Come risparmiare energia elettrica in casa?

Come risparmiare energia elettrica in casa?
Il post ti è stato utile?
di | 09-06-2014 | Come risparmiare, Energia

[img-left]lampade-incandescenza-come-risparmiare-sulla-luce1[/img-left]Risparmiare sull’energia elettrica e quindi sulle spese legate alla bolletta della luce è possibile, anche con soluzione semplici e dal basso impatto sulla vita quotidiana.
Siamo nell’era del consumismo e le rinunce sono sempre viste come un sacrificio che non sempre vale la pena affrontare. E’ per questo che sempre più spesso si va alla ricerca del risparmio senza sacrificare il servizio e senza limitare le proprie comodità.

Il libero mercato ci offre una vasta gamma di scelta in quasi tutti i settori e, se da una parte questo ci permette di risparmiare e giocare al ribasso, dall’altra, la ricerca del risparmio affidabile e senza sorprese si fa sempre più dura. La rete ci può facilitare il compito grazie a portali web che si occupano di confronto tariffe e propongono con pochi click, le offerte più economiche e vantaggiose sul mercato al momento della ricerca. E l’impresa si fa più ardua se poi si considerano anche la durata delle promozioni, le applicazioni dei vari sconti (percentuali e scaglioni) e altre mille varianti.

Si parte comunque da qui: dalla ricerca dell’azienda più concorrenziale sul mercato. Si stipula il contratto e si spera di aver iniziato la corsa al risparmio. Cambiare fornitore di energia elettrica può avere quindi i suoi vantaggi in termini economici a patto che ci si faccia indirizzare bene sul tipo di contratto e sulla tipologia di consumo più appropriata alle proprie esigenze.
Eppure non sempre questo basta per spendere veramente poco.

Ci sono però dei piccoli trucchetti che, se seguiti, possono creare altrettanto recupero con il minimo sforzo e senza rinunciare a nulla (per quanto riguarda il GAS avevamo già scritto):

  • Innanzitutto anche se può sembrare banale, buona regola per risparmiare, è spegnere le luci ogni volta che si esce da una stanza. Se ci si sofferma a pensare, ognuno di noi durante la giornata dimentica almeno una volta la luce accesa del bagno o delle lampade.
  • Sostituire le lampadine a incandescenza con quelle a risparmio energetico (non posso credere che ne abbiate ancora in casa…) oppure ancor meglio con un piccolo incremento della spesa di acquisto, con le lampadine a LED. Questo cambiamento consente di abbassare i costi della bolletta anche fino al 25%. Ce ne sono di diverse forme e colori con luce calda o fredda, insomma una varietà per tutte le esigenze. I costi sono decisamente più alti rispetto alle lampadine di un tempo e per alcuni modelli anche più delicate, ma con qualche accorgimento, si può preservarne la durata, ad esempio facendo trascorrere qualche minuto dall’accensione allo spegnimento.
  • Spegnere gli elettrodomestici non utilizzati tramite il loro pulsante di spegnimento. Ormai siamo tutti abituati a spegnere ad esempio la televisione tramite il telecomando, ma quella lucina led rossa accesa sull’apparato ha un consumo, seppur minimo, che nell’arco dell’anno arriva a farci sprecare non poca energia e un costo a due cifre sul totale dei consumi annuali. Vale lo stesso per il modem della rete di casa che generalmente si lascia acceso anche se inutilizzato per diverse ore o addirittura giorni.
  • Preferire il forno a microonde rispetto al classico fornetto permette di dimezzare l’energia elettrica utilizzata anche perchè questi apparati non necessitano di preriscaldamento.
  • Cercare di non abbassare la temperatura del frigo sotto i 3°C e sbrinare il freezer per liberarlo dal ghiaccio che funge da barriera e che costringe l’elettrodomestico ad uno sforzo ulteriore.
  • Staccare dalla presa di corrente, tutte le prese elettriche che non servono e non sono collegate ai vari apparati; ad esempio una di queste è la presa di ricarica per il cellulare che, oltre ad essere scollegato dal telefonino quando questo ha raggiunto la carica massima, dovrebbe essere scollegato anche direttamente dalla presa di corrente.
  • Lavare in lavatrice a 30/40°C anzichè a temperature più elevate permette di risparmiare notevolmente in quanto la maggior parte dell’energia sprecata in lavatrice è proprio dovuta al riscaldamento dell’acqua più che dal funzionamento del motore.
  • Non lasciare gli apparecchi elettronici in stand-by soprattutto se inutilizzati durante diverse ore della giornata. E’ questo il caso ad esempio dei dvd, digitale terrestre, home-theater, pc, che anche quando sono in stand-by e sembrano spenti, continuano a consumare corrente anche se in misura ridotta. In questi casi è utile acquistare e utilizzare un ciabatta con i vari interruttori in modo da spegnere distintamente un apparato piuttosto che un altro.
  • Una curiosità: il computer fisso ha un consumo tre volte più elevato rispetto a un pc portatile per cui è da preferire salvo esigenze particolari!
  • Il condizionatore andrebbe avviato ad una differenza di temperatura con l’esterno non superiore a 7/8°C, cercando di ombreggiare l’appartamento con tessuti, tende o infissi durante il suo funzionamento.
  • Il forno elettrico è il nostro nemico del risparmio perchè è uno degli apparecchi che consuma di più. Si possono limitare gli sprechi, intanto prediligendo la funzione ventilato che scalda in maniera uniforme e, una volta acceso, evitando di aprire lo sportello troppo spesso disperdendo quindi il calore. E’ utile inoltre spegnere qualche minuto prima della fine e utilizzare il calore residuo per terminare cottura.

Volendo fare una stima degli sprechi, si può affermare con certezza che circa il 20% sono dovuti alle luci e l’80% al cattivo utilizzo degli elettrodomestici. E’ per questo che sarebbe ottimale sostituire gli apparati domestici con quelli di ultima generazione a risparmio energetico classe A o superiore.

Risparmiare energia elettrica non è solo un atto egoistico volto a preservare le nostre spese ma è qualcosa di molto più grande: risparmiare energia elettrica significa ridurre emissioni di co2, significa donare ai propri figli, un ambiente più sano, significa dare un piccolo contributo ai grandi progetti internazionali sul risparmio energetico. Una piccola goccia nel mare, un piccolo sforzo, che servirà a noi stessi ma anche al mondo che ci circonda.

0321.085995