Spotify si può condividere?

di | 12-08-2021 | Come risparmiare, Consigli per gli acquisti

Spotify è senza dubbio la piattaforma di streaming musicale più utilizzata, grazie ad un apio catalogo di oltre 50 milioni di brani, alla possibilità di usufruire di un piano gratuito interessante e alla presenza funzionalità aggiuntive come le playlist personalizzate, i podcast e le schede artisti da seguire. Il servizio, però, da il meglio di sé nella versione a pagamento e proprio per questo motivo molti si chiedono: Spotify si può condividere?

Spotify si può condividere?
Confronta

Di recente abbiamo visto quanto costa Spotify Premium e quali sono tutte le opziono a pagamento messe a disposizione dalla piattaforma in streaming, ma sono ancora in tanti a chiedersi se la condivisione dell’abbonamento per risparmiare sul canone è possibile, ad esempio se si può utilizzare Spotify Family tra amici o se esiste qualche sistema per ribassare il costo della versione individuale.

Cerchiamo di rispondere ai dubbi più diffusi su questo tema e vediamo che cosa è effettivamente possibile fare per risparmiare sul canone di Spotify.

Sommario

Spotify si può condividere?

In linea generale possiamo rispondere di sì, Spotify si può condividere, ma a due condizioni:

  • che il piano Premium scelto preveda la condivisione;
  • che gli utenti vivano insieme sotto lo stesso tetto.

Quali abbonamenti Spotify si possono condividere?

Nel dettaglio, i piani Spotify Premium che si possono condividere sono:

  • Spotify Duo: al costo di 12,99 euro (pari a circa 6,5 euro a testa) si avranno due account Premium. L’ideale per una coppia o per 2 amici/familiari conviventi;
  • Spotify Family al costo di 15,99 euro (pari a circa 2,6 euro a testa) si avranno a disposizione 6 account Premium, da condividere con 6 membri di una famiglia o di un gruppo di conviventi.

Non è possibile, invece, condividere con due o più persone l’abbonamento Spotify Premium Individual (l’accesso e l’utilizzo sono riservati ad un solo account).

Come condividere Spotify con amici

In tanti si chiedono “ma Spotify Family con amici si può fare?”: anche in questo caso la risposta è sì, ma sempre a condizione che gli amici in questione siano conviventi. Come viene specificato sui termini e le condizioni di utilizzo del servizio, “per poter usufruire dell’Abbonamento Premium Family, il titolare dell’account principale e i titolari degli account secondari devono essere membri della famiglia residenti allo stesso indirizzo”.

Pur parlando esplicitamente di “membri della famiglia”, è chiaro che il servizio può essere utilizzato anche tra amici conviventi (ad esempio tra coinquilini), ma non tra amici che vivono in indirizzi o città differenti.

È anche possibile sfruttare dei servizi online (uno tra i più noti è Together Price) che permettono di semplificare la suddivisione del costo mensile tra gli utenti che vogliono condividere l’abbonamento (sempre a patto di essere dei conviventi).

Spotify può effettuare delle verifiche basate sulla geolocalizzazione per identificare eventuali trasgressori e “si riserva il diritto di interrompere o sospendere l’accesso al servizio Spotify Premium Family e agli account Spotify Premium Family immediatamente e in qualsiasi momento nel caso in cui l’utente non soddisfi i criteri di ammissibilità e in base a quanto altrimenti stabilito nei Termini e condizioni d’uso”.

Insomma, per condividere il servizio di streaming musicale è necessario attivare uno dei profili Spotify che lo consentano, come Spotify Premium Family e Duo, rigorosamente tra persone che convivono allo stesso indirizzo. Non sono valide, quindi, condivisioni “a distanza”, nemmeno tra familiari.

Per maggiori informazioni potete visitare la sezione dedicata ai termini e le condizioni di servizio di Spotify sul sito ufficiale della società, in particolare:

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.