Ridurre la bolletta seguendo alcuni consigli utili è possibile

Ridurre la bolletta seguendo alcuni consigli utili è possibile
Il post ti è stato utile?
di | 04-08-2015 | Come risparmiare, Energia

Comparare le tariffe delle aziende che fruiscono elettricità per individuare le più convenienti, è utile per risparmiare, ma non è sufficiente, anche perché spesso non si conoscono a fondo le proprie necessità in termini di consumi e le possibilità offerte dal mercato moderno sul fronte del risparmio energetico. Per tenere sotto controllo le bollette arriva in soccorso dei consumatori Mce Lab, l’osservatorio sul vivere sostenibile di Mostra Convegno Expocomfort, che ha stilato una lista di consigli utilissimi per abbattere le spese destinate all’elettricità, al riscaldamento e al raffrescamento.

Innanzitutto vale la pena installare un impianto solare termico, che può essere collocato facilmente sulla facciata di casa, in giardino o sul terrazzo. Il costo di un impianto adatto a una famiglia media (3-5 persone) si aggira sui 5mila euro, ma rappresenta un investimento nel tempo, perché, assorbendo l’energia solare per portare l’acqua alla temperatura ideale all’uso sanitario e per il riscaldamento a bassa temperatura, consente di risparmiare fino al 30%. In più, oltre a fare felice il nostro portafoglio, questa scelta contribuisce anche a ridurre l’impatto ambientale di oltre 1.500 kg di CO” l’anno.

Un altro ottimo alleato d’altronde è l’impianto fotovoltaico, perché è capace di autoprodurre una quantità di energia in grado di coprire il 40% dei consumi famigliari.

offerte luce

Chi sta pensando di cambiare la caldaia o il condizionatore, farebbe bene a considerare di installare un impianto geotermico. Si tratta di una realtà, già molto diffusa nel Nord Europa, che sta prendendo sempre più piede in Italia. Questo tipo d’impianto riesce a sfruttare l’energia termica immagazzinata nel sottosuolo sia per il riscaldamento, con i sistemi a bassa temperatura, che per il raffrescamento. L’unica pecca è che ci sono dei limiti dettati dalle norme locali sulla perforazione per l’inserimento delle sonde geotermiche e sul tipo di terreno, non tutti i suoli sono infatti adatti all’istallazione.

Lo scaldabagno tradizionale invece, elettrico o a gas, andrebbe sostituito con uno scalda acqua a pompa di calore. Così facendo, si avrebbe una riduzione notevole della bolletta. Questo sistema si può installare sul pavimento o con presa a parete e consente di riscaldare l’acqua utilizzando l’energia termica dell’aria.

Infine, concludiamo questo breve ma utilissimo vademecum ricordando a tutti di sfruttare, entro il 31 dicembre 2015, gli incentivi per le rinnovabili. L’Ecobonus 2015, ovvero l’insieme di queste agevolazioni, è applicabile a tutti gli interventi volti al risparmio energetico degli edifici esistenti. Grazie alle detrazioni fiscali è infatti possibile risparmiare fino al 65% sull’installazione di pannelli solari, pompe di calore e impianti geotermici a bassa entalpia.

0321.085995