Domiciliazione bollette: l’addebito Rid senza conto, ecco come fare

Domiciliazione bollette: l’addebito Rid senza conto, ecco come fare
4.8 (96%) 10 votes
di | 21-06-2017 | Come risparmiare

Avete bisogno di fornire un codice Iban per l’addebito Rid delle bollette ma non avete un conto corrente? Nessun problema perché da qualche anno sono disponibili le carte conto – delle carte prepagate ricaricabili dotate, appunto, di codice Iban – che permettono la domiciliazione bancaria delle utenze domestiche anche a chi non ha mai attivato un conto corrente e a chi non ha nessuna intenzione di aprirne uno.

Ma cosa sono le carte conto con codice Iban? Davvero le carte conto permettono di effettuare l’addebito Rid delle bollette anche a chi non ha un conto corrente? Quale è la differenza tra un conto corrente e una carta conto con codice Iban? Quali sono i vantaggi e gli svantaggi dell’addebito Rid delle bollette?

Se vi state interrogando sulla convenienza o meno della domiciliazione bancaria delle utenze domestiche, sui benefici e i limiti di una carta conto rispetto a un conto corrente, allora siete sul sito giusto. Oggi vi spiegheremo infatti cosa è e come funziona l’addebito Rid delle bollette senza conto corrente.

Sommario

Addebito Rid bollette. Cosa è?

Partiamo prima di tutto dalla spiegazione di cosa è un addebito diretto delle bollette. La domiciliazione bancaria non è altro che uno strumento finanziario che consente l’automatizzazione dei pagamenti ricorrenti. Attraverso l’addebito Rid – sigla che sta per Rapporto Interbancario Diretto – il debitore autorizza la propria banca o la propria carta conto ad accettare le richieste di pagamento da parte di un creditore. Tra gli usi tipici del Rid bancario ci sono appunto i prelievi ricorrenti – quei pagamenti che avvengono cioè a scadenza periodica quali possono essere le rate del mutuo o le utenze domestiche come le bollette della luce, del gas, del telefono o dell’abbonamento alla pay TV.

Addebito Rid bollette. Come funziona?

Come funziona la domiciliazione bancaria? Per quanto possa sembrare un metodo di pagamento complicato e, a volte, addirittura rischioso, l’attivazione dell’addebito diretto è in realtà una procedura molto semplice da eseguire e piuttosto sicura. Chi decide di pagare le proprie bollette tramite l’addebito Rid sul proprio conto corrente o sulla propria carta conto, non deve fare altro che rivolgersi alla banca e compilare un modulo che autorizza il creditore a prelevare la somma di denaro pattuita. Oppure – ed è questo il caso più frequente – l’addebito tramite Rid bancario può essere attivato direttamente presso il creditore in sede di firma del contratto rilasciando i propri dati anagrafici tra cui appunto il codice Iban del conto corrente o della carta conto.

Successivamente all’attivazione della domiciliazione bancaria, il debitore continuerà comunque a ricevere – tramite posta tradizionale o via email – le bollette. Il nostro consiglio è quello di verificare sempre, ogni mese, il saldo dei pagamenti effettuati per controllare che non ci siano anomalie o errori di sorta.

Addebito Rid bollette. Perché conviene?

L’addebito Rid delle utenze domestiche ha alcune caratteristiche che lo rendono uno dei metodi di pagamento più vantaggiosi. Non solo: chi sceglie di pagare tramite domiciliazione bancaria risparmia tempo evitando lunghe e inutili file in posta o in banca ma risparmia anche sui costi superflui come le imposte di bollo e il deposito cauzionale spesso richiesto dalle aziende ai clienti che optano invece per il pagamento tramite bollettino postale. Vediamo ora insieme quali sono i principali vantaggi dell’addebito Rid delle bollette:

  • l’attivazione dell’addebito Rid delle bollette conviene prima di tutto perché permette di eliminare tutti i costi aggiuntivi dovuti alle spese di spedizione delle fatture e sull’imposta di bollo. La domiciliazione bancaria è, infatti, un metodo di pagamento completamente gratuito;
  • l’addebito Rid delle utenze permette di risparmiare sul deposito cauzionale che viene richiesto come garanzia dalle aziende a quei clienti che scelgono di pagare tramite bollettino. Nei casi in cui il cliente abbia versato il deposito cauzionale, questo deve essere restituito per legge non appena il debitore cambia metodo di pagamento e decide di pagare tramite domiciliazione diretta sul conto corrente o sulla carta conto;
  • la scelta dell’addebito diretto tramite Rid bancario permette di evitare lunghe e inutili code agli sportelli della posta o della banca;
  • la domiciliazione bancaria consente di eliminare tutte le preoccupazioni relative alle scadenze e consente di risparmiare sulle eventuali spese dovute a pagamenti effettuati in ritardo. La banca provvederà infatti ad addebitare la somma di denaro pattuita il giorno esatto della scadenza e, nel caso in cui si verifichi un eventuale ritardo nel pagamento, sarà la banca a doverne rispondere;
  • l’addebito Rid è, infine, un metodo di pagamento sicuro poiché permette di ricevere le bollette in anticipo rispetto all’addebito vero e proprio in modo da dare al cliente la possibilità di verificarne l’importo e di richiedere eventualmente la sospensione o il rimborso nel caso in cui si verifichino delle anomalie rispetto alle somme pattuite.

Addebito Rid bollette senza conto: ecco come fare

Dopo avervi illustrato tutti i vantaggi dell’addebito Rid bollette, una domanda potrà sorgere spontanea. Come possono fare tutti coloro che per scelta o necessità non sono provvisti di un conto corrente? Come fare per effettuare un pagamento tramite addebito Rid quando non si ha un conto corrente? Bene, in questi casi si può optare per le carte conto dotate di codice Iban. Cosa sono le carte conto e come funzionano?

Le carte conto sono delle carte ricaricabili pensate proprio per tutti coloro che non hanno un conto corrente e consentono di effettuare alcune delle principali operazioni bancarie tipiche di un conto corrente ordinario senza doverne sostenere i costi di gestione. Le carte conto permettono di incassare l’accredito dello stipendio, di attivare la domiciliazione delle bollette, di effettuare e ricevere bonifici. Accanto a queste funzioni, le carte conto dotate di codice Iban possono inoltre essere utilizzate come delle vere e proprie carte di debito normali, ossia per fare pagamenti sia online che offline e per prelevare denaro contante.

L’attivazione dell’addebito Rid bollette tramite la carta conto funziona allo stesso modo del conto corrente. E’ sufficiente infatti trascrivere il codice Iban, di cui la carta conto è dotata, sull’apposito modulo per l’autorizzazione all’addebito o presso la banca che rilascia la carta o sul contratto con l’azienda con cui si stipula il contratto.

Tra le carte conto più diffuse troviamo la Postepay Evolution di Poste Italiane, la Genius Card di Unicredit, Conto Tascabile di Che Banca! Tutte le carte conto corrente hanno delle spese di gestione molto inferiori rispetto a un conto corrente ordinario: nella maggior parte dei casi la loro attivazione ha un costo pari a 5,00 euro e un canone annuo che difficilmente supera le 25,00 euro.

Chi siamo

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTV

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.