Velocità Internet mobile lenta durante il lockdown: ecco perché

di | 12-05-2020 | Cellulari, News e Varie, Telefonia

Che la connessione Internet fissa e mobile durante il periodo di lockdown avesse subito un calo delle prestazioni non è un fatto così sorprendente: tutte le compagnie, infatti, hanno registrato un aumento dell’utilizzo della rete dati, causando rallentamenti e saturazioni praticamente in tutta Italia. A confermarlo, almeno per quanto riguarda la componente mobile, ci sono anche i numeri rilasciati dalla società di analisi OpenSignal, la quale mostra come sulle aree urbane la gestione sia stata migliore rispetto alle zone meno abitate.

Leggi l’approfondimento: 5 consigli per velocizzare Internet sul cellulare

Secondo i dati relativi al primo trimestre di quest’anno, la velocità in download nelle aree più popolose è calata di oltre il 7% e addirittura di quasi il 14% nelle zone rurali. L’immagine qui in basso mostra, diffusa da OpenSignal, mostra graficamente la suddivisione tra aree urbane, a densità intermedia e rurali.

Sommario

 

Isole e Sud le più colpite dal calo prestazioni

Il calo più marcato della velocità di download, come potrete immaginare, è relativo al mese di marzo: il decremento maggiore è stato registrato nelle isole, con picchi negativi che arrivano a superare addirittura il 22% (sempre nelle aree non urbane). Nelle isole viene segnalato anche il record negativo per quanto riguarda le città più popolose: la velocità media della rete Internet mobile, infatti, scende da 27,6 Mbps a 24,1 Mbps. In linea generale è il Sud Italia l’area più colpita dall’effetto lockdown sulle prestazioni della rete dati cellulare. Per quanto riguarda le velocità medie di download, ecco i dati OpenSignal suddivisi per zone:

  • Nord Ovest: 25,8 Mbps per le zone urbane, 23,7 Mbps per le aree mediamente popolate e 23,2 Mbps per le zone rurali;
  • Nord Est: 31,7 Mbps per le zone urbane, 25,9 Mbps per le aree mediamente popolate e 24,3 Mbps per le zone rurali;
  • Centro: 24,1 Mbps per le zone urbane, 20,4 Mbps per le aree mediamente popolate e 18,2 Mbps per le zone rurali;
  • Sud: 20,5 Mbps per le zone urbane, 19,2 Mbps per le aree mediamente popolate e 19,6 Mbps per le zone rurali;
  • Isole: 24,1 Mbps per le zone urbane, 20 Mbps per le aree mediamente popolate e 19,1 Mbps per le zone rurali.

Velocità Internet mobile più lenta: quali sono le cause?

Secondo la società di ricerca, la causa di questa riduzione delle prestazioni, soprattutto nelle aree meno popolose, non sarebbe legata soltanto da un numero maggiore di persone connesse contemporaneamente, ma anche dal fatto che molti italiani hanno scelto di passare il periodo di restrizione in aree meno popolose, ad esempio nelle seconde case o nei paesi di origine, mettendo sotto pressione delle infrastrutture non idonee ad una mole di traffico del genere.

Non solo: con le iniziative di Solidarietà Generale, i principali operatori hanno offerto giga aggiuntivi gratuiti o addirittura limitati ai propri clienti o ad alcune fasce di clientela, aumentando considerevolmente i consumi. Per non parlare dell’aumento dell’utilizzo più frequente dei servizi di videochiamata su Internet, per videochat, teleconferenze di lavoro, corsi online, etc….

Cambierà qualcosa ora che la Fase 2 entrerà a pieno regime? Difficile dirlo, anche se immaginiamo che i consumi resteranno ancora molto alti rispetto alla media. Molte aziende hanno rinnovato lo smart working per i propri dipendenti e non tutti sono ancora in condizioni di tornare al lavoro (anche se proprio in queste ore è stato raggiunto un accordo tra Governo e Regioni per anticipare le aperture al 18 maggio, qualora l’indice di rischio di contagio dovesse essere pari o sotto lo 0,50) o di spostarsi in altre regioni per visitare parenti e amici.

Cambiare operatore senza uscire di casa: è possibile?

Se, quindi, non siete soddisfatti delle prestazioni della vostra rete fissa o mobile, ricordate che potete sempre optare per un cambio compagnia. Non è necessario recarsi in negozio per la richiesta: la maggior parte degli operatori permette di fare la portabilità online in pochi e semplici passaggi, tramite i siti ufficiali. Qui sotto trovate i link alle nostre due guide dedicate, una per il fisso e una per il mobile:

Chi siamo

Più letti

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTVMutui e Prestiti

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.