 3G/4G e i dati

Ma come? Abbiamo parlato prima dei vantaggi delle reti a banda larga mobile e ora dobbiamo disattivarne la ricezione? In realtà si tratta di scelte limitate nel tempo: ad esempio, se in alcuni momenti della giornata utilizzate l’iPhone solo per la messaggistica (anche su Internet) e i servizi di telefonia “standard” (chiamate e sms) ma non vi serve dover cercare info su Internet o utilizzare app che si connettono alla rete, potrebbe essere utile disattivare il 3G e/o il 4G. In questo modo il traffico dati viene estremamente limitato ma è sufficiente a far funzionare i servizi base (Impostazioni/Cellulare/Voce e dati).

Questo non significa che il 3G o il 4G consumino di più di una rete 2G: la differenza sta solo nella velocità di connessione, che stimola l’utente a sfruttare più servizi online, anche in alta definizione, e che comporterà inesorabilmente un consumo maggiore. Disattivando la “banda larga mobile”, quindi, vi “costringerete” a non usare la maggior parte dei servizi che la necessitano, ma potrete comunque continuare a chattare su WhatsApp o app simili con messaggi di testo, aprire qualche sito “leggero”, etc….

Sarebbe utile, inoltre, disattivare completamente il traffico dati quando non lo utilizzate: ad esempio, se siete connessi ad una rete Wifi o se non avete proprio bisogno di Internet durante le ore notturne, potete impostare la “modalità Aereo“.

4. Disattivare l’assistenza Wifi

Una funzione aggiunta negli ultimi anni su iOS è l’assistenza Wifi: è un sistema che utilizza automaticamente i dati mobili quando il segnale della rete Wireless a cui si è connessi risulta scarso. Questo significa un consumo ulteriore dei MB della vostra offerta mobile se la potenza del segnale Wireless è debole o assente. Se pensate di non aver bisogno di questa funzione e volete consumare meno dati possibili, disattivatela (Impostazioni/Cellulare/Assistenza Wifi).

5. Limitare l’aggiornamento delle app in background

L’iPhone, così come tutti gli smartphone in commercio, può contare su tantissime app che possono essere scaricate dall’App Store e installate direttamente sul terminale per avere delle funzionalità o dei servizi in più, in base alle proprie necessità, abitudini e preferenze: pensiamo, ad esempio, alle app per la gestione di Facebook e Twitter, ai social mobili come Instagram e Snapchat, a WhatsApp, ai servizi per il meteo, il traffico, la borsa, etc…. Quasi tutte le applicazioni hanno bisogno di Internet per poter funzionare e utilizzano la rete anche in background: questo significa che più applicazioni si utilizzeranno, più dati consumerete.

Un modo per limitare il consumo su iPhone potrebbe essere limitare l’aggiornamento delle app in background: in questo modo sceglierete quali app far aggiornare e quali, invece, bloccare per aggiornarle manualmente solo quando vengono aperte (su Impostazioni/Generali/Aggiornamento app in Background).

6. Gestite le notifiche manualmente

Le notifiche delle varie app possono essere gestite manualmente direttamente dal menu dedicato (Impostazioni/Notifiche): se volete potete limitare gli avvisi in push solo per quelle applicazioni che vi interessano realmente, disattivando le notifiche degli altri servizi. Più notifiche push disattiverete, meno dati consumerete. In realtà questo tipo di funzione non ha un impatto esagerato sul risparmio dati, ma potrebbe essere parte integrante di una strategia generale per ridurre l’uso di Internet in mobilità. Generalmente le app più affamate di Internet sono le seguenti:

  • client dei social network; in questo caso potete limitarne l’utilizzo, disattivando opzioni non sempre essenziali, come ad esempio l’autoplay dei video;
  • sincronizzazione iCloud: quando possibile sfruttate il Wifi e cercate comunque di sincronizzare l’essenziale;
  • salvataggio automatico delle immagini o di altri file sui servizi in cloud: funzione comoda ma non per tutti importante. Se preferite salvare manualmente i contenuti, potete tranquillamente disattivare questa funzione;
  • musica e video in streaming/download, soprattutto in alta risoluzione: come già accennato in precedenza, potete utilizzare il Wifi per evitare consumi eccessivi.

