È possibile risparmiare sulla bolletta della seconda casa? Secondo noi, sì!

È possibile risparmiare sulla bolletta della seconda casa? Secondo noi, sì!
3 (60%) 2 votes
di | 06-02-2019 | Come risparmiare, Energia

Quanto costa, in termini di bollette delle luce, avere una seconda casa? Anche quando l’abitazione di villeggiatura è poco sfruttata, infatti, le bollette dei rifiuti, della luce  e del gas, arrivano e devono essere pagate.

Non tutti sanno, che le bollette della luce e del gas della seconda casa dipendono, in parte, da costi fissi.

È possibile risparmiare sulle bollette della casa di villeggiatura? Secondo gli esperti di ComparaSemplice.it si, e la nostra Eleonora ci spiega come godersi a pieno la casa per le vacanze, senza spendere cifre esagerate sulle bollette dell’energia elettrica.

Sommario

Cosa dice l’Autorità per i costi della luce sulla seconda casa

Oramai, ben due anni sono passati dall’emanazione della riforma siglata dall’Autorità per la Regolazione di Energia, Reti e Ambiente (ARERA) in merito al servizio di trasmissione, distribuzione, misura e oneri di sistema per le seconde case.

Da gennaio 2017, la vecchia distinzione tra la tariffa per utenti domestici residenti (tariffa D2) e quella per utenti non residenti nella casa dove esistono le utenze (tariffa D3, la cosiddetta tariffa graduale in quanto poteva variare a seconda dell’evoluzione dei costi in base all’aumento dei consumi), è stata definitivamente superata in favore della tariffa di distribuzione TD, contraddistinta da un unico prezzo del kWh uguale per tutti.

Se il costo del kWh non subisce differenziazioni tra residenti e non residenti così come i costi per il trasporto e la gestione del contatore, a differire e a rendere le fatture delle seconde case più alte, sono i costi degli oneri di sistema. I non residenti oltre alla quota fissa stabilita dall’ARERA, devono assolvere al pagamento di un costo fisso aggiuntivo da versare ogni anno comprensivo di IVA (135€ che poi si riduce a partire dal secondo anno a 127,40€).

È proprio all’aumento degli oneri di sistema, quindi, che si deve l’importo più alto sulle bollette della luce dei non residenti che spendono circa il 22,44% in più sulla seconda casa, rispetto a un prima casa di residenza.

Come risparmiare sulla luce della seconda casa secondo gli esperti di ComparaSemplice

A questo punto dell’articolo vi sembrerà impossibile riuscire a risparmiare sulla seconda casa. Noi abbiamo rivolto la questione a Eleonora,  una nostra esperta, per cercare di capire se esistono delle strade giuste anche per i non residenti, per riuscire a risparmiare sulla bolletta dell’energia elettrica.

“Per i proprietari di un seconda casa non è impossibile risparmiare sulla bolletta delle utenze, anzi, esistono dei piccoli escamotage per riuscire ad abbassare le fatture”.

“Ad esempio – spiega  Eleonora- riducendo la potenza del contatore si possono ottimizzare i costi della luce e i consumi. Spesso, infatti, nelle seconde case troviamo contratti troppo potenti per l’uso che poi si fa dell’energia in una casa che per la maggior parte dell’anno è disabitata”.

“Per abbassare i consumi, potete rendere la vostra abitazione smart e a alta efficienza energetica, grazie a  lampade a led e a elettrodomestici di classe energetica A+ o superiore. Questa tipologia di apparecchi è in grado di dimezzare i consumi in particolar modo di quelli che sfruttano un maggior quantitativo di corrente, come il frigorifero, la lavatrice, la lavastoviglie e il condizionatore”.

“È importante, poi, scegliere l’offerta giusta per il proprio bisogno di consumo e questo è tanto più vero nelle seconde case. Io personalmente, in questi casi consiglio sempre una tariffa di tipo monorario, nonostante l’idea comune sia quella che, nelle case di villeggiatura, si risparmi con tariffe di tipo biorario. Se è vero che l’offerta bioraria permette di pagare i corrispettivi per l’energia elettrica a seconda delle fasce orarie di consumo e a seconda dei giorni della settimana, le tariffe monorarie hanno in genere un costo per la componente materia prima energia più basso rispetto alle biorarie e il costo rimane fisso e bloccato. Ad ogni modo, consiglio ai miei clienti di procedere periodicamente con autoletture del contatore in modo tale da verificare per tempo consumi eccessivi o evitare, comunque, spiacevoli imprevisti”.

“Infine- conclude Eleonora- affidarsi a chi conosce il mercato e le diverse proposte che offre, in casi come quello di una nuova fornitura per una seconda casa, è ancora più importante”.

Per riuscire a risparmiare sulla bolletta della luce della secoda casa, è anche utile capire quali sono le voci di costo che determinano le fatture. Nel video di ComparaSemplice.it vi spieghiamo come si determina il prezzo fianale delle bollette.

Una volta stimati i consumi un consulente esperto del settore, conoscendo i costi della componenti materia prima energia proposti dai fornitori del mercato, può consigliarvi l’offerta che meglio si addice al vostro profilo di consumo.

Per mettervi in contatto con un consulente di ComparaSemplice.it potete entrare in chat sul sito o chiamare il numero che trovate in questa pagina.

Chi siamo

Più letti

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTVMutui e Prestiti
0321.085995

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.