7. Disattivate o rimuovere servizi e app inutilizzati

Se avete delle applicazioni che non utilizzate potete disattivare gli aggiornamenti delle stesse, come abbiamo visto in precedenza, oppure potete rimuoverle definitivamente dall’iPhone. Chi possiede un iPhone con almeno iOS 10 ha anche la possibilità di rimuovere anche le applicazioni di sistema, come ad esempio il Calendario, iBooks, etc…

Un altro punto riguarda la disattivazione dei servizi che non si utilizzano: come risparmiare traffico dati iPhone con questo metodo? Pensate, ad esempio, ad iCloud e a quanti giga ha bisogno per sincronizzare i servizi con gli altri iDevices o per archiviare dati in automatico. Disattivate quelli di cui non avete bisogno (ad esempio le Foto Condivise, i dati di iCloud Drive, la posta, etc…) e lasciate attive solo le funzioni che volete effettivamente sincronizzare. Stesso discorso vale anche per altre funzionalità di iPhone, come la ricerca Spotlight (che può essere limitata per evitare di consumare troppo), Siri, iMessage, FaceTime, etc..: disattivate ciò che non vi serve dalle Impostazioni e avrete di sicuro un risparmio importante.

8. Attivare il risparmio energetico

Perché attivare il risparmio energetico se stiamo cercando dei modi su come risparmiare traffico dati iPhone? Non tutti sanno che attivare questa funzione permette di limitare l’uso dei dati poiché va a ridurre il consumo delle app stesse. Ad esempio l’aggiornamento delle app in background sarà meno frequente, l’uso di alcuni servizi (tra cui Siri) verrà limitato e le notifiche vengono in gran parte disattivate.

Ricordate, però, che il risparmio energetico comporta una riduzione delle prestazioni generali dell’iPhone: utilizzatelo solo temporaneamente (magari in certe fasce orarie o quando raggiungerete una certa percentuale della batteria) se preferite avere un telefono performante e volete godere di tutti i vantaggi hardware e software di un iPhone.

9. Sfruttate la funzione risparmio dati delle applicazioni

Molte applicazioni, all’interno delle loro impostazioni, permettono di limitare l’uso dei dati: in questo modo si permette all’utente di continuare ad usufruire del servizio, ma rinunciando a qualcosa. Solitamente questo tipo di impostazioni lo troviamo su app di streaming, sia audio che video, come Netflix, Spotify, Disney Plus, Amazon Prime Video, etc…: scegliendo una qualità inferiore si potrà comunque guardare in streaming e/o scaricare offline i contenuti, ma ad una risoluzione più bassa.

10. Cambiate offerta o operatore

Se il traffico dati continua a non bastare anche dopo aver seguito i consigli precedenti di questa guida, forse è giunto il momento di valutare un cambio offerta o addirittura il cambio operatore, scegliendo una tariffa con più giga mensili. Il nostro consiglio è di puntare su offerte con almeno 50 GB, soprattutto se avete intenzione di sfruttare al massimo la connessione mobile per lo streaming audio/video, il gaming e per altri servizi “pesanti” dal punto di vista del traffico generato.

Ecco, quindi, come risparmiare traffico dati iPhone: questi sono 10 suggerimenti che vi consentiranno di consumare meno Internet mobile, ma non sono certo le uniche accortezze che potrete mettere in pratica per evitare di restare senza GB prima del rinnovo della vostra offerta. Potrete, quindi, adottare altre soluzioni in base alle abitudini di utilizzo e tenere sempre sotto controllo le soglie della tariffa attiva sul vostro numero di telefono: eviterete, cosi, di sprecare dati e di conservarli per i momenti in cui vi serviranno davvero.

Se non avete un iPhone, potete dare un’occhiata alla nostra guida su come risparmiare traffico dati Android: troverete 6 consigli utili per limitare l’uso di Internet mobile anche questi smartphone.

Chi siamo

Più letti

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTVMutui e Prestiti

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